Valerio Lundini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valerio Lundini

Valerio Lundini (Roma, 11 marzo 1986) è un comico, conduttore televisivo, autore televisivo e musicista italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza, a cui rinuncia per passare a Lettere.[1] Dopo la laurea all'Università degli Studi Roma Tre e un diploma alla Scuola Romana dei Fumetti, Valerio Lundini inizia a collaborare in qualità di autore con diversi programmi radiofonici e televisivi. In particolare figura tra gli autori di 610 (condotto da Lillo & Greg) e di Programmone (condotto da Nino Frassica), entrambi in onda su Rai Radio 2.[2] Nel 2019 partecipa in qualità di autore e comico al programma Battute? (condotto da Riccardo Rossi) in onda in seconda serata su Rai 2.[3]

Nel 2020 partecipa come co-conduttore al programma L'Altro Festival, nuova versione del DopoFestival di Sanremo, in streaming su RaiPlay, condotto da Nicola Savino. Sempre nel 2020 arriva il suo primo ruolo da conduttore principale nel programma Una pezza di Lundini, in onda in seconda serata su Rai 2 dal 7 settembre 2020 fino al 29 giugno 2022.[4]

Nel 2021 partecipa alla terza serata del Festival di Sanremo 2021 in qualità di ospite, insieme a Roy Paci, per la serata cover al fianco di Fulminacci con il brano Penso positivo di Jovanotti[5]. Nello stesso anno esce Era meglio il libro, la sua prima opera letteraria, e partecipa per beneficenza a una puntata di Soliti ignoti - Il ritorno (condotto da Amadeus) in qualità di concorrente[6].

Nel 2022 mette in scena spettacoli teatrali in tutta Italia e suona nella band I VazzaNikki[7], esibendosi fra l'altro al Concerto del Primo Maggio[8] e con Jovanotti al Jova Beach Party a Marina di Cerveteri.

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Web[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2022 – Le Donne (con i Vazzanikki)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2021 – La droga no
  • 2022 – SHARK COVID (con i Vazzanikki)

Teatrografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Penultima data del tour mondiale (2018)
  • Uno spettacolo eterosessuale, con tutto il rispetto (2018-2019-2020)
  • Il mansplaining spiegato a mia figlia (2021-2022)

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 agosto 2021 riceve al Teatro dei Ruderi di Cirella di Diamante il Premio Riccio d'Argento di Fatti di Musica, in quanto "Personaggio televisivo dell'anno".[9]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Nel numero 3423 di Topolino, uscito il 30 giugno 2021, è presente il personaggio di Lunduck, disegnato da Gaja Arrighini e Mattia Surroz e basato su Lundini.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mi presento, io sono Valerio Lundini, su TV Sorrisi e Canzoni, 24 settembre 2020. URL consultato il 27 novembre 2020.
  2. ^ Lillo e Greg 610 - Rai Radio 2 - RaiPlay Radio, su Rai. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  3. ^ Battute?, su RAI Ufficio Stampa. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  4. ^ Valerio Lundini, una pezza ai danni del banale, su huffingtonpost.it, 14 ottobre 2020. URL consultato il 26 ottobre 2020.
  5. ^ Sanremo 2021: chi è Valerio Lundini, comico che canta con Fulminacci nella serata duetti, su tg24.sky.it. URL consultato il 1º aprile 2021.
  6. ^ Emanuele Fiocca, Valerio Lundini, amara delusione sul finale a Soliti Ignoti, su lanostratv.it. URL consultato il 1º aprile 2020.
  7. ^ Valerio Lundini • Penultima Data del Tour Mondiale Live, su Parioli Theatre Club. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  8. ^ Primo maggio: il Concertone a Roma. La piazza si riempie di giovani dopo due anni, su rainews.it. URL consultato il 1º maggio 2022.
  9. ^ Fatti di musica 2021, tutto esaurito al Teatro dei Ruderi di Cirella per Valerio Lundini, su Corriere di Lamezia, 14 agosto 2021. URL consultato il 7 settembre 2021.
  10. ^ Una pezza di Lundini sbarca nel mondo di Topolino, Lunduck intervista Zio Paperone, su tv.fanpage.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]