Muhammad V di Kelantan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Muhammad V di Kelantan
Yang di-Pertuan Agong della Malesia
Stemma
Stemma
In carica13 dicembre 2016 –
6 gennaio 2019
Investitura24 aprile 2017
PredecessoreAbdul Halim di Kedah
SuccessoreAbdullah di Pahang
Sultano di Kelantan
In caricadal 13 settembre 2010 (13 anni)
PredecessoreIsmail Petra
Nome completoPaduka Sri Sultan Muhammad V ibni Sultan Ismail Petra
NascitaKota Bharu, 6 ottobre 1969 (54 anni)
Casa realeKelantan
DinastiaLong Senik
PadreIsmail Petra di Kelantan
MadreTengku Anis Tengku Abdul Hamid
ConsorteTengku Zubaidah Tengku Nuruddin (2004-2007, div.)
Sultanah Nur Diana Petra Abdullah (m. 2010)[1]
Oksana Voevodina (2018-2019, div.)
FigliTengku Ismail Leon Petra
ReligioneMusulmano sunnita
Firma

Il brigadier generale Paduka Sri Sultan Muhammad V ibni Sultan Ismail Petra (Kota Bharu, 6 ottobre 1969) è il sultano di Kelantan in Malaysia dal 2010 ed è stato Yang di-Pertuan Agong della Malaysia dal 2016 al 2019.[2]


Crisi di successione[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni di vita e formazione[modifica | modifica wikitesto]

Muhammad V è nato a Kota Bharu il 6 ottobre 1969 il suo nome completo è Tengku Muhammad Faris Petra ibni Sultan Ismail Petra. È stato istruito presso il Tadika Fatima Convent e la Sultan Ismail School di Kota Bharu, la Alice Smith School di Kuala Lumpur, la Oakham School di Rutland, il St Cross College dell'Università di Oxford, l'Oxford Centre for Islamic Studies, la Huron University College di London, la InWEnt di Berlino e la European Business School di Londra.

È stato nominato erede apparente con il titolo di Tengku Mahkota il 30 marzo 1979 ed è stato investito ufficialmente il 6 ottobre 1985 presso l'Istana Balai Besar di Kota Bharu. Lo stesso anno è entrato nel consiglio reale del sultanato.

Crisi di successione[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2009, suo padre, il sultano Ismail Petra, è stato colpito da un grave ictus. Il monarca è stato ricoverato al Mount Elizabeth Hospital di Singapore e l'allora principe ereditario è stato nominato reggente il 25 maggio, in assenza del sultano.[3] Il 16 settembre 2010 ha espulso il suo fratello minore, il Tengku Temenggong di Kelantan, Tengku Muhammad Fakhry Petra, dal Consiglio di successione, che ha il potere di determinare la successione al trono nel caso il sovrano divenisse incapace in modo permanente.[3]

Fakhry ha contestato la sua rimozione presso la Corte Superiore nel mese di dicembre,[4] e ha scritto una lettera al Segretario di Stato presumibilmente per chiedere l'annullamento della decisione del fratello.[3] Nel gennaio 2010, la Corte Superiore ha respinto la domanda di Fakhry.[5]

In seguito, il segretario privato del sultano Ismail Petra ha nominato il presidente del Consiglio di successione Tengku Abdul Aziz Tengku Mohd Hamzah reggente. La nomina è stata contestata da Faris Petra in tribunale.[6]

Sultano[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 settembre 2010,[7] Muhammad Faris Petra è stato proclamato 29º sultano di Kelantan, in conformità con la Costituzione dello Stato.[8] Ha preso il nome di Muhammad V.[9] Tuttavia, suo padre, l'ex sultano Ismail Petra, ha chiesto alla Corte federale di dichiarare incostituzionale la sua nomina.[10] Ismail Petra è ancora in cura dopo l'ictus.[11]

Muhammad V ha partecipato alla 222ª Conferenza dei governanti, per la prima volta e come membro a pieno titolo, nell'ottobre del 2010. Questo ha segnato il riconoscimento della sua ascesa al trono da parte degli altri sovrani.[12]

È stato eletto Vice Yang di-Pertuan Agong nel mese di ottobre 2011, e ha iniziato il suo mandato il 13 dicembre successivo.[13]

Il monarca è colonnello in capo del Royal Artillery Regiment, dell'Esercito malese e partecipa a tutte le attività e alle occasioni cerimoniali.

Vice Yang di-Pertuan Agong[modifica | modifica wikitesto]

Muhammad V è stato eletto vice Yang Di-Pertuan Agong nell'ottobre del 2011. Ha servito in questo incarico dal 13 dicembre 2011 al 12 dicembre 2016.

