Simone Angelini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Angelini per l'Area Performance del Lucca Comics and Games 2019 (Foto di Riccardo Bonuccelli)

Simone Angelini (Chieti, 17 ottobre 1980) è un fumettista, illustratore e animatore italiano.


È noto per essere l'autore di Anubi, Miglior Fumetto Italiano al "Premio Boscarato" del Treviso Comic Book Festival 2016.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Autoritratto a fumetti di Simone Angelini
Anubi e Horus i personaggi a fumetti più conosciuti di Angelini

Nasce a Chieti ma vive da sempre a Pescara, città di origine della sua famiglia. Laureato in architettura, si avvicina giovanissimo al mondo del fumetto da autodidatta e nel 2009 crea la fanzine pescarese Carta Straccia[1], dove pubblica alcune storie.
Negli anni successivi i suoi racconti a fumetti vengono pubblicati in riviste, fanzine e antologici indipendenti Unknown Species, Aggiotaggio, MiAmi, Pastiche, La Morte ti fa belva, Dirty Bites[2], Then It was Dark[3], Atomic Rocket[4], Crack Capitale, KrangLSD[5].

Simone Angelini al Treviso Comic book Festival 2016

Nel 2012 inizia la collaborazione con lo scrittore Marco Taddei, dando vita alle raccolte Storie brevi e senza pietà[6] e Altre Storie brevi e senza pietà[7] con prefazioni del fumettista Ratigher per la casa editrice romana Bel-ami edizioni. Il secondo volume viene tradotto e pubblicato per il mercato americano con il nome Short and merciless stories[8] dall'editore Tinto press con prefazione di Noah Van Sciver e note di Gary Dumm, Jason Waltz, Sam Spina e Sophie Crumb. Le "Storie brevi e senza pietà" verranno ristampate nel 2017 per Panini Comics in una riedizione definitiva contenente una selezione di storie dal primo e secondo volume. La collaborazione con Taddei prosegue con la storia breve di fantascienza Malloy apparsa nel primo volume dell'antologico B-Comics[9] a cura di Maurizio Ceccato per lo studio romano Ifix nel novembre 2014.

Nel 2013 crea il Canale delle Mazzate[10], una sperimentazione a cavallo tra un fight club, il fumetto, l'illustrazione e l'animazione. Utilizza questo progetto per sfidare con il disegno, fumettisti e illustratori noti e meno noti di tutto il mondo. Da questa esperienza scaturisce una autoproduzione Book of Mazzate[11] e una serie di workshop svolti durante fiere e festival di settore. Nel Maggio 2020 utilizza il format in un Torneo delle Mazzate in diretta streaming sui canali facebook e youtube ufficiali del Napoli Comicon coinvolgendo altri sei fumettisti, Carmine di Giandomenico, Dottor Pira, Vincenzo Filosa, Spugna, Paolo Cattaneo, Enrico Macchiavello, Martoz e nell'arbitraggio Davide Toffolo, Alessandro Baronciani e Francesco Artibani.[12][13]

Nel 2013 è direttore artistico del P.I.C.S., sezione fumetto del Festival delle letterature dell'Adriatico di Pescara, organizzando incontri con Gipi, Ratigher, Maicol&Mirco, Dottor Pira, Marco Taddei, Matteo Farinella, Roberto Battestini, Vitt Moretta, Spugna, Cammello, Maurizio Ceccato e Cristian Di Clemente.

Nel settembre 2014 vince il premio Missaglia "Miglior Autore" al Treviso Comic Book Festival[14].

