Polesine Parmense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polesine Parmense
frazione
Polesine Parmense – Stemma Polesine Parmense – Bandiera
Polesine Parmense – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Parma-Stemma.png Parma
Comune Polesine Zibello-Stemma.png Polesine Zibello
Territorio
Coordinate 45°01′N 10°05′E / 45.016667°N 10.083333°E45.016667; 10.083333 (Polesine Parmense)Coordinate: 45°01′N 10°05′E / 45.016667°N 10.083333°E45.016667; 10.083333 (Polesine Parmense)
Altitudine 36 m s.l.m.
Superficie 24,9 km²
Abitanti 697 (2011)
Densità 27,99 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 43010
Prefisso 0524
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 034029
Cod. catastale G783
Targa PR
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti polesinesi
Patrono san Vito
Giorno festivo 15 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Polesine Parmense
Polesine Parmense
Sito istituzionale

Polesine Parmense (Pülésan in dialetto parmigiano[1]) è una frazione del comune di Polesine Zibello, nella provincia di Parma in Emilia-Romagna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Posizione dell'ex comune di Polesine Parmense nella provincia di Parma

Un tempo feudo della famiglia Pallavicino, il suo nome, così come quello della regione in provincia di Rovigo, deriva da "pollicino", "depositi di melma che emergono dalle acque fluviali in forma di isole", a sua volta derivato dal latino pullus, pollone. Una seconda ipotesi fa invece risalire l'origine del toponimo alla lingua etrusca e più precisamente al gentilizio femminile Puleisnai, il cui significato sembra peraltro coincidere con quello assunto attualmente dall'antroponimo.[2]

Polesine fu comune autonomo della bassa parmense fino al 1º gennaio 2016, quando si è unito con Zibello andando a formare il comune di Polesine Zibello.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Vicino al Po si trova l'Antica Corte Pallavicina, castello costruito nel XV secolo dai marchesi Pallavicino e trasformato nel XIX secolo in azienda agricola. Oggi è una struttura privata che funge da azienda agricola, relais di lusso e ristorante.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Sono qui riportati gli abitanti del comune autonomo di Polesine Parmense dal 1861 al 2011, che comprendeva oltra alla frazione capoluogo anche quelle di Ardella, Ardola, La Motta, Ongina, Santa Croce, Santa Franca e Vidalenzo.

Abitanti censiti[3]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

In novembre è sede della seconda tappa della manifestazione enogastronomica November Porc, dedicata nell'occasione alle specialità norcine locali "preti" e "vescovi".[4] Inoltre è presente la nuova scuola di musica moderna che presenta dei corsi di strumenti musicali oltre che al progetto di musica d'insieme, dove i ragazzi suonano tutte le settimane come una vera band e sotto la guida di maestri qualificati

Persone legate a Polesine Parmense[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Insieme al comune di Zibello, costituiva l'Unione Civica Terre del Po. Sulla scia di questa unione, nel mese di aprile 2010 vennero aperte le consultazioni per fondere i due comuni all'interno di una singola entità.[5] L'Unione Civica ha tuttavia cessato di esistere, nelle sue funzioni, con il recesso di entrambi i comuni nel mese di novembre 2012.[6][7]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
11 giugno 1985 22 giugno 1990 Vittorio Bottazzi Democrazia Cristiana Sindaco [8]
2 luglio 1990 24 aprile 1995 Vittorio Bottazzi Democrazia Cristiana Sindaco [8]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Davide Maestri centro-sinistra Sindaco [8]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Davide Maestri centro-sinistra Sindaco [8]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Andrea Censi centro-sinistra Sindaco [8]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Andrea Censi lista civica Sindaco [8]
26 maggio 2014 31 dicembre 2015 Sabrina Fedeli lista civica: polesine! ancora con voi Sindaco [8]

L'11 ottobre 2015 si tiene un referendum per la fusione con il comune limitrofo di Zibello. Il referendum ottiene esito positivo, con il 51% dei voti a favore della fusione.[9] Dal 1º gennaio 2016 il sindaco è sostituito dal commissario prefettizio, incaricato dell'amministrazione fino alle elezioni del 5 giugno dello stesso e che segnano la nascita del nuovo comune di Polesine Zibello.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guglielmo Capacchi, Dizionario Italiano-Parmigiano. Tomo II M-Z, Artegrafica Silva, pp. 895ss.
  2. ^ Massimo Pittau - Polèsine: coronimo etrusco
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ NOVEMBER PORC - Programma della festa
  5. ^ Polesine e Zibello, fusione nell'aria | Gazzetta di Parma
  6. ^ Zibello e Polesine: L'Unione Terre del Po ha finito di esistere | Gazzetta di Parma
  7. ^ Unione Polesine Zibello | Appuntamenti | Convocazione Consiglio Unione Civica Terre del Po giovedi' 29.12.2012 ore 11,00
  8. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/
  9. ^ Gazzetta di Parma, Fusione fra Polesine e Zibello: vince il sì, gazzettadiparma.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN248321021
Parma Portale Parma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Parma