Megaditta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Megaditta (chiamata anche ItalPetrolCemeTermoTessilFarmoMetalChimica nel primo film, ItalPetrolCemenTermoTessilFarmoMetalChimica, con una N in più, nel secondo) è un'azienda immaginaria, presso la quale "presta tragicamente servizio" il personaggio di fantasia Ugo Fantozzi, creato e interpretato dal comico Paolo Villaggio, e in cui si svolge la maggior parte delle vicende che riguardano lui e/o i suoi colleghi. Si tratta di una caricatura tragicomica di un'azienda in cui gli impiegati sono caratterizzati in maniera esasperata come arrivisti, servili e fannulloni.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La Megaditta ricalca tutti gli stereotipi di un'azienda alienante e sfruttatrice:

  • la sede è un edificio enorme (nel primo film risulta avere 28 piani, un grattacielo) che dà un'idea di onnipresenza minacciosa. L'effetto cinematografico è stato ben ottenuto nel primo episodio della saga con abili inquadrature del palazzo sede della Regione Lazio, a Roma lungo la via Cristoforo Colombo.[1]
  • il nome ItalPetrolCemeTermoTessilFarmoMetalChimica indica ben 7 prodotti diversi, quindi il settore di cui si occupa l'azienda non è ben determinabile. Viene inoltre presentata solo ed esclusivamente la parte amministrativa dell'azienda, in cui lavorano gli impiegati, mentre non viene assolutamente mai fatta vedere o anche solo accennata in nessuna occasione una sua divisione produttiva, in cui dovrebbero lavorare gli operai.
  • è più volte al centro di scandali finanziari (in uno dei quali sarà inconsapevolmente coinvolto Fantozzi stesso).
  • ha una gerarchia rigida e fortemente burocratizzata, caratterizzata da personaggi di origine aristocratica e con cariche improbabili in cima all'organigramma, la cui carica massima è il Mega-Direttore Galattico, il potente Duca Conte Balabam. Immediatamente sotto di lui ci sono il Mega Presidente Galattico Arcangelo, capo della divisione amministrativa, e il Direttore Conte Corrado Maria Lobbiam, che svolge il ruolo di ispettore. Altri importanti dirigenti sono il Mega-Direttore Clamoroso Duca Conte Pier Carlo Ingegner Semenzara e l'Onorevole Direttore Cavaliere Conte Diego Catellani, nonché, per un periodo, il Direttore Totale Dott. Ing. Gran Mascalzon. Di Gran Croc. Visconte Cobram; tra i maggiori azionisti dell'azienda vi sono la Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare e il Duca Conte Francesco Maria Barambani. Esistono anche un Direttore dei Direttori, che interviene solo una volta nell'episodio Il secondo tragico Fantozzi, e il Gran Consiglio dei Dieci Assenti, una sorta di consiglio di amministrazione, di cui il Semenzara fa parte.

Divisioni e Uffici[modifica | modifica wikitesto]

Durante i vari film si viene a conoscenza di vari divisioni uffici della Megaditta.

Nel film Fantozzi si viene a conoscenza di un ufficio:

  • Ufficio Impiegati Smarriti: questo ufficio si occupa della ricerca degli impiegati scomparsi, tra cui lo stesso Ugo Fantozzi.

Nel film Fantozzi subisce ancora, la sezione amministrativa della Megaditta risulta composta da quattro uffici principali:

  • Ufficio Bustarelle e Raccomandazioni
  • Ufficio Furti e Ricatti: n/d
  • Ufficio Amministrazione: I dipendenti di questo ufficio, come mostrato in Fantozzi subisce ancora, dopo essere arrivati ultimi nelle Olimpiadi aziendali, dovrebbero essere stati trasferiti a lavorare presso la miniera di Sassu Strittu come muli da soma.
  • Ufficio Sinistri: presso questo ufficio lavorano Ugo Fantozzi, Luciano Calboni, il Ragionier Filini, la Signorina Silvani, il Ragionier Mughini e il Ragionier Fonelli (che diverrà poi il Mega Direttore Naturale dell'azienda).

Nel film Fantozzi va in pensione si viene inoltre a conoscenza di altri uffici:

  • Ufficio Bustarelle e Tangenti: n/d
  • Ufficio Attentati e Sinistri: n/d
  • Ufficio Lettere Anonime e Ricatti: in questo ufficio lavorano il Ragionier Filini e la Signorina Silvani al momento di andare in pensione.
  • Ufficio Ricerche Impiegati Murati Vivi: presso questo ufficio lavora Fantozzi al momento di andare in pensione.