Al Lucca Comics & Games 2015 Angelini e Taddei presentano il graphic novel Anubi[15] edito da Grrrz Comic Art Books, nominato nei mesi seguenti come miglior fumetto dell'anno da critica e pubblico.[16][17][18][19]. Anubi riappare con delle storie brevi nei numeri di febbraio e agosto 2016 della storica rivista Linus[20][21] e su Alias Comics, allegato de Il Manifesto, nel Novembre 2018.[22]

Angelini realizza il booktrailer promozionale di "Anubi", un cartone animato parodia della sigla della Pimpa di Altan e Enzo D'Alò, che arriva finalista nel 2016 al Trailers Film Festival di Milano.[23] Il Book Trailer farà parte delle proiezioni celebrative dedicate ad Altan durante il festival internazionale di fumetto e animazione "La città Incantata 2017" di Civita di Bagnoregio a cura del giornalista Luca Raffaelli.

Durante la cerimonia del Premio Attilio Micheluzzi 2016, ANUBI si aggiudica il premio speciale La Repubblica XL. Bissa lo stesso anno al Treviso Comicbook Festival vincendo il premio Carlo Boscarato come Miglior fumetto italiano del 2016.

Sempre nel 2016 collabora con l'Espresso e Coconino/Fandango sulla collana "Tutto Pazienza", in particolare sul numero 13 dedicato agli anni pescaresi di Andrea Pazienza e all'esperienza di Convergenze.[24] Tornerà sull'argomento nel novembre del 2018 come relatore insieme ad Albano Paolinelli, Sandro Visca e Rita D'Emilio nella conferenza "Andrea Pazienza e gli anni Pescaresi"[25] tenutasi nella Maisons des Arts della Fondazione Pescarabruzzo a conclusione della mostra antologica "Andrea Pazienza, trent'anni senza" organizzata da Napoli Comicon e Arf festival a Pescara.[26]

Al Napoli Comicon 2017 viene presentato un graphic novel di fantascienza di Angelini "Malloy, Il Gabelliere Spaziale" su testi di Marco Taddei per la collana 9L di Panini Comics.

La copertina del fumetto Malloy, ideata e disegnata da Angelini, è tra le prime tre "Migliori copertine di libri 2017" per "Buona la Prima" una mostra ideata da Stefano Salis, giornalista de Il Sole 24 ore, per la fiera Tempo di Libri di Milano e il The London Bookfair in collaborazione con l'Istituto di Cultura italiana di Londra.

È tra i creatori di Zapp!, festival indipendente di autoproduzioni nato a Pescara nel 2018 e legato principalmente al fumetto, all’illustrazione, al gioco e alla piccola editoria. Ha ideato il nome del festival anagrammando la sigla del fumettista PAZ e il logo usando il Capodoglio conservato nel Museo Ittico di Pescara da contrapporre al gioioso Delfino, simbolo della città adriatica. Il festival è inserito nel network di festival indipendenti costituito da altri collettivi che lavorano a mostre-mercato in varie città tra cui Bari (Caco), Bologna (Olè), Lucca (Borda), Macerata (Ratatà), Milano (AFA), Napoli (Uè) e Roma (Crack!).[27]

Figura tra gli autori selezionati per la mostra e relativo catalogo "1938 - 2018 Ottant'anni dalle leggi raziali in Italia", ideata da Roberto Genovesi e organizzata da Arf Festival, Rai Com e Cartoons on the bay.[28]

Al Lucca Comics & Games 2018 viene presentato in anteprima il nuovo graphic novel d'orrore di Angelini "4 Vecchi di Merda" su testi di Marco Taddei per Coconino Press, il libro riscuote immediatamente un grande successo ed è subito sold out. Con il titolo "4 vieux enfoirés"[29] viene pubblicato anche in lingua francese da Rackham_(maison_d'édition).

Nello stesso anno si occupa delle illustrazioni del libro per ragazzi "Marina" di Ritanna Armeni e Eleonora Mancini edito dalla Giulio Perrone Editore. Nel 2019 illustra il libro per ragazzi "Onda Marina e il Drago spento" di Dacia Maraini e Eugenio Murrali edito dalla Giulio Perrone Editore.

Nel 2019 viene pubblicato "Enrico", libro a fumetti che espande l'universo narrativo di Anubi.

