Premio Attilio Micheluzzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il premio Attilio Micheluzzi è un riconoscimento assegnato annualmente in occasione del Napoli Comicon a disegnatori, sceneggiatori e pubblicazioni a fumetti relativi all'anno precedente. È intitolato al disegnatore Attilio Micheluzzi (che aveva vissuto a lungo a Napoli, fino alla sua scomparsa nel 1990) sin dalla prima edizione, nel 1998.[1][2][3][4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima edizione del 1998 e nella seconda del 2000, il premio venne assegnato attraverso la votazione dei lettori della rivista di informazione fumettistica MegaZine, che scelsero da una lista di nominativi decisa dalla direzione della fiera; dalla terza edizione, nel 2001, alla settima, del 2005, il premio venne assegnato da una giuria di esperti che sceglievano sempre da una lista di nomination decise dalla direzione del Salone; dal 2006, con l'obiettivo di rendere il premio più indipendente dalla direzione culturale del salone, un comitato scelto dall'organizzazione del Salone e composto da minimo cinque membri, monitora le uscite durante l'anno ed è incaricato di indicare le nomination per ogni categoria; ne fanno parte a rotazione, librai, esperti, giornalisti e critici competenti rispettivamente alle categorie scelte. La Giuria è composta da personalità significative del mondo della produzione culturale come operatori di cinema, letteratura, musica, televisione, etc…, scelte sulla base di conoscenza e provato interesse rispetto al fumetto, è chiamata a eleggere i vincitori di ogni categoria. I giurati, ai quali è richiesto di leggere tutte le opere ricevute, sono invitati al COMICON, dove si incontrano in seduta privata per deliberare sulle opere e sugli autori indicati in nomination. La riunione della giuria si svolge in genere il giorno precedente alla cerimonia di premiazione o la mattina stessa. Se dalla discussione non emerge un vincitore univoco, spetta al presidente decidere, non essendo previsti ex aequo. La giuria può fornire motivazioni alle sue scelte e può assegnare eventualmente una menzione speciale a un titolo o un autore non vincitore.[5]

Dal 2011 al 2016 le librerie Feltrinelli sono state partner del premio, garantendo visibilità ai libri vincitori nei mesi successivi all'assegnazione del riconoscimento, dall'edizione 2017 il COMICON ha stretto una nuova partnership con le Librerie Mondadori.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il premio consiste in una targa che misura 25 cm di larghezza, 12 cm di altezza e 1 cm di spessore. Sulla sinistra è raffigurato il personaggio di Petra Chérie, una illustrazione tratta dalla copertina del primo volume omonimo del 1983 edito da Visualprint, sulla destra vi sono incisi la categoria per cui il premio è assegnato, l'anno, il nome dell'autore o il titolo della pubblicazione vincitore.

Categorie[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni le categorie sono state modificate sia nel numero che nella loro definizione, dal 2008 le categorie si sono:

  • Miglior Fumetto
  • Miglior Disegnatore
  • Miglior Sceneggiatore
  • Miglior Serie dal disegno realistico
  • Miglior Serie dal disegno non realistico
  • Miglior Fumetto per Ragazzi (categoria aggiunta nell'edizione 2018 e vinta da: La zona rossa - Silvia Vecchini, Sualzo - Editrice Il Castoro)
  • Miglior Fumetto estero
  • Miglior Serie a fumetti estera
  • Miglior Storia breve
  • Miglior Edizione di un classico
  • Miglior webcomic

Criteri di selezione e assegnazione:

  • tutti gli albi devono essere datati nell'anno solare precedente, facendo fede il colophon interno e non la data effettiva di uscita;
  • i premi riguardano pubblicazioni e autori italiani e le due categorie "Estere" sono per la versione Italiana di autori e opere pubblicate originalmente in altre lingue;
  • per "Miglior Fumetto" si intende un volume unico, un graphic novel, un albo o anche un singolo episodio di una serie se si distacca molto dal resto della serie stessa;
  • per "Edizione di un classico" si intendono albi o titoli già usciti nel passato, ripubblicati in maniera (più o meno) simile ad almeno 20 anni di distanza, oppure titoli inediti finora in Italia, ma usciti originalmente almeno 20 anni fa;
  • per "Storia breve" si intendono anche storie pubblicate su riviste di vario genere, quindi non esclusivamente su riviste esclusivamente a fumetti;
  • per "Webcomic" si intende specificamente siti o blog che pubblicano fumetti, strisce o disegni, in maniera continuativa (non quindi siti di critica né blog "informativi" di autori tout court);
  • per ultimo, si intende per "Serie", consci della annosa difficoltà di definire la materia, la pubblicazione in Italia, in modo seriale e possibilmente regolare, di storie a fumetti in qualsiasi formato (volumi, riviste, albi, etc...).

