Sara Tommasi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sara Tommasi
Sara Tommasi, 2009 (cropped).jpg
Sara Tommasi nel 2009
Altezza170[1] cm
Misure87-61-87[1] (mastoplastica additiva[2][3])
OcchiMarroni
CapelliCastani

Sara Tommasi (Narni, 9 giugno 1981[4]) è una showgirl ed ex modella italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha conseguito una laurea in economia presso l'Università Bocconi di Milano[2] con una tesi dal titolo Il caso Cirio Parmalat, funzionamento dei mercati, tutela del risparmio[5].

Nel suo curriculum ci sono, secondo quanto da lei sempre dichiarato[6], anche un diploma di recitazione e dizione presso il CTA di Milano, uno stage di recitazione presso l'Actor's Studio di New York[7][6] e la frequenza un laboratorio avanzato di recitazione tenuto da Beatrice Bracco a Roma[8].

Attività artistica come attrice e showgirl (1998-2010)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver esordito nel mondo dello spettacolo nel 1998 partecipando a Miss Italia con la fascia di Miss Umbria (arrivò sino alle prefinali di San Benedetto del Tronto[5]) iniziò la sua carriera in televisione come veejay per All Music. Nel 2002 è stata scelta come valletta del Paolo Limiti Show in onda su Rai 1; nel 2003 è stata quindi protagonista di "MouseTrip" video degli "Insolito" programmato nel circuito americano di MTV. Nel 2004 è stata inviata del programma Con tutto il cuore, finalista a Veline 2004, "paperetta" di Paperissima e "schedina" di Quelli che il calcio.

Nel 2006 ha quindi raggiunto una maggiore notorietà partecipando alla quarta edizione del reality show L'isola dei famosi (dove si è classificata al quarto posto), partecipando al programma On the Road (in onda su Italia 1) e posando per il calendario sexy dell'anno prodotto da Max. Intervistata a seguito della diffusione del calendario ha dichiarato all'inizio non voleva spogliarsi, ma poi ha cambiato idea; ha quindi aggiunto di essersi sottoposta ad un intervento chirurgico di mastoplastica additiva e definito sé stessa come un prodotto da vendere nel mercato dello show business[2].

Nel 2007 ha poi affiancato Fabrizio Frizzi alla conduzione di due puntate di Mi fido di te e nel 2008 ha debuttato al cinema con il film Ultimi della classe, diretto da Luca Biglione, per il quale ha ottenuto il premio come Migliore Attrice Non Protagonista nella seconda edizione dell'Invisible Film Festival di Cava de' Tirreni.[9] Nel 2009 ha inoltre affiancato Paolo Bargiggia alla conduzione del magazine in onda dopo le partite dell'Europa League su Rete 4.

Nel 2010 è stata la terza testimonial (dopo Manuela Arcuri e Karima El Mahroug) del libro Il labirinto femminile dell'avvocato e politico Alfonso Luigi Marra: nello spot, che ha avuto un certo risalto mediatico, la Tommasi appariva vestita come Osama bin Laden per poi spogliarsi fino all'intimo[10].

Gli eccessi (2011-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2011 la Tommasi è stata coinvolta nel caso Ruby che vedeva come parte in causa l'allora Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi; a seguito del fatto ha rilasciato un'intervista al settimanale femminile Diva e donna che suscitò molto clamore in quanto dichiarava di avere il timore di essere uccisa e vittima di non ben precisati persecutori, che le avrebbero somministrato droghe per fini sessuali[11]. All'intervista in questione hanno fatto seguito anche altri interventi della Tommasi sui media dello stesso tenore, in cui aggiungeva anche di non essere una escort. Ha quindi aggiunto di essere stata colpita positivamente da Berlusconi la prima volta che l'aveva visto, ma di sentirsi delusa in quanto un politico avrebbe dovuto dare il buon esempio[12].

A partire dal dicembre dello stesso anno, inoltre, ha cominciato ad apparire sempre più di frequente senza veli[13]. Ha comunque proseguito, nello stesso periodo, la carriera come attrice apparendo nel film Una cella in due, diretto da Nicola Barnaba e ad una puntata della serie televisiva Fratelli detective. Nel 2012 ha presentato anche il programma Celebrity su Coming Soon Television.

Nel 2018 ha rilasciato un'intervista a Le Iene in cui ha dichiarato di essere affetta da un disturbo bipolare per cui è ancora in cura; contestualmente dichiara di essere stata in cura in ospedale per 5 mesi e di non ricordare molto degli anni di eccessi[14].