Nel 2019 ha partecipato al progetto “Fumetti nei Musei”[30] promosso dal MiBACT e da Coconino Press con la storia Il Tema di Ascanio[31] per il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo a Roma, utilizzando i personaggi dei suoi fumetti, Anubi, Horus, Enrico.

Nel Marzo 2020 partecipa con Milo Manara, Gipi, Zerocalcare, Giuseppe Palumbo, Mirka Andolfo, Davide Toffolo, ZUZU, Carmine Di Giandomenico, Sara Pichelli e altri fumettisti alla realizzazione del volume corale COme VIte Distanti con prefazione di Alessandro Baricco, promosso dal festival Arf! e all'asta benefica su Catawiki organizzata dall'Area Performance del Lucca Comics and Games entrambi per raccogliere fondi in sostegno dell’Istituto Spallanzani e del Sistema Sanitario Toscano per la lotta alla COVID-19[32][33][34].

Stile[modifica | modifica wikitesto]

«Segno scarno, forme semplificate, ma soprattutto un linguaggio che mira al dunque senza troppi giri di parole. I fumetti di Simone Angelini (Pescara, 1980) sono tra i più riconoscibili della scena nazionale.»

(Alex Durso, Artribune)

[35]

«Il tono dimesso dei disegni di Angelini, a volte sferzati dalla totale dimenticanza di prospettive e da anatomie traballanti, custodisce in realtà una forza quasi primitiva. Nel tratto pesante, che sembra vergare la carta con forza, si legge l’intento di una ricerca tesa a un’essenzialità che renda ogni cosa funzionale alla narrazione. Nel contempo, però, sotto quei segni di volta in volta sempre più urgenti, simili quasi a geroglifici, si nasconde una precisa idea di mondo. C’è la stessa economia del segno esercitata da Jeffrey Brown o di Chester Brown nei loro fumetti autobiografici.»

(Tonio Troiani, Fumettologica)

[36]

«La potenza e l’esuberanza di questa avventura non sarebbero neanche lontanamente altrettanto efficaci senza i disegni di Simone Angelini, che plasmando a suo piacimento la classica gabbia a 9 vignette rende dinamica una storia che è pervasa dall’inizio alla fine da dialoghi barocchi, impresa mica da poco. I suoi disegni sono arrabbiati, dominati da uno spessissimo tratto nero e dominati da grandi campiture monocrome dai colori estremamente saturi, privi, per la maggior parte delle vignette, anche delle ombre e tratti da una tavolozza che sembra essere stata presa direttamente dai fauves francesi di inizio ‘900.»

(Gaia Pagliula, Salt Editions)

[37]

«Lo stile grafico di Angelini è composto da disegni che evocano un tono dismesso, la mancanza di prospettive e le anatomie traballanti rendono il tratto infatti semplice e al contempo malinconico, in un ambiente che diventa underground. Le chine, piatte e schiacciate, riescono al meglio nel rappresentare il nichilismo e malumore delle vicende e i personaggi sono essenziali e resi perfettamente da una elaborata sintesi, che riesce ad essere efficace al massimo per la storia narrata.»

(Anubi)

«Un segno scabro ed essenziale che ha già fatto scuola e un uso efficacissimo dei mezzi toni.»

(Redazionale, Alias Comics, Anno II n.6, Novembre 2018)

«Lo stile essenziale e potentissimo di Angelini, che come pochi autori al mondo riesce a rendere graficamente la vecchiaia in tutta la sua incredibile sovrabbondanza di solchi, ossa, e fetori che inquinano ogni pagina.»