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Vincitori del premio Attilio Micheluzzi.
I Vincitori del Premio Attilio Micheluzzi dal 2008 ad oggi
MIGLIOR FUMETTO MIGLIOR DISEGNATORE MIGLIOR SCENEGGIATORE MIGLIOR SERIE DAL DISEGNO REALISTICO MIGLIOR SERIE DAL DISEGNO NON REALISTICO MIGLIOR FUMETTO ESTERO MIGLIOR SERIE STRANIERA MIGLIORE RIEDIZIONE DI UN CLASSICO MIGLIORE STORIA BREVE MIGLIOR WEB FUMETTO MENZIONE SPECIALE PREMIO NUOVE STRADE PREMIO DEL PUBBLICO MONDADORI MIGLIOR OPERA PRIMA MIGLIOR SERIE ITALIANA PREMIO GIOVANI LETTURE PREMIO ALLA CARRIERA
2019[6] Super Relax, di Dr. Pira (Coconino Press - Fandango) Tramezzino, di Paolo Bacilieri (Canicola Edizioni) Il futuro è un morbo oscuro; dr. Zurich, di Alessandro Lise e Alberto Talami (Becco Giallo) (non presente a questa edizione) (non presente a questa edizione) La mia cosa preferita sono i mostri, di Emil Ferris; tradotto da Michele Foschini (Bao Publishing) Berlin (3 volumi), di Jason Lutes; tradotto da Valerio Stivè (Coconino Press - Fandango) Sono un giovane mediocre, di Gérard Lauzier; tradotto da Boris Battaglia (Rizzoli Lizard) (non presente a questa edizione) (non presente a questa edizione) (non presente a questa edizione) Eliana Albertini Dragon Ball: Full Color (Star Comics) Romanzo esplicito, di Fumettibrutti (Feltrinelli Comics) Mercurio Loi, di Alessandro Bilotta et al. (Sergio Bonelli Editore) Ariol (volumi 1 & 2), di Emmanuel Guibert e Marc Boutavant; tradotto da Caterina Ramonda (Becco Giallo) Giovanni Ticci
2018[7] Luna del mattino - Francesco Cattani (Coconino Press - Fandango) Barbara Baldi - Lucenera (Oblomov Edizioni) Alessandro Bilotta - Mercurio Loi nn. 4-7 (Sergio Bonelli Editore) Mercurio Loi - AA. VV. nn. 1-7 (Sergio Bonelli Editore) Graveyard kids - Davide Minciaroni - nn. 1-2 (Autoproduzione - Doner Club) Stupor mundi - Néjib (Coconino Press - Fandango) Dead Dead Demons Dededede Destruction - Inio Asano - nn. 1-4 (Planet Manga) Quimby the Mouse - Chris Ware (Oblomov Edizioni) Chair de poule - Lonnie Bao - Melagrana (Attaccapanni Press) I tre cani - di Samuel Daveti e Laura Camelli - Spugna Macerie Prime, di Zerocalcare (BAO PUBLISCHING)
2017 Kobane calling – Zerocalcare – Bao Publishing Gigi Cavenago (Dylan Dog n. 361) – Sergio Bonelli Editore Davide Reviati (Sputa tre volte) – Coconino Press – Fandango Dragonero nn. 32 a 43 – AA. VV. – Sergio Bonelli Editore Rat-Man Collection nn. 113 a 117 – Leo Ortolani – Panini Comics PatienceDaniel Clowes – Bao Publishing Sunny nn. 3 a 6 – Taiyo Matsumoto – J-Pop The complete Terry e i pirati (1934-1936) – Milton Caniff – Editoriale Cosmo Nobisi (su Le Piccole Morti) – Brian Freschi, Flavia Biondi – Manticora Autoproduzioni Aqualung – Stagione 2 – di Jacopo Paliaga, French Carlomagno Martoz Crescere, che palle! - (Becco Giallo)
2016 Il Porto ProibitoTeresa Radice, Stefano Turconi – Bao Publishing IgortQuaderni Giapponesi – Coconino Press / Fandango Editore Alessandro TotaIl ladro di libri – Coconino Press / Fandango Editore Lilith – Luca Enoch – Sergio Bonelli Editore Rat-Man – Leo Ortolani – Panini Comics Il Celestiale Bibendum – Nicolas Crecy – Eris Edizioni Blast voll.3-4 – Manu Larcenet – Coconino Press / Fandango Editore Dr. Slump Perfect Edition vol.1Akira Toriyama – Edizioni Star Comics Kobane Calling – Zerocalcare – (su Internazionale n.1085) – Internazionale Vivi e Vegeta, di Francesco Savino e Stefano Simeone Francesco Guarnaccia