Nel film Fantozzi in paradiso, durante l'orazione funebre di Filini, si viene inoltre a conoscenza di un ulteriore ufficio:

  • Ufficio Adulazioni: n/d

Gradi degli impiegati[modifica | modifica wikitesto]

Nel film Il secondo tragico Fantozzi viene riportata una parte della gerarchia dei gradi che i dipendenti della Megaditta hanno all'interno dell'azienda. Essi comportano una serie di privilegi e benefici singolari:

  • Dirigenza: serra di piante di ficus, scrivania in mogano con piano di cristallo, tre telefoni, dittafono, sei quadri naif, quadro ecclesiastico, tappeto e moquette per terra, poltrone in pelle umana, acquario dove nuotano come pesci gli impiegati più meritevoli (di questa classe fanno parte il Duca Conte Megadirettore Galattico Balabam, il Megapresidente Galattico Arcangelo, il Conte Corrado Maria Lobbiam e l'Ingegner Semenzara)
  • 1ª classe: lampada di opalina, scrivania in mogano con piano di cristallo, quattro piante di ficus, tre telefoni, dittafono, sei quadri naif, tappeto e moquette per terra, poltrone in Skai o pelle umana (di questa classe fanno parte tutti i dirigenti e i maggiori azionisti dell'azienda)
  • 2ª classe: n/d
  • 3ª classe: n/d
  • 4ª classe: n/d
  • 5ª classe: lampada di opalina, scrivania in mogano con piano di cristallo, quadro naif jugoslavo alla parete, telefono, due piante di ficus
  • 6ª classe: n/d
  • 7ª classe: scrivania in mogano, poltroncina in Skai o finta pelle, telefono, pianta di ficus (simbolo del potere)
  • 8ª classe: n/d
  • 9ª classe: n/d
  • 10ª classe: n/d
  • 11ª classe: scrivania personale e poltroncina in Skai o finta pelle
  • 12ª classe: non dà diritto ad alcun privilegio. Questa classe è quella ovviamente occupata dal ragioniere Ugo Fantozzi per quasi tutta la saga.
  • 13ª classe: non è una vera e propria classe, in quanto è occupata da "spugnette per francobolli" e "parafulmini", due ruoli che ha ricoperto anche il nostro ragioniere, come raccontato nel film Il secondo tragico Fantozzi. All'inizio di Fantozzi 2000 - La clonazione Fantozzi si ritrova inoltre a fare da "annaffiatoio umano" per la piantina del Megadirettore.

Impiegati[modifica | modifica wikitesto]

Nei film di Fantozzi compaiono numerosi impiegati e dipendenti della Megaditta.

Qui sono segnati tutti quelli di cui si conosce il nome:

Ragionier Ugo Fantozzi

Protagonista di tutta la saga, il ragionier Ugo Fantozzi è l'archetipo dell'”italiano medio” degli anni settanta, medio-borghese dallo stile di vita semplice (niente laurea, lavoro da impiegato, casa in equo canone). Lavora all'Ufficio Sinistri.

Ragionier Geometra Renzo Silvio Filini

Il ragionier Filini è un collega di Fantozzi, e per molti versi anche il suo migliore amico. Entrambi sono costretti a subire angherie da parte dei superiori e dei colleghi e a prendere parte alle bizzarre iniziative dell'impresa per la quale lavorano. Rispetto a Fantozzi, però, Filini appare decisamente più ottimista e propositivo, al punto che è l'organizzatore di tutte le iniziative, con esiti spesso improbabili. Lavora all'Ufficio Sinistri.

Ragioniera Signorina Silvani in Calboni

La ragioniera signorina Silvani in Calboni è una collega di Fantozzi e il suo grande amore di sempre. La Silvani sfrutta questa infatuazione di Fantozzi per ottenere favori o prestiti monetari. È stata sposata con il geometra Calboni nel secondo film, dal quale poi ha divorziato in seguito ai continui tradimenti. Lavora all'Ufficio Sinistri.

Ragionier Fonelli

Il ragionier Fonelli è un mite e occhialuto impiegato con la passione per la battaglia navale, gioco che utilizza per impegnare quasi tutto il tempo in cui dovrebbe occuparsi del lavoro. Lavora all'Ufficio Sinistri nella stessa stanza di Fantozzi e della Silvani.

Geometra Luciano Calboni

Il Geometra Calboni è un collega di Fantozzi, ed è il classico collega arrivista e ruffiano verso i superiori. Fantozzi vi entra continuamente in competizione per fare bella figura di fronte alla signorina Silvani, ma Calboni ha sempre la meglio ed in tono canzonatorio chiama il ragioniere “puccettone”. Donnaiolo impenitente, sarà sposato con la Silvani per un breve periodo nel secondo film. Lavora all'Ufficio Sinistri.

