Pietro Galletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pietro Galletti
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato29 ottobre 1664 a San Cataldo
Ordinato presbitero3 maggio 1692
Consacrato vescovo5 settembre 1723 dal cardinale Juan Álvaro Cienfuegos Villazón
Deceduto6 aprile 1757 (92 anni) a Catania
 

Pietro Galletti (San Cataldo, 29 ottobre 1664Catania, 6 aprile 1757) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Monumento sepolcrale del XVIII secolo del vescovo Pietro Galletti, presso la cattedrale di Catania.

Nacque il 29 ottobre 1664 nella famiglia Galletti dei principi di Fiumesalato e marchesi di San Cataldo, figlio di Vincenzo Galletti, nipote ed omonimo del fondatore del paese di San Cataldo, e di Maria De Gregorio dei duchi di Tremisteri. Era fratello di Ignazio Galletti, pari del Regno e del principe Giuseppe.

Dopo gli studi fu ordinato sacerdote ed ebbe l'incarico di parroco beneficiale di Sant'Antonio Magno a Palermo e successivamente di inquisitore apostolico. Fu anche reggente unico del Sant'Uffizio dell'inquisizione della Sicilia.

Il 30 agosto 1723 fu nominato vescovo di Patti e il 18 novembre 1729 di Catania. Il 9 maggio del 1737 consacrò la Chiesa Madre del suo paese. Il 18 marzo 1738, consacrò la parrocchia San Giuseppe di Catenanuova.

Nella lenta ma magnificente ricostruzione barocca post terremoto del Val di Noto del 1693, per la spiccata propensione verso le belle arti e avvalendosi dell'opera dei più talentuosi artisti operanti in Sicilia, da mecenate contribuì all'abbellimento strutturale e all'arricchimento del patrimonio pittorico della cattedrale di Sant'Agata di Catania, della cattedrale di San Bartolomeo di Patti, entrambi diocesi sedi del suo ministero, e di numerosi altri poli monumentali.

Morì il 6 aprile 1757, all'età di 92 anni. Il suo corpo è custodito nella cattedrale di Catania.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]