2015 Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurraRatigher – Autoproduzione PrimaOMai Paolo BacilieriFunCoconino Press Bruno EnnaSaguaro – Sergio Bonelli Editore Tex – AA.VV. – Sergio Bonelli Editore Rat-Man – Leo Ortolani – Panini Comics Poco Raccomandabile – Chloé Cruchaudet – Coconino Press/Fandango Occhio di Falco nn.6/11Matt Fraction e David Aja – Panini Comics Tormenta NeraYoshihiro Tatsumi – BAO Publishing Natale Nero da “Natali Neri e altre storie di guerra” – Fabio Visintin – ComicOut To Be Continued, di Lorenzo Ghetti Silvia Rocchi
2014 L’Intervista, di Manuele Fior (COCONINO PRESS) Andrea Venturi, per Speciale Tex n. 28 (SERGIO BONELLI EDITORE) Alessandro Bilotta, per Nobody (Le Storie n.10 – SERGIO BONELLI EDITORE) Shangai Devil (NN.16-18)- Gianfranco Manfredi/AA.VV. (SERGIO BONELLI EDITORE) Zio Paperone e l’Ultima Avventura, di Francesco Artibani e Alessandro Perina, per Topolino 2985-2988 (PANINI COMICS/DISNEY) Essex County. I fantasmi della memoria, di Jeff Lemire (PANINI 9L) L’attacco dei giganti, di Hajime Isayama (PLANET MANGA) La Cronaca degli Insetti Umani, di Osamu Tezuka (001 EDIZIONI – HIKARI) Uno si distrae al bivio. La crudele scalmana, di Rocco Scotellaro e Giuseppe Palumbo (LAVIERI EDIZIONI) www.verticalismi.it – (AA.VV.) Bianca Bagnarelli
2013 Un polpo alla gola, di Zerocalcare (BAO PUBLISHING) Andrea Accardi, per Le Storie#2 – La Redenzione del Samurai (SERGIO BONELLI EDITORE) Paolo Bacilieri, per Sweet Salgari (COCONINO PRESS) Lilith, di Luca Enoch (SERGIO BONELLI EDITORE) Dracula di Bram Topker, di Bruno Enna e Fabio Celoni, per Topolino n.2945-2946 (THE WALT DISNEY COMPANY – ITALIA) I segreti del Quai d’Orsay-Cronache diplomatiche vol.2, di Lanzac e Cristophe Blain (COCONINO PRESS) Bouncer, L’integrale vol.2, di Alejandro Jodorowsky e François Boucq (MAGIC PRESS) Valentina Mela Verde vol.4, di Grazia Nidasio (COMICOUT) Era de Maggio, di Akab, in “Il Canzoniere Illustrato” (AUTOPRODUZIONE-DANIELE SEPE) makkox.it, di Makkox Tiziano Angri
2012 Quaderni russi – La guerra dimenticata del Caucaso, di Igort (MONDADORI – STRADE BLU) Matteo Alemanno, per proTECTO (NONA ARTE) Marco Peroni, per Adriano Olivetti, Un secolo troppo presto (BECCO GIALLO) Shanghai Devil, di G. Manfredi/AA.VV. (SERGIO BONELLI EDITORE) Pinky (su Il Giornalino), di Massimo Mattioli (PERIODICI SAN PAOLO) Asterios Polyp, di David Mazzucchelli (COCONINO PRESS) The Walking Dead, di Robert Kirkman/AA.VV. (SALDAPRESS) L’Eternauta, di Héctor Germán Oesterheld/Francisco Solano López (001 EDIZIONI) Storia di Aiace, fumettista tenace! (su Gang Bang), di Sergio Ponchione (EDIZIONI BD – IL MANIFESTO) Zerocalcare.it, di Zerocalcare – www.zerocalcare.it Trama – Il peso di una testa mozzata Marino Neri