Ragionier Folagra

Sembra essere l'unico impiegato comunista di tutta la Megaditta, e tutti lo evitano per paura di compromettersi agli occhi della dirigenza. Definito "la pecora nera, anzi, la pecora rossa della ditta", è un giovane intellettuale di estrema sinistra che convincerà Fantozzi, trasferito a lavorare nel suo ufficio, a ribellarsi contro il padrone.

Geometra Vannini

Giocatore di scacchi, partecipa alla Coppa Cobram, dove raggiunge ben presto il ragionier Filini urtando dapprima una bancarella di frutta e poi sfondando l'insegna di un locale dove viene svolto un rinfresco di matrimonio.

Ragionier Colsi

Il Ragionier Colsi è stato un partecipante alla Coppa Cobram. Ultimo rimasto in gara insieme a Fantozzi, tenta di agire d'astuzia aggrappandosi con un ferro alla bici di Fantozzi, ma ben presto finirà fuori strada e raggiungerà i colleghi Filini e Vannini al rinfresco matrimoniale.

Ragionier Mughini

Il Ragionier Mughini è un collega di Fantozzi che, durante la vacanza in comitiva degli impiegati organizzata con camper di fortuna, per ridurre le spese del carburante, parte insieme al ragionier Colsi, ma, per salvaguardare la propria privacy, viaggia in una roulotte diversa da quella di Colsi.

Dirigenti e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Durante i film si verrà a conoscenza di vari dirigenti e presidenti della Megaditta.

Qui sono descritti in ordine di grado:

Megadirettore Galattico

Il Megadirettore Galattico Duca Conte Balabam è il padrone assoluto della Megaditta. È un personaggio molto misterioso, e pare che Fantozzi sia stato l'unico impiegato a riuscire a vederlo fisicamente, al punto che in azienda si dice che non esista neppure, che sia una leggenda. È un uomo crudele e, quando un impiegato non si comporta bene, lo utilizza per fare una poltrona in pelle umana da mettere nel suo ufficio, il cui arredamento è solo all'apparenza spoglio e spartano. Gli impiegati più buoni e obbedienti vengono invece messi a nuotare nel suo Acquario degli impiegati, nascosto alla vista da un quadro a tema religioso.

Compare in: Fantozzi; Il secondo tragico Fantozzi; Fantozzi in paradiso; Fantozzi - Il ritorno; Fantozzi 2000 - La clonazione

Megapresidente Galattico Arcangelo

Il Megapresidente Galattico Arcangelo è il capo della divisione amministrativa dell'azienda. Fantozzi, in un momento di malumore al rientro dalle ferie, scriverà involontariamente in cielo, a caratteri cubitali, "Il Megapresidente è uno stronzo!", e, scoperto dal Consiglio dei Dieci Assenti, viene minacciato di morte dai membri del Consiglio. Improvvisamente arriva il Megapresidente, che, sorridendo tranquillamente, chiede cortesemente a Fantozzi a scriversi da sé il proprio nome al posto del suo.

Compare in: Fantozzi contro tutti

Direttore Conte Corrado Maria Lobbiam

Il Direttore Conte Corrado Maria Lobbiam è il capo varo delle navi aziendali e l'ispettore degli ispettori, che controlla il regolare svolgimento del lavoro da parte dei dipendenti.

Compare in: Il secondo tragico Fantozzi; Fantozzi subisce ancora

Megadirettore Clamoroso Duca Conte Pier Carlo ing. Semenzara

Il Megadirettore Clamoroso Duca Conte Pier Carlo ing. Semenzara è lo scaramantico Gran Maestro del Consiglio dei Dieci Assenti e Direttore dell'Ufficio Amministrazione. È il dirigente più anziano dell'azienda, e anche quello che possiede l'ufficio più lussuoso. È un appassionato giocatore d'azzardo e un uomo estremamente superstizioso, con il quale Fantozzi sarà costretto ad andare a giocare al casinò di Monte Carlo, passandone di tutti i colori nel tentativo di assecondarne i bizzarri rituali scaramantici.

Compare in: Il secondo tragico Fantozzi

Direttore Onorevole Cavaliere Conte Diego Catellani

Fantozzi e il Cavalier Catellani in Fantozzi.

Il Direttore Onorevole Cavaliere Conte Diego Catellani è il Gran Maestro dell'Ufficio Raccomandazioni e direttore dell'Ufficio Sinistri. È un grande appassionato di biliardo ed è solito promuovere gli impiegati che perdono con lui un certo numero di partite. Verrà battuto, contro ogni previsione, da Fantozzi in una partita al termine della quale il ragioniere, per sfuggire alle ire del direttore, sequestrerà sua madre.