(Matteo Grilli, Esquire Italia)

Graphic Novel[modifica | modifica wikitesto]

  • Storie Brevi e senza pietà (Bel-ami edizioni, 2012)
  • Altre Storie Brevi e senza pietà (Bel-ami edizioni, 2013)
  • Short and merciless stories (Usa, Tinto press, 2014)
  • Anubi (Grrrz Comic Art Books, 2015)
  • Malloy, Contro i Mucchi D'Ossa (Panini 9L, 2016)
  • Malloy, Gabelliere Spaziale (Panini 9L, 2017)
  • Storie brevi e senza pietà - riedizione (Panini 9L, 2017)
  • Anubi - riedizione (Coconino press/Fandango, 2018)
  • Horus (Coconino press/Fandango, 2018)
  • 4 vecchi di merda (Coconino press/Fandango, 2018)
  • Enrico (Coconino press/Fandango, 2019)
  • Il tema di Ascanio (MiBACT-Coconino Press, 2019)
  • 4 vieux enfoirés (Editions Rackham, 2020)

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Then it was dark (Usa, Peppermint Monsters, 2014)
  • Dieci Lune: Preistoria (Bel-ami edizioni, 2014)
  • B-Comics - Crack (Ifix, 2014)
  • Dirty Bites vol.5 (Eng, 2015)
  • Linus (Baldini&Castoldi 2016)
  • TuttoPazienza n.13 "Convergenze" (Espresso/Fandango 2016)
  • Dirty Bites vol.7 (Eng, 2016)
  • Manuale illustrato dell'idiota digitale di Diego Cajelli (Panini Comics 2017)
  • "Magnotta Wars" di Antonio Recupero e Fabrizio Di Nicola (Magic Press 2017)
  • Quel Piccolissimo Giganteschio n.4 (Uomini nudi che corrono 2017)
  • Snuff Comix n.12 (2017)
  • Built on Strange Ground (Usa, Peppermint Monsters, 2017)
  • "1938 - 2018 Ottant'anni dalle leggi raziali in Italia" (Rai Com 2018)
  • "Marina" di Ritanna Armeni e Eleonora Mancini (Giulio Perrone Editore, 2018)
  • Alias Comics (Il Manifesto, 2018)
  • "Onda Marina e il Drago spento" di Dacia Maraini e Eugenio Murrali (Giulio Perrone Editore, 2019)
  • Come Vite Distanti (Arf Festival, 2020)

Autoproduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Musici Tragici (2006)
  • Carta Straccia (2009)
  • Unknown Species (2011)
  • La possibilità di morire per un motivo ridicolo (2014)
  • Book Of Mazzate vol.1 (2014/2018)
  • Ponte (Indipendent Comics 2019)
  • Pianoterra (Indipendent Comics 2019)