Yang di-Pertuan Agong[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 ottobre 2016 la Conferenza dei governanti lo ha eletto Yang di-Pertuan Agong, capo di Stato della Malesia. Il suo regno è iniziato il 13 dicembre successivo, al termine del mandato di Abdul Halim di Kedah.[14] Con un'età di 47 anni, è il quarto più giovane Yang di-Pertuan Agong dopo Putra di Perlis, Mizan Zainal Abidin di Terengganu e Abdul Halim di Kedah.[15]

Egli è il primo Yang di-Pertuan Agong nella storia a regnare senza una regina consorte.

Suo fratello minore, Muhammad Faiz Petra, il Tengku Mahkota, è reggente del Kelantan durante il mandato del fratello.

Come Yang di-Pertuan Agong, ha la responsabilità di comandante in capo delle Forze armate malesi.

Il 6 gennaio 2019 ha abdicato.[16]

Vita personale[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 novembre 2004 il futuro monarca ha sposato Tengku Zubaidah Tengku Nuruddin o Kangsadal Pipitpakdee (cugina di primo grado di sua madre), membro della famiglia ex-reale di Pattani e figlia di un ex membro del parlamento thailandese per la provincia di Pattani. Kangsadal si è laureata presso l'Università Mahidol prima di lavorare in una compagnia di assicurazioni a Bangkok.[17] Al matrimonio hanno partecipato la regina di Thailandia Sirikit, il Primo ministro della Malesia Najib Razak e il ministro degli Esteri thailandese Surakiart Sathirathai.[18] Kangsadal prese il nome Tengku Zubaidah Tengku Norudin dopo il matrimonio, che si è concluso con un divorzio nel 2007. I due non hanno avuto figli.[19]

Il 6 gennaio 2019 il sovrano ha improvvisamente abdicato (primo caso nella storia del suo paese) rinunciando al trono per vivere con una top model russa, Oksana Voevodina, di 25 anni - vincitrice nel 2015 del concorso Miss Mosca - che aveva già segretamente sposato in Kelantan il 7 giugno 2018 (divorzio il 1º luglio 2019). Con un figlio, Tengku Ismail Leon Petra (nato il 21 maggio 2019).

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Sultano Ibrahim IV di Kelantan Sultano Muhammad IV di Kelantan *  
 
Nik Wan Zainab binti Nik Wan Muhammad Amin *  
Sultano Yahya Petra di Kelantan  
Cik Embong binti Encik Daud Encik Daud  
 
 
Sultano Ismail Petra di Kelantan  
Tengku Muhammad Petra bin Tengku Idris Tengku Idris bin Tengku Ahmad  
 
Tengku Bongsu binti Tengku Long Senik  
Tengku Zainab binti Tengku Muhammad Petra  
Tengku Chik binti Sultano Muhammad Sultano Muhammad IV di Kelantan *  
 
Nik Wan Zainab binti Nik Wan Muhammad Amin *  
Sultano Muhammad V di Kelantan  
Tengku Muda Sulong Abdul Putra bin Tengku Wok Tengku Wok  
 
Tengku Song  
Tengku Abdul Hamid bin Tengku Muda Sulong Abdul Putra  
 
 
 
Tengku Anis Tengku Abdul Hamid  
Tengku Muhammad Hamzah bin Tengku Long Zainal Abidin Tengku Long Zainal Abidin bin Tengku Muhammad  
 
Tengku Ngah binti Tengku Chik  
Tengku Hajjah Azizah binti Tengku Muhammad Hamzah  
Puan Hajjah Nik Zainab binti Nik Ismail Nik Ismail  
 
Wan Embong  
 

Onorificenze[20][modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze malesi[modifica | modifica wikitesto]

Gran maestro e membro dell'Ordine della Real casa di Malesia - nastrino per uniforme ordinaria
Gran maestro dell'Ordine della Corona del reame - nastrino per uniforme ordinaria
Gran maestro dell'Ordine del Difensore del reame - nastrino per uniforme ordinaria
Gran maestro dell'Ordine della lealtà alla Corona di Malesia - nastrino per uniforme ordinaria
Gran maestro dell'Ordine al merito - nastrino per uniforme ordinaria
Gran maestro dell'Ordine del servizio militare - nastrino per uniforme ordinaria
Gran maestro dell'Ordine dell'eroismo della polizia - nastrino per uniforme ordinaria
Gran maestro dell'Ordine del servizio distinto - nastrino per uniforme ordinaria
Gran maestro dell'Ordine della Casa reale - nastrino per uniforme ordinaria

Personalmente è stato insignito dei titoli di:

Membro dell'Ordine della Corona del reame - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Commendatore dell'Ordine Famigliare Reale di Johor (Johor) - nastrino per uniforme ordinaria
Membro dell'Ordine Famigliare Reale di Kedah - nastrino per uniforme ordinaria
Membro dell'Ordine Famigliare Reale di Negeri Sembilan (Negeri Sembilan) - nastrino per uniforme ordinaria
Membro dell'Ordine Famigliare Reale di Perak (Perak) - nastrino per uniforme ordinaria
Membro dell'Ordine Famigliare Reale di Perlis del Valoroso Principe Syed Putra Jamalullail (Perlis) - nastrino per uniforme ordinaria
Membro di I Classe dell'Ordine Famigliare Reale di Selangor (Selangor) - nastrino per uniforme ordinaria
Membro di I Classe dell'Ordine Famigliare di Terengganu (Terengganu) - nastrino per uniforme ordinaria

Onorificenze di Kelantan[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro e Membro dell'Ordine Famigliare Reale di Kelantan (Stella di Al-Yunusi) - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Maestro e Cavaliere Gran Comandante dell'Ordine della Corona di Kelantan (Stella di Al-Muhammadi) - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Maestro e Cavaliere Gran Comandante dell'Ordine della Vita della Corona di Kelantan (Stella di Al-Ismaili) - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Maestro e Cavaliere Gran Comandante dell'Ordine della Lealtà alla Corona del Kelantan (Stella di Al-Ibrahimi) - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Maestro dell'Ordine della Corona nobile del Kelantan (Stella di Al-Yahyawi) - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Maestro dell'Ordine del Guerriero valoroso - nastrino per uniforme ordinaria
Gran Maestro (e fondatore) dell'Ordine dei Servizi alla Corona di Kelantan (Stella di Al-Petrawi) - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia del giubileo d'argento del sultano Ismail Petra - nastrino per uniforme ordinaria

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran Collare di Badr (Arabia Saudita) - nastrino per uniforme ordinaria
Cavaliere di gran croce dell'ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria
Membro di Classe Eccezionale dell'Ordine di Isa bin Salman Al Khalifa (Bahrain) - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia per il giubileo d'oro del sultano del Brunei (Brunei) - nastrino per uniforme ordinaria
Collare dell'Indipendenza (Qatar) - nastrino per uniforme ordinaria
— 15 ottobre 2017


Sport[modifica | modifica wikitesto]

In suo onore, lo stadio calcistico del Kelantan United Football Club, porta il nome di “Sultan Muhammad V Stadium”.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sultan Muhammad V proclaims Che Puan Nur Diana Petra as the Sultanah of Kelantan, su The Star. URL consultato il 2 agosto 2022.
  2. ^ Il re della Malesia ha abdicato senza dare spiegazioni, su Il Post, 6 gennaio 2019. URL consultato il 6 gennaio 2019.
  3. ^ a b c Younger prince downplays talk of discord in Kelantan palace, in The Star, 4 gennaio 2010. URL consultato il 12 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2010).
  4. ^ Kelantan royal 'tussle': Prince to know Friday, in The Star, 27 gennaio 2010. URL consultato il 13 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2010).
  5. ^ Tengku Fakhry loses case against Regent, in The Star, 30 gennaio 2010. URL consultato il 13 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 30 marzo 2010).
  6. ^ Tengku Faris files to declare Regent's appointment invalid, in The Star, 31 marzo 2010. URL consultato il 13 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2010).
  7. ^ Genealogy, su members.iinet.net.au. URL consultato il 19 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2018).
  8. ^ Tuanku Muhammad Faris Petra is new Sultan of Kelantan, in Sin Chew Daily, 13 settembre 2010. URL consultato il 22 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2010).
  9. ^ Sultan Muhammad V Official Name of New Kelantan Sultan, Bernama, 22 settembre 2010. URL consultato il 23 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2011).
  10. ^ Proclamation Of Tuanku Muhammad Faris Petra As Sultan Unconstitutional, Says Former Sultan, Bernama, 20 settembre 2010. URL consultato il 22 settembre 2010.
  11. ^ A. Letchumanan, Kelantan’s Tuanku Ismail wants court to declare him rightful Sultan, in The Star, 21 settembre 2010. URL consultato il 22 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2010).
  12. ^ Conference of Rulers welcomes Sultan Muhammad V, in New Straits Times, Bernama, 14 ottobre 2010. URL consultato il 13 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2011).
  13. ^ Kedah Sultan To Be Next King, For The Second Time, Bernama, 14 ottobre 2011. URL consultato il 14 ottobre 2011.
  14. ^ Kelantan Sultan will be new King, in The Star, 14 ottobre 2016. URL consultato il 14 ottobre 2016.
  15. ^ Youngest Ruler selected, in The Star Online, 15 ottobre 2016. URL consultato il 15 ottobre 2016.
  16. ^ Kelantan Sultan Muhammad V abdica.
  17. ^ Kelantan abuzz with talk of royal wedding, in The Star, 22 ottobre 2004. URL consultato il 13 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2012).
  18. ^ Last single Malaysian crown prince gets hitched, in Taipei Times, Associated Press, 17 novembre 2004. URL consultato il 13 maggio 2011.
  19. ^ Marriage on the cards for Sultan Kelantan, in New Straits Times, 5 maggio 2011. URL consultato il 13 maggio 2011 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2011).
  20. ^ Royal Ark

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]