Il falco e la colomba (miniserie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il falco e la colomba
Falcolomba.png
Il Falco e la Colomba
PaeseItalia
Anno2009
Formatominiserie TV
Generesentimentale
Puntate6
Durata600 min
Lingua originaleitaliano
Rapporto16:9
Crediti
RegiaGiorgio Serafini
SoggettoGiorgio Serafini
SceneggiaturaGiorgio Serafini
Interpreti e personaggi
FotografiaMassimo Zeri
MontaggioCarlo Balestrieri
ProduttoreGuido De Angelis
Casa di produzioneDAP italy
Prima visione
Dal13 ottobre 2009
Al17 novembre 2009
Rete televisivaCanale 5

Il falco e la colomba è una miniserie televisiva composta da 6 episodi, interpretata tra gli altri da Giulio Berruti, Cosima Coppola e Anna Safroncik. La serie è ispirata al racconto La badessa di Castro di Stendhal.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Albano 1525, circa. La Principessa ELena Campireali, dopo aver ricevuto una severa educazione nell'abbazia di Castro, è promessa in sposa al principe Savelli che in cambio, assicura l'investitura cardinalizia a Fabio, fratello di Elena. Elena tuttavia si innamora di Giulio Branciforte, mercenario al servizio del Cardinale Colonna, il quale vuole diventare Papa a tutti i costi.

Dopo una serie di peripezie, Elena sposa Savelli credendo Giulio morto, proprio quando nel 1527, i servi della gleba tedeschi, mercenari conosciuti come Lanzighenecchi (Landsknechten) scendono in Italia e saccheggiano Roma, provocando caos e disordine.

Liberamente ispirato al romanzo di Stendhal, La Badessa di Castro.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Location[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese sono state effettuate presso la Villa Medicea "I Collazzi" di Scandicci. [1]

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

La miniserie è stata trasmessa in prima visione su Canale 5 dal 13 ottobre al 17 novembre 2009.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Note dal set - Articolo -Il Falco e la Colomba - serie tv - Fiction, su www.fiction.mediaset.it. URL consultato il 5 settembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione