Megadirettore Galattico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Megadirettore Galattico
Lingua orig. Italiana
Autore Paolo Villaggio
1ª app. in Fantozzi
Interpretato da Paolo Paoloni
Lars Bloch
Camillo Milli
Luc Merenda
Paul Muller
Sesso Maschio

Il Megadirettore Galattico, noto anche come Duca Conte Maria Rita Vittorio Balabam, è un personaggio immaginario della saga letteraria e cinematografica di Fantozzi.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Balabam è il signore assoluto della Megaditta. È crudele con i dipendenti, soprattutto con Fantozzi. È caratterizzato come il padrone di tutto all'interno della Megaditta, quasi un'aura misteriosa e invisibile.

Per analogia, questo personaggio riporta le caratteristiche sopracitate più o meno eloquenti a Montgomery Burns, il celebre datore di lavoro di Homer Simpson.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nei libri[modifica | modifica wikitesto]

Al cinema[modifica | modifica wikitesto]

In Fantozzi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fantozzi (film).

Nel primo film dopo che Fantozzi si ribellerà, fomentato dal suo collega Folagra, il megadirettore Balabam, che afferma di essere un «medio progressista», lo convincerà a ritornare sulla retta via, cioè lavorare senza lamentarsi. Fantozzi ubbidisce quindi e viene premiato da Balabam che lo fa nuotare nella vasca degli impiegati meritevoli.

In Il secondo tragico Fantozzi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Il secondo tragico Fantozzi.

Successivamente nel secondo film, dopo che Fantozzi si licenzia per andarsene con la signorina Silvani e chiede di essere riassunto, Balabam lo riassumerà proprio alla notte di Natale dove Fantozzi sta festeggiando con la figlia Mariangela e la moglie Pina. Fantozzi però viene obbligato a partire dal ruolo più basso nella Megaditta: il parafulmine.

In Fantozzi contro tutti

In questo film Fantozzi, in momento di frustazione, scrive nel cielo «Il Megapresidente è uno stronzo!». Convocato il Gran Consiglio dei 10 assenti i dipendenti sono sottoposti a perizia calligrafica. Viene così scoperto l'autore della frase: Fantozzi. Appare il Megadirettore questa volta soprannominato «Megadirettore Arcangelo»; questi perdona Fantozzi facendogli modificare la frase mettendo il suo nome al posto di quello di megadirettore.

Il Megadirettore in questo film è interpretato dall'attore danese Lars Bloch.

In Fantozzi - Il ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fantozzi - Il ritorno.

Il personaggio riappare in Fantozzi - Il ritorno dove viene arrestato con l'accusa di corruzione: egli dichiara d'essere stato arrestato ingiustamente dando tutta la colpa a Fantozzi, che viene arrestato e poi temporaneamente scarcerato in attesa di giudizio. Mentre esce di galera, Balabam gli offre un incarico di corruzione che Fantozzi rifiuta; avendo ascoltato il dialogo, due agenti gli chiedono di collaborare con le forze dell'ordine per incriminare definitivamente il suo superiore. Fantozzi accetta, ma alla fine viene incastrato e il Mega-Direttore esce dal carcere; il ragioniere invece viene condannato a 20 anni di prigione. Qualche anno dopo però viene scarcerato, grazie all'indulto approvato proprio da Balabam che è stato nominato ministro della Giustizia.

In Fantozzi 2000 - La clonazione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fantozzi 2000 - La clonazione.

Nell'ultimo film Fantozzi 2000 - La clonazione, Fantozzi dopo aver innaffiato per mesi la piantina di Balabam riempiendosi di acqua da un orecchio e versandola dall'altro, viene premiato dal duca-conte con una missione di altissima responsabilità: controllare suo figlio, un ragazzino troppo buono e generoso rinchiuso in una scuola di educazione al potere, un autentico carcere dove si studia il sopruso, la delinquenza e l'infamia. Fantozzi ne segue le lezioni, tenute da un professore milanesissimo che propone agli alunni un problema matematico dove i dati sono tangenti, estorsioni, evasioni fiscali e così via. Il figlio del duca-conte si sfoga con altri compagni della totale assenza dei rispettivi genitori. Uno dei ragazzini dice a Fantozzi di immaginarlo come il tipico impiegato servile, imitandolo alla perfezione, specie nelle sue caratteristiche frasi e nella sua caratteristica pronuncia «sfiatata». Fantozzi si intenerisce e porta i bambini di nascosto allo zoo perché i loro padri non lo hanno mai fatto.

Uno dei ragazzi apre il recinto e un elefante è libero. I ragazzini finiscono tutti in questura. Tutti i bambini sono recuperati dai delegati dei genitori, mentre il Balabam junior è raggiunto da Fantozzi, che dice di esserne il padre e dichiara di non voler più condurre una vita dissoluta per essere accanto al figlio. Intanto Fantozzi viene scoperto da Balabam, ed è punito con trentanove frustate. Iniziano a frustarlo fino alla trentottesima frustata ma arriva il duca conte che dice: «Ma come? avete cominciato senza di me? Ricominciate daccapo!» e quindi Fantozzi viene frustato altre trentanove volte.

Interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Film (anno) Interprete Titolo Nome
Fantozzi (1975) Paolo Paoloni Megadirettore Galattico
Il secondo tragico Fantozzi (1976) Paolo Paoloni Megadirettore Galattico
Fantozzi contro tutti (1980) Lars Bloch Megapresidente Arcangelo
Fantozzi in paradiso (1993) Paolo Paoloni Megadirettore Galattico Duca Conte Maria Rita Vittorio Barambani
Fantozzi - Il ritorno (1996) Paolo Paoloni Megapresidente Gran. Farbut. Figl. di Putt. Ladr. Di Gr. Croc. Duca Conte Giovanni Maria Balabam
Fantozzi 2000 - La clonazione (1999) Paolo Paoloni Megadirettore Galattico Duca Conte Balabam

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]