I film pornografici (2012-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 viene diffuso un primo film pornografico in cui la Tommasi compariva come attrice. A seguito della diffusione della pellicola, intitolata La mia prima volta e diretta da Guido Maria Ranieri[15] è stata ricoverata in una struttura ospedaliera e sottoposta ad una cura per una forte depressione[16][17]; terminato il ricovero ha dichiarato non voler più girare film pornografici[18]. Tuttavia, nel 2013 sono stati diffuse altre due pellicole dal tenore pornografico che la vedono coinvolta: I soliti noti, collezione di scene tratte da film già usciti[19] e Vip sesso e potere, girato insieme all'ex concorrente del Grande Fratello 11 Nando Colelli[20].

L'indagine per abusi nei suoi confronti (2012-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2012, a seguito di una denuncia presentata da Alfonso Luigi Marra per conto della Tommasi, la polizia giudiziaria ha sequestrato il film pornografico Confessioni private; secondo quanto riportato nella denuncia il produttore del film, Federico De Vincenzo, avrebbe drogato la Tommasi al fine di costringerla a girare il film[21][22]. Di contro, De Vincenzo si è difeso sostenendo che una visita specialistica dimostrerebbe che durante le riprese l'attrice era in grado di intendere e volere[23]. La vicenda è comunque finita al centro di una indagine della Procura di Salerno, che nel 2013 ha disposto l'arresto di De Vincenzo e del distributore della pellicola Giuseppe Matera, accusati di aver indotto la showgirl a girare il film attraverso la somministrazione di cocaina.[24][25]

Il 22 maggio 2014 il tribunale della stessa città ha condannato a 2 anni e 10 mesi Matera[26], che ha scelto di essere giudicato con il rito abbreviato; la sentenza è stata poi confermata nel 2015 dalla Corte d'appello della stessa città[27]; parallelamente, dopo il rinvio a giudizio[26] è iniziato il procedimento nei confronti del produttore Federico Di Vincenzo, del regista Max Bellocchio e degli attori Pino Igli Papale e Fausto Zulli.

Nel 2016, nell'ambito del dibattimento, è stato ascoltato il neuropsichiatra Michele Sforza, che tra il 2011 ed il 2012 visitò per quattro volte la Tommasi; egli avrebbe confermato che l'attrice in quel periodo manifestava dei chiari sintomi ascrivibili alla psicosi ed al delirio con allucinazioni visive ed uditive e che questi sarebbero stati percepibili da chiunque[28]. Nel 2017 è stato ascoltato dal tribunale di Salerno anche il produttore Matera, il quale avrebbe dichiarato che la Tommasi utilizzava sostanze stupefacenti in modo massiccio, che l'avrebbero resa poco collaborativa sul set del film porno sequestrato, e che per tali motivi si sarebbe scelto di impiegare controfigure per alcune scene[29].

Attività imprenditoriali (2015-2019)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato la città di Milano ed essere tornata a vivere a Terni[30], Sara Tommasi si è dedicata ad attività imprenditoriali curando la promozione del "bha", un dolce creato dal padre[31]. Nel 2015, dopo aver collaborato con l'avvocato Alfonso Luigi Marra come "consulente tecnica delle cause del signoraggio bancario"[32], è stata nominata dirigente del "Marruvium", squadra calcistica di San Benedetto dei Marsi militante in seconda categoria. Nel 2019 ha quindi aperto una panetteria a Terni[30].

Ritorno all'attività di showgirl e lancio nella musica (2019-2020)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2019, dopo anni di lontananza dalla televisione, ha ripreso l'attività di showgirl conducendo Manhattan Transfer, programma sull'archeologia in onda sulla rete locale TeleTerni[33]. È stata inoltre scelta per condurre lo show radiofonico Sara quel che sarà, trasmesso dall'emittente ternana Radio Passeggiata[33].

Nel 2020, viene coinvolta in un progetto musicale dal duo umbro Luci da Labbra: la Tommasi registra un singolo dance intitolato Vis a Vis[34].

Programmi TV[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Prima serata (Radio FM 104.5, 2013)
  • Sara quel che sarà (Radio Passeggiata, 2019)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • MouseTrip degli Insolito (2003)
  • Cacciamo insieme i mercanti dal tempio di Flycat (2013)
  • Nel mio privé di Andrea Diprè feat. Sara Tommasi (2015)

