Pan meino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pan meino
Meino.jpg
Origini
Altri nomi Pan de mej, pammeino, panigada, pan dei poveri, pan melghino[1]
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Lombardia
Diffusione Milano, Lecco, Como, Varese
Dettagli
Categoria dolce
Ingredienti principali
  • farina bianca
  • farina gialla
  • burro
  • zucchero
  • uova
  • fiori di sambuco
 

Il pan meino, pan de mej in lombardo (letteralmente "pane di miglio"), è un dolce tipico lombardo, diffuso specialmente nelle province di Milano, Lodi, Lecco e Como.

Si tratta di una focaccia aromatizzata ai fiori di sambuco.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Vi sono due leggende circa la nascita di questo dolce: la prima narra che il pan meino fu inventato nella prima metà del XIV secolo dagli abitanti delle campagne milanesi per festeggiare la sconfitta dei briganti allora presenti per le campagne milanesi ad opera di Luchino Visconti. La seconda fa risalire l'invenzione del dolce a semplice accompagnamento alla tazze di panna tradizionalmente offerte alla popolazione dai lattai nel giorno di San Giorgio, loro protettore: il 23 aprile è quindi tradizionalmente preparato il pan meino[2] [3].

La ricetta del dolce prevede farina gialla mischiata a farina bianca con uova, latte, panna, burro, zucchero e soprattutto fiori di sambuco che conferiscono il particolare aroma alla preparazione. Al tutto viene data una forma circolare schiacciata per passare quindi alla cottura[2][4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Si festeggia san Giorgio, arriva il Pan Meino, su VareseNews. URL consultato il December 14, 2016.
  2. ^ a b Pan Meino, su ersaf.lombardia.it. URL consultato il 21 Novembre 2017.
  3. ^ Ricetta Pan meino (pan de mej), su Le Ricette di GialloZafferano.it. URL consultato il 21 Novembre 2017.
  4. ^ Luigi Cremona, L'Italia dei dolci, Touring Editore, 2004, p. 271, ISBN 88-365-2931-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]