Animazioni[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Missaglia - Autore rivelazione con "Altre storie brevi e senza pietà" al Treviso Comic Book Festival (2013)
  • Premio Micheluzzi La Repubblica XL - Miglior fumetto italiano 2015 con "Anubi" al Napoli Comicon (2016)
  • Premio Carlo Boscarato - Miglior fumetto italiano 2016 con "Anubi" al Treviso Comic Book Festival (2016)
  • Buona la prima - Terza "Miglior copertina di Libro 2017" con "Malloy Gabelliere Spaziale" al Tempo di Libri di Milano (2018)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carta Straccia, su cartastracciaweb.blogspot.it. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  2. ^ Dirty Bites #5.
  3. ^ (EN) Simone Angelini (Person) - Comic Vine, su Comic Vine. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  4. ^ Atomic Rocket Comics: un universo multimediale - Interviste, in Lo Spazio Bianco, 29 luglio 2015. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  5. ^ (EN) The Small Press Expo • Krang LSD Expo Espacio Moebius (Buenos Aires)..., in The Small Press Expo. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  6. ^ Storie brevi e senza pietà (Taddei/Angelini) - BreVisioni, in Lo Spazio Bianco, 7 giugno 2013. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  7. ^ #CritiComics | "Altre storie brevi e senza pietà": il destino è carta moschicida, su www.criticaletteraria.org. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  8. ^ SHORT AND MERCILESS STORIES GN (JAN151594). URL consultato il 15 dicembre 2017.
  9. ^ #CritiComics | "B Comics", un proiettile sparato dritto negli occhi, su www.criticaletteraria.org. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  10. ^ http://www.fumettologica.it/2014/05/canale-delle-mazzate-fumetti-se-le-danno.
  11. ^ Slowcomix: UFAG #116: "IL LIBRO DELLE MAZZATE".
  12. ^ TORNEO DELLE MAZZATE - Match 1 - Simone Angelini VS Carmine Di Giandomenico, su youtube.com.
  13. ^ COMICON, The Art of Pugni presenta: Il Torneo delle Mazzate, su COMICON, 1º maggio 2020. URL consultato il 4 maggio 2020.
  14. ^ I vincitori dei Premi Carlo Boscarato 2014 al Treviso Comic Book Festival, in Fumettologica, 28 settembre 2014. URL consultato il 2 marzo 2016.
  15. ^ http://www.grrrz.com/tag/anubil.
  16. ^ http://xl.repubblica.it/articoli/and-the-winner-is-anubi/30753.
  17. ^ http://ilmanifesto.info/anubi-il-dio-sciacallo-con-occhio-stellato/.
  18. ^ http://www.fumettologica.it/2015/10/anubi-taddei-angelini-recensione.
  19. ^ http://www.prismomag.com/migliori-libri-2015.
  20. ^ http://www.baldinicastoldi.it/libri/linus-febbraio-2016.
  21. ^ http://www.fumettologica.it/2016/08/linus-agosto-2016.
  22. ^ Alias Comics: esce oggi lo speciale natalizio con una storia inedita di Anubi! - BadComics.it, in BadComics.it, 28 novembre 2018. URL consultato il 28 novembre 2018.
  23. ^ http://www.grrrz.com/tag/trailer-film-fest.
  24. ^ Tutto Pazienza, Vol. 13: Convergenze by Andrea Pazienza.
  25. ^ Incontro "Andrea Pazienza e gli anni pescaresi", su www.fondazionepescarabruzzo.it. URL consultato il 19 giugno 2020.
  26. ^ Mostra "Andrea Pazienza, trent'anni senza", su www.fondazionepescarabruzzo.it. URL consultato il 19 giugno 2020.
  27. ^ L’arte del fumetto Fine settimana con Zapp! Festival, in Il Centro. URL consultato il 24 giugno 2018.
  28. ^ Catalogo mostra "1938 - 2018 Ottant'anni dalle leggi raziali in Italia" - Il mondo del fumetto de dell'animazione ricordano l'orrore dell'antisemitismo (PDF), su raicom.rai.it.
  29. ^ 4 vieux enfoires par Editions Rackham, su editions-rackham.com.
  30. ^ Fumetti nei Musei, Succedono nei musei cose strabillianti, al calar del sole personaggi bizzarri si muovono in strane avventure, per fortuna artisti prodigiosi sono riusciti a vederli E hanno appuntato tutto, in dei super fumetti., su Fumetti nei Musei. URL consultato il 12 gennaio 2020.
  31. ^ Il Tema Di Ascanio - Marco Taddei, Simone Angelini - Coconino - 9788876185045 - Tabook, su TABOOK - Vietato non leggere. URL consultato il 12 gennaio 2020.
  32. ^ COme VIte Distanti, su arfestival.it. URL consultato il 27 marzo 2020.
  33. ^ COme VIte Distanti: il progetto (anti)virale del fumetto italiano per l’Istituto Spallanzani, in Artribune, 24 marzo 2020. URL consultato il 27 marzo 2020.
  34. ^ Simone Angelini - Illustrazione Originale - "Enrico" - china - A4 - Pagina sciolta (2019), su Catawiki. URL consultato il 30 marzo 2020.
  35. ^ Artribune su Simone Angelini, su artribune.com.
  36. ^ Troiani citazione Anubi, su fumettologica.it.
  37. ^ Gaia Pagliula citazione Angelini Malloy, su salteditions.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN310717939 · LCCN (ENnb2014021193 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2014021193