2011 Cinquemila chilometri al secondo, di Manuele Fior (COCONINO PRESS) MP5, per Acqua Storta (MERIDIANO ZERO) Ausonia, per Interni 3 (DOUBLE SHOT) Lilith, di Luca Enoch (SERGIO BONELLI EDITORE) Rat-Man, di Leo Ortolani (PANINI COMICS) Il cielo sopra il Louvre, di Jean-Claude Carrière/Bernard Yslaire (001 EDIZIONI) Scott Pilgrim. Una vita niente male, di Brian L. O’Malley (RIZZOLI LIZARD) Le Panoramiche di Jacovitti, di Benito Jacovitti (NUOVI EQUILIBRI) I Ronfi, di Adriano Carnevali su Pic Nic (SUPERAMICI) A Panda Piace, di Giacomo Bevilacqua Quaderni ucraini. Memorie dai tempi dell’URSS, di Igort (MONDADORI – STRADE BLU) Alessandro Lise e Alberto Talami
2010 Morti di Sonno, di Davide Reviati (COCONINO PRESS) Andrea Bruno, per Sabato Tregua (CANICOLA) Otto Gabos, per Esperanto (BLACK VELVET) Tex, di AA.VV. (SERGIO BONELLI EDITORE) Pinky (su Il Giornalino), di Massimo Mattioli (EDIZIONI SAN PAOLO) Il Gusto del Cloro, di Bastien Vivès (BLACK VELVET) Pluto, di Naoki Urasawa (PANINI COMICS) Don Chisciotte, di Lino Landolfi (NICOLA PESCE EDITORE) Il Mondo Moderno, di Gipi su ANIMAls n.5 (CONIGLIO EDITORE) Come Vuoto, di Flaviano Armentaro Patagonia di Mauro Boselli/Pasquale Frisenda (SERGIO BONELLI EDITORE) Francesco Cattani
2009 In Italia sono tutti maschi, di Luca de Santis e Sara Colaone (Kappa Edizioni) Alberto Ponticelli, per Blatta (Leopoldo Bloom Editore) Michele Petrucci, per Metauro (Tunué) Julia (Sergio Bonelli Editore) Don Zauker (Mario Cardinali Editore) Laika, di Nick Abadzis (Magic Press) La guerra di Alan (Coconino Press) Gian Burrasca e altre storie, di AA.VV. e Gianni De Luca (Black Velvet Editrice) Scòz chiede a Paz, di Filippo Scozzari su XL n.36 (Gruppo Editoriale L’Espresso) InkSpinster, di DeCo (www.inkspinster.com) Luana Vergari e Tuono Pettinato (ex aequo)
2008 Ilaria Alpi, il prezzo della verità di Marco Rizzo e Francesco Ripoli (BeccoGiallo) Giancarlo Olivares per Nathan Never 198 (Sergio Bonelli Editore) Leo Ortolani per Rat-Man (Panini Comics) Volto Nascosto (Sergio Bonelli Editore) Leo Pulp (Sergio Bonelli Editore) Lo Scontro Quotidiano, di Manu Larcenet (Coconino Press) Cesare di Fuyumi Souryo (Star Comics) Pugacioff e dintorni, di Giorgio Rebuffi (Annexia) Barcazza, di Francesco Cattani (ERNEST – ernestvirgola) Crow’s Village, di Lele Corvi (www.lelecorvi.com) Luca Vanzella

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NAPOLI COMICON: CANDIDATURE PREMI ATTILIO MICHELUZZI 2017 - Dimensione Fumetto, su www.dimensionefumetto.it. URL consultato il 9 marzo 2018.
  2. ^ Redazione, Premi Attilio MICHELUZZI 2016: tutti i VINCITORI – Napoli Comicon 2016, in MangaForever.net, 23 aprile 2016. URL consultato il 9 marzo 2018.
  3. ^ Napoli Comicon 2017: ecco le candidature ai premi Attilio Micheluzzi – C4 Comic, su www.c4comic.it. URL consultato il 9 marzo 2018.
  4. ^ A Napoli Comicon saranno assegnati i Premi Attilio Micheluzzi, in Giornale dello Spettacolo. URL consultato il 9 marzo 2018.
  5. ^ Home | COMICON, su COMICON. URL consultato il 21 novembre 2018.
  6. ^ I vincitori dei Premi di Comicon 2019, su Fumettologica.it, 27 aprile 2019. URL consultato il 13 giugno 2019.
  7. ^ COMICON: proclamati i vincitori dei premi Attilio Micheluzzi 2018, in MondoFox, 30 aprile 2018. URL consultato il 21 novembre 2018.
Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti