Minions (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Minions
Minions (film) yellow logo.svg
Logo del film
Titolo originale Minions
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2015
Durata 90 min
Genere animazione, commedia, comico
Regia Pierre Coffin, Kyle Balda
Soggetto Brian Lynch sui personaggi creati da Sergio Pablos
Sceneggiatura Brian Lynch
Produttore Chris Meledandri, Janet Healy
Produttore esecutivo Chris Renaud
Casa di produzione Illumination Entertainment
Distribuzione (Italia) Universal Studios
Montaggio Claire Dodgson
Musiche Heitor Pereira
Animatori Jonathan del Val, Viola Baier, Ernesto Esteso, Adeline Grange, David Laverdure, Vincent Lamaire, Barth Maunoury, Boris Plateau, Diego S. Mazquiriz, Mourad Simoussa, Matte Tange, Adrian Villarino, Daniele Zannone
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Minions è un film d'animazione del 2015 diretto da Pierre Coffin e Kyle Balda.

Il film è uno spin-off/prequel dei film Cattivissimo me e Cattivissimo me 2 e vede come protagonisti i minions, personaggi creati da Sergio Pablos.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I minion Stuart, Kevin e Bob in una scena del film.

I minions sono esistiti fin dall'alba dei tempi ed hanno un solo scopo: servire il padrone più cattivissimo al mondo[1]. Evoluti da organismi unicellulari, i minions sbarcano sulla terraferma, si fanno assumere da un T-Rex, ma nel prendere una banana lo fanno accidentalmente scivolare su un masso e cadere in un vulcano. Poi si mettono al servizio di un uomo delle caverne, ma sostituiscono la sua clava con un acchiappamosche e il cavernicolo, indifeso, viene sbranato da un orso delle caverne. Ci provano nuovamente in Egitto, ma schiacciano per sbaglio il faraone con una piramide[2], provocano l'incenerimento del Conte Dracula[2] e successivamente Napoleone viene centrato da una cannonata.

Decidono quindi di isolarsi dal mondo e cominciare una nuova vita nell'Artide.[3] All'inizio la loro vita da eremiti sembra perfetta, ma ben presto si accorgono che la mancanza di un padrone da servire fa mancare loro una ragione di vita, facendoli morire di noia. Qualche tempo prima del 1968 il minion Kevin decide di partire alla ricerca di un nuovo padrone.[3][4][5]

Kevin, insieme al giovane Stuart (un minion appassionato di chitarre, unitosi alla missione senza aver compreso inizialmente quale fosse lo scopo) e al piccolo Bob (il minion dal comportamento più infantile, scelto perché nessun altro voleva unirsi a Kevin), parte per un lungo viaggio fino ad arrivare a New York City. Rimasti accidentalmente chiusi in un centro commerciale i tre scoprono l'esistenza di Expo-Cattivi, un raduno di criminali a Orlando nel quale si riuniscono i più grandi supercattivi del mondo, tra cui Scarlett Sterminator, elegante e ambiziosa, la più grande supercattiva del mondo. Arrivati al raduno, Kevin, Stuart e Bob scoprono che Scarlett sta cercando dei nuovi sottoposti e, superata fortunosamente la sfida da lei proposta, diventano gli scagnozzi di Scarlet Sterminator.

Nel frattempo, nell'Artide, gli altri minions iniziano a lavorare per alcuni yeti ma, dopo averne ucciso accidentalmente il capo, sono costretti a fuggire in tutta fretta e decidono di ritrovare i tre compagni in missione, che ora sanno essere in Inghilterra.

Scarlett affida ai minions un'importante missione: rubare la corona della Regina d'Inghilterra così da realizzare il suo sogno di bambina di diventare una principessa "amata da tutti". Grazie al marito di Scarlett, Herb, che li rifornisce di innovative e tecnologiche armi, i tre riescono quasi a entrare in possesso della corona della Regina, ma vengono fermati dalle forze dell'ordine. Messo alle strette in un parco, Bob incappa nella mitica spada nella roccia, Excalibur e, riuscendo a estrarla, viene immediatamente riconosciuto come il nuovo Re d'Inghilterra. Convinta che i minions l'abbiano tradita, appropriandosi della "sua" corona, Scarlett cerca di ucciderli, ma re Bob abdica in suo favore. I rapporti con la supercattiva sembrano tornati ottimali, ma in realtà lei non riesce a perdonarli, e li rinchiude nelle segrete del palazzo a subire indicibili torture da parte di Herb.

L'insolita fisiologia dei minions li salva da ogni tipo di tortura possibile e, il giorno dell'incoronazione, i tre riescono a fuggire nelle fogne, intenzionati a scusarsi con Scarlett. All'Abbazia di Westminster, i tre interrompono accidentalmente la cerimonia di incoronazione, quasi uccidendo Scarlett, che sguinzaglia dietro di loro ogni supercattivo presente. Durante un rocambolesco inseguimento, Stuart e Bob vengono catturati, mentre Kevin si nasconde in un pub dove trova l'ex regina Elisabetta. In televisione appare quindi Scarlett, che intima a Kevin di consegnarsi, pena la morte dei suoi due amici. Il minion torna nel laboratorio di Herb, inseguito dai supercattivi, deciso a rifornirsi di armi e liberare Stuart e Bob, finendo però accidentalmente in un macchinario sperimentale che lo ingigantisce, facendo fuggire gli inseguitori.

Kevin salva i suoi amici mentre tutta la sua tribù sta cercandoli a Londra, scontrandosi con Scarlett. Trovati tutti i loro amici, i tre minions sembrano finalmente salvi, ma la supercattiva utilizza un gigantesco missile nel tentativo di sterminare Kevin e tutti gli altri. Kevin afferra il missile, Scarlett e Herb e ingoia la testata, sacrificandosi così per salvare tutti i minions. Il cordoglio della tribù dura poco, per fortuna, scoprendo che il loro amico è tornato alle dimensioni normali ed è sano e salvo.

Elisabetta è di nuovo incoronata Regina d'Inghilterra e ringrazia pubblicamente i minions, regalando a Bob una piccola corona per il suo orsetto, a Stuart una chitarra elettrica (che avrà vita breve), e nominando cavaliere Kevin. Le celebrazioni durano poco, poiché Scarlett ed Herb, creduti morti, rubano la corona di Elisabetta e fuggono, venendo però congelati da un giovane Gru, che prende la corona, mostrandosi come possibile capo ai minions. Scarlett è ovviamente delusa, ma Bob capisce quanto lei desideri realizzare il suo sogno e le regala la sua coroncina. I minions corrono via inseguendo Gru, il loro nuovo cattivissimo capo.

Dopo i titoli di coda si vedono i tre minions protagonisti che cantano e suonano Revolution dei Beatles, mentre alle loro spalle gli altri personaggi del film ballano o danno vita a piccole gag.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Bob, Stuart, Kevin: sono i protagonisti del film. Bob è il più piccolo. Non ha i capelli, ed è affetto da eterocromia perché ha un occhio verde e l'altro marrone. È il più ingenuo e infantile del gruppo e porta sempre con sè il suo orsacchiotto di peluche, Tim. Stuart è il minion adolescente, con un solo occhio. Ha una personalità ribelle ed è per questo che molte volte pensa di poter fare tutto da solo. Ama molto suonare il suo ukulele, anche se il suo sogno è quello di possedere una chitarra elettrica e diventare una rock star. Infine Kevin è il più maturo e il leader del gruppo. Il suo sogno è quello di risultare un eroe agli occhi della sua tribù ed è per questo che lui escogita il piano di uscire dalla caverna di ghiaccio dell'artide per cercare, assieme a Stuart e Bob, il padrone più cattivo al mondo per tutti i minion. I caratteri dei tre protagonisti sono stati ricalcati su quelli delle figlie adottive di Gru in Cattivissimo me e in Cattivissimo me 2: rispettivamente Kevin è Margo, Stuart è Edith e Bob è Agnes[senza fonte].
  • Scarlett Sterminator (Scarlet Overkill in originale): è la più cattiva dei criminali. Indossa un abito rosso ed ha i capelli neri, non molto lunghi ma folti. È alta e magra. Ha vissuto una terribile infanzia e questo l'ha spinta a essere una criminale. È sposata con Herbert "Herb" Sterminator a cui è molto legata. Il suo cararattere docile viene fuori solo in presenza del compagno, di cui è molto innamorata. Le sue armi principali sono i fucili a lava e il suo vestito razzo; quest'ultimo è potenzialmente pericoloso perché, grazie a questo, Scarlett può volare e contemporaneamente sparare proiettili a lava o persino un razzo nucleare esplosivo. È l'antagonista principale del film.
  • Herb Sterminator (Herbert Sterminator): marito di Scarlet e inventore. In una piccola parte del film interpreta Blerb, il cosiddetto aguzzino. È molto innamorato di Scarlet e asseconda sempre le sue decisioni. Herb non ha lo stesso carattere della moglie però, infatti non è malvagio, ma costruisce solamente i gadget che Scarlet utilizza nei furti. Ha una costituzione longilinea, un grande naso aquilino, occhi marroni e capelli castani abbastanza corti. È l'antagonista secondario del film.
  • Famiglia Nelson: famiglia di criminali specializzati in furti. Grazie a loro Bob, Kevin e Stuart raggiungono Orlando e la fiera dei cattivi. Ne fanno parte Walter, il padre; Madge, la madre; Walter jr., il figlio primogenito; Tina, figlia secondogenita, che suggerisce ai Minion l'idea di servire Scarlet; Ciuccio (Binky), l'ultimo nato, il quale è ancora un bebè. Pur essendo una famiglia di criminali, i Nelson sono simpatici e amichevoli.
  • Gru: appare solo alla fine del film e a Expo cattivi intento a comprare il suo raggio gelante, è il protagonista di Cattivissimo me e Cattivissimo me 2, la sua apparizione totalmente momentanea fa capire come i minion siano entrati al suo servizio, ruba la corona della regina Elisabetta che apparirà nuovamente in Cattivissimo me per costruire il razzo. Gru mantiene la sua voce da adulto a differenza delle scene di Cattivissimo me 1 e 2 nelle quali ha una normalissima voce da bambino.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 agosto 2012 venne annunciato il film per il 19 dicembre 2014[6]. Il 20 settembre 2013 la data di uscita venne spostata al 10 luglio 2015[7]. I motivi di questo cambiamento sono da ricercare nel successo avuto dal film Cattivissimo me 2, distribuito a luglio, periodo favorevole per gli incassi negli Stati Uniti[8].

Il 4 novembre 2014 è stato pubblicato online il primo trailer del film[9].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La prima mondiale del film ha avuto luogo l'11 giugno 2015, a Leicester Square, Londra[10].

Il film è distribuito nelle sale statunitensi dal 10 luglio 2015 e nelle sale italiane dal 27 agosto dello stesso anno.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Minions in Italia ha incassato 22,3 milioni di euro, superando il record di Cinquanta sfumature di grigio (19,6), e diventando il film più visto del 2015[11]. Ad ottobre 2015, il film perde il suo primato in favore di Inside Out.[12]

Il film ha incassato 1 159 094 243 $, 2° miglior risultato per un film di animazione, dopo Frozen - Il regno di ghiaccio, piazzandosi 11º nella classifica dei film con maggiori incassi nella storia del cinema.[13][14]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto critiche miste dalla critica cinematografica. L'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes riporta una percentuale di gradimento del 54% con un voto medio di 5.8 su 10, basandosi su 181 recensioni,[15] mentre il sito Metacritic attribuisce al film un punteggio di 56 su 100 in base a 35 recensioni.[16]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017, dopo il grandissimo successo al botteghino in tutto il mondo nel 2015, è stato annunciato un sequel (annunciato insieme a quelli di Pets e Sing), previsto per il 2020.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Exclusive: The Synopsis for Minions, ComingSoon.net, 18 giugno 2013. URL consultato il 18 giugno 2013.
  2. ^ a b Come da trailer ufficiale
  3. ^ a b EXCLU - T-Rex, Dracula et cellules jaunes : on en sait plus sur le spin-off des Minions, in Premiere, 13 giugno 2013. URL consultato il 27 giugno 2013.
  4. ^ Simon Brew, Minions: artwork, synopsis and trailer news, Den of Geek!, 29 ottobre 2014. URL consultato il 31 ottobre 2014.
  5. ^ Edward Douglas, CinemaCon: Universal Pictures Shows Off Footage From Its 2014 (and 2015!) Slate, ComingSoon.net, 25 marzo 2014. URL consultato il 25 marzo 2014.
  6. ^ Universal Sets Release Date for 'Despicable Me' Spin-Off Project
  7. ^ Universal, Illumination Move their ‘Minions' to Summer 2015
  8. ^ 'Minions' Movie Pushed Back From Christmas 2014 to Summer 2015
  9. ^ Trailer del film su YouTube
  10. ^ Minions movie gets world premiere in London - CBBC Newsround, su www.bbc.co.uk. URL consultato il 27 agosto 2015.
  11. ^ Box Office Italia, Minions da record: è il film più visto del 2015, bestmovie, 14 settembre 2015. URL consultato il accesso 17 settembre 2015.
  12. ^ Inside out è il film più visto in Italia nel 2015, Repubblica, 26 ottobre 2015. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  13. ^ (EN) Minions (2015), su Box Office Mojo. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  14. ^ (EN) All Time Worldwide Box Office Grosses, su Box Office Mojo. URL consultato il 14 dicembre 2016.
  15. ^ (EN) Minions (2015), su Rotten Tomatoes, Flixster. URL consultato il 16 novembre 2015.
  16. ^ (EN) Minions, su Metacritic, CNET. URL consultato il 16 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]