Compare in: Fantozzi

Dott. Ing. Lup. Man. Presidente Natural. Prestanom. Om. Di Pagl. Gran. Test. Di Caz. Rag. Fantozzi

Altri non è che lo stesso ragionier Fantozzi, temporaneamente promosso a questa carica dal Duca Conte Francesco Maria Barambani per scaricargli le responsabilità di uno scandalo finanziario, incolparlo e farlo arrestare dalla Guardia di Finanza nel film Fantozzi alla riscossa.

Compare in: Il secondo tragico Fantozzi

Megadirettore Ereditario Dottor Ing. Gran Mascalzon. di Gran Croc Visconte Cobram

Il Visconte Cobram ha acquisito questa carica venendo eletto tramite sorteggio dopo la morte del suo predecessore, il conte Vignardelli Bava, morto di rosolia a 106 anni. È un grande appassionato di ciclismo, da giovane era stato un ciclista dilettante e aveva poi fatto carriera in azienda facendo il lecchino con i potenti; dopo aver obbligato tutti i dipendenti a duri allenamenti in bicicletta, organizza la terribile corsa ciclistica Coppa Cobram.

Compare in: Fantozzi contro tutti

Megadirettore Naturale del Personale Rag. Fonelli "Cobram II"

È il titolo onorifico attribuito al ragioniere Fonelli, improvvisamente promosso a questa carica da personalità criminali, grazie ad atti illeciti. Appassionato di atletica, assume il nome di Cobram II e organizza delle Olimpiadi personali tra i dipendenti del ramo amministrativo della Megaditta.

Compare in: Fantozzi subisce ancora

Megadirettore Professor Guidobaldo Maria Riccardelli

Il Megadirettore Professor Guidobaldo Maria Riccardelli è il direttore dell'Ufficio Furti e Ricatti. Fanatico cultore del cinema d'essai, costringe gli impiegati una volta alla settimana ad assistere alla proiezione di lunghi e noiosi film storici quali La corazzata Kotiomkin. Fu proprio lui a promuovere Fantozzi (inizialmente assunto come "spugnetta per francobolli") alla sua attuale posizione.

Il Gr. Ladr. Farabut. di Gr. Croc. Mascalz. Assas. Figl. di Gr. Putt. Marchese Conte Piermatteo Barambani Megalom

Il Conte Piermatteo Barambani Megalom ha mansioni non definite nella ditta, ed il suo piccolo ufficio è protetto da due Guardie Svizzere. È un uomo tranquillo che nasconde banalmente la sua superbia, ed è colui che invita Fantozzi e Filini a una crociera sulla propria barca, in realtà per farli lavorare come schiavi, fino a costringerli, dopo un guasto al motore, a trainarla con un canotto.

Compare in: Fantozzi contro tutti

Duca Conte Francesco Maria Barambani

Il Duca Conte Francesco Maria Barambani è uno dei direttori che, vista la nostalgia dell'ormai pensionato Fantozzi per il suo lavoro, gli concederà, in cambio della sua pensione, il privilegio di tornare a lavorare nella Megaditta.

Compare in: Fantozzi va in pensione; Fantozzi alla riscossa

Azionisti[modifica | modifica wikitesto]

Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare

La Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare è una delle maggiori azioniste della Megaditta. È piuttosto aristocratica ed è spesso al centro di feste e inaugurazioni, come il varo della "turbonave aziendale". È inoltre la padrona del feroce cane di due tonnellate di razza "alano brandeburghese" Ivan il Terribile XXXII, diretto discendente di Ivan il Terribile I, appartenuto allo Zar Nicola, dichiarato nemico del popolo e fucilato sulla Piazza Rossa.

Compare in: Il secondo tragico Fantozzi; Fantozzi subisce ancora; Fantozzi 2000 - La clonazione

Mascotte[modifica | modifica wikitesto]

Baronessa Filiguelli de Bonchamps

La centoduenne Baronessa Filiguelli de Bonchamps è "mascotte a vita" della Megaditta. Durante il varo della turbonave aziendale è la quarta e ultima vittima scagliata in acqua dalla bottiglia volante, dopo Fantozzi, il Sindaco e il Ministro della Marina Mercantile.

Compare in: Il secondo tragico Fantozzi

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fantozzi, Milano, Rizzoli, 1971
  • Il secondo tragico libro di Fantozzi, Milano, Rizzoli, 1974
  • Le lettere di Fantozzi, Milano, Rizzoli, 1976
  • Fantozzi contro tutti, Milano, Rizzoli, 1979
  • Fantozzi subisce ancora, Milano, Rizzoli, 1983
  • Caro direttore, ci scrivo... : lettere del tragico ragioniere, raccolte da Paolo Villaggio, Milano, Mondadori, 1993
  • Fantozzi saluta e se ne va: le ultime lettere del rag. Ugo Fantozzi, Milano, Mondadori, 1994