La Pantera Rosa colpisce ancora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La Pantera Rosa colpisce ancora
The Return of the Pink Panther - Titoli.png
Titoli di testa
Titolo originaleThe Return of the Pink Panther
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1975
Durata113 min
Generecommedia
RegiaBlake Edwards
SoggettoBlake Edwards
SceneggiaturaBlake Edwards, Frank Waldman
ProduttoreBlake Edwards
FotografiaGeoffrey Unsworth
MontaggioTom Priestley
MusicheHenry Mancini
ScenografiaPeter Mullins
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La Pantera Rosa colpisce ