Stasera niente di nuovo (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stasera niente di nuovo
Stasera niente di nuovo - Alida Valli.png
Alida Valli in una sequenza del film mentre canta Ma l'amore no
Paese di produzioneItalia
Anno1942
Durata90 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale
RegiaMario Mattoli
SoggettoLuciano Mattoli, Mario Mattoli
SceneggiaturaLuciano Mattoli, Mario Mattoli, Aldo De Benedetti, Marcello Marchesi
Casa di produzioneItalcine
Distribuzione in italianoI.C.I.
FotografiaAldo Tonti
MontaggioFernando Tropea
MusicheEzio Carabella
ScenografiaPiero Filippone, Mario Rappini
CostumiMario Rappini
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Stasera niente di nuovo è un film del 1942 diretto da Mario Mattoli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una giovane ragazza di vita, Maria, una sera viene presa in una retata della polizia e viene portata al commissariato, dove incontra un giornalista di cronaca cittadina, Cesare Manti, che riconosce in lei la persona che, tempo prima a Istanbul, gli aveva salvato la vita, per poi scomparire senza che il cronista avesse avuto notizie sulla sua identità.

Il giornalista cerca di aiutare Maria a cambiar vita, ma senza alcun successo.

La ragazza riprende a frequentare la strada, sino a quando, colpita da una grave malattia, cerca Cesare, rivelandogli di aver fatto credere ai genitori di essere sposata.

Il giornalista, commosso, sposa la ragazza e la porta a casa, poi chiama i genitori di lei, quando Maria è ormai in fin di vita.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne girato presso gli stabilimenti del S.A.F.A. Palatino a Roma.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 23 dicembre del 1942.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta del quarto ed ultimo film della serie I film che parlano al vostro cuore, tutti diretti da Mario Mattoli.

La canzone cantata da Alida Valli nel film, Ma l'amore no (di Galdieri - D'Anzi), venne incisa alcuni mesi dopo l'uscita del film da Lina Termini (ed in seguito anche da altri celebri cantanti italiani di quel periodo), divenendo ben presto uno dei leitmotiv musicali italiani degli anni quaranta.

La critica[modifica | modifica wikitesto]

Recensione del Corriere della Sera, 25 dicembre 1942: Alla fine della proiezione il pubblico ha applaudito. Era parecchio che ciò non accadeva. Noi eravamo tra gli applauditori e ci siamo accorti di avere le ciglia inumidite... Sono poveri ma non patiscono la fame, sono amari ma senza cinismo e possono commettere anche delle furberie, pur restando sempre capaci di un gesto umano di solidarietà.

Opere correlate[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1955 lo stesso regista girò un rifacimento del film intitolato L'ultimo amante, con protagonisti May Britt ed Amedeo Nazzari.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema