Rolando il Magnifico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rolando Pallavicino detto il Magnifico (Polesine Parmense, 13 giugno 1393Busseto, 5 febbraio 1457) è stato un condottiero e politico italiano.

Rolando I il Magnifico (comune di Busseto)
Stemma dei Pallavicino

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio naturale ed erede di Niccolò dei Pallavicino di Busseto, morto nel 1401, che nel 1391 aveva stipulato a nome della propria casata un patto di sottomissione a Gian Galeazzo Visconti. Rolando fu il creatore di quello che alla metà del Quattrocento era comunemente chiamato "Stato Pallavicino".

Egli si mosse con abilità e spregiudicatezza nel complesso intrico di vicende politico-militari che ebbero luogo nell'area padana durante la prima metà del XV secolo, destreggiandosi tra i Visconti e le potenze loro avversarie, in primo luogo la Repubblica di Venezia.

Nel 1407 sposò Caterina Scotti di Agazzano.

Ottenne nel 1413 dall'imperatore Sigismondo del Lussemburgo la conferma dei privilegi che i precedenti imperatori avevano concesso alla sua casata, ma ebbe anche l'investitura delle terre e dei castelli da lui posseduti da parte dei duchi di Milano Filippo Maria Visconti e Francesco Sforza.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Rolando morì nel 1457, suddividendo i propri beni e domini tra i suoi sette figli:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri italiane. Pallavicino, Modena, 1930.
  • C. Soliani - G. A. Allegri - P. Capelli, Nelle terre dei Pallavicino, Busseto, Biblioteca della Cassa di Risparmio di Parma e Monte di Credito su pegno di Busseto, 1989.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Marchesi di Cortemaggiore Successore Coa fam ITA pallavicino2.jpg
(nuovo titolo) 13941457 Gian Ludovico Pallavicino