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Calendari
  • 2007 - Calendario per la rivista Max
  • 2015 - Calendario autoprodotto
Libri
  • Sara Tommasi, Ora basta, parlo io!!! A voi il piacere di scoprire dov'è la realtà e dove la fantasia..., Gruppo Albatros Il Filo, 2012, ISBN 88-567-5921-7.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Tiscali Spettacoli - Le nuove bombe sexy del piccolo schermo, Tiscali. URL consultato il 1º giugno 2015 (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2006).
  2. ^ a b c Sara Tommasi, dalla Bocconi al calendario, Corriere della Sera, 5 ottobre 2006. URL consultato il 29 aprile 2014.
  3. ^ Sara Tommasi sul calendario di Max Archiviato il 1º febbraio 2008 in Internet Archive., articolo di TgCom, del 3 ottobre 2006
  4. ^ Articolo sul Resto del carlino
  5. ^ a b Sara Tommasi, il crollo della showgirl tra autolesionismo ed esibizione, Il Giornale Digitale, 30 marzo 2015.
  6. ^ a b Germana Zappatore, Sara Tommasi: età, carriera, malattia, fidanzato, programmi tv, su cronacasocial.com, 10 maggio 2019.
  7. ^ Sara Tommasi - Photostory Primopiano - ANSA.it, su www.ansa.it, 8 febbraio 2011. URL consultato il 20 novembre 2016.
  8. ^ Formazione professionale da mymovies.it
  9. ^ I premi della 2' Edizione dell'Invisible Film Festival, riportati dal sito cinemaitaliano.info
  10. ^ L'ultimo colpo di Marra: Sara Tommasi è Bin Laden, galleria fotografica relativa allo spot sul sito web de La Repubblica
  11. ^ Mi obbligano al sesso con un microchip - su Corriere del Mezzogiorno del 17 febbraio 2011
  12. ^ «Malata di sesso ma non sono una escort» - Corriere del Mezzogiorno
  13. ^ redazione, Sara Tommasi nuda contro le banche - Lamezia in strada, su www.lameziainstrada.com, 15 novembre 2011. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  14. ^ Redazione, Sara Tommasi a Le Iene: «Non ero io, non ricordo nulla di quel buio», in Giornalettismo, 19 aprile 2018. URL consultato il 22 settembre 2018.
  15. ^ "Sara contro tutti" è uscito a mezzanotte, su romagnanoi.it. URL consultato l'8 luglio 2012.
  16. ^ Sara Tommasi ricoverata in ospedale
  17. ^ Sara Tommasi esce dal rehab: "Ora cambio vita". Ma è già pronta per un nuovo calendario hot
  18. ^ Redazione, Sara Tommasi: ora torno alla vita, basta con i porno! | Che Gossip!, su www.chegossip.com, 8 novembre 2012. URL consultato il 22 settembre 2018.
  19. ^ Danila Mancini, "I soliti noti" di Sara Tommasi è solo una collezione di scene già viste, in Today.it, 7 marzo 2013. URL consultato il 22 settembre 2018.
  20. ^ Danila Mancini, E' on line "Vip, sesso e potere", il secondo porno di Sara Tommasi, in Today.it, 3 maggio 2013. URL consultato il 22 settembre 2018.
  21. ^ Violenza sessuale su Sara Tommasi: è stato sequestrato "Confessioni private"
  22. ^ Sara Tommasi, sequestrato dalla polizia il secondo porno Confessioni Private
  23. ^ Sara Tommasi torna al porno. Parola del produttore del primo film
  24. ^ Sara Tommasi drogata per il film: due arresti per violenza sessuale
  25. ^ Sara Tommasi, il produttore arrestato: Io innocente, la riportai a casa Archiviato il 3 ottobre 2013 in Internet Archive.
  26. ^ a b Per il film porno di Sara Tommasi condannato a 2 anni e 10 mesi il produttore - Corriere del Mezzogiorno
  27. ^ 25 Aprile 2015, Violenza a Sara Tommasi Produttore condannato, su La Città di Salerno. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  28. ^ Caso Sara Tommasi: ecco cosa ha rivelato lo psichiatra ai giudici, su SalernoToday, 15 giugno 2016. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  29. ^ Presunto stupro di Sara Tommasi: ascoltato il produttore di "Confessioni private", su SalernoToday, 7 marzo 2017. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  30. ^ a b Sara Tommasi cambia vita e apre una panetteria a Terni: "Amo questo lavoro e mi tengo impegnata", su Il Fatto Quotidiano, 23 dicembre 2019. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  31. ^ Sara Tommasi, la svolta: diventa imprenditrice e dirigente sportiva, su today.it. URL consultato il 28 settembre 2016.
  32. ^ Sara Tommasi torna all'economia: sarà consulente sul signoraggio bancario per Alfonso Luigi Marra, su Il Fatto Quotidiano, 4 luglio 2015. URL consultato il 28 settembre 2016.
  33. ^ a b Ve la ricordate Sara Tommasi? Il ritorno pazzesco in televisione: a 37 anni, come si è trasformata / Guarda, su www.liberoquotidiano.it, 12 marzo 2019. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  34. ^ Che fine ha fatto Sara Tommasi, dal successo agli eccessi e alla rinascita (con brano dance - Vis a Vis), su NonSolo.TV, 3 giugno 2020. URL consultato il 3 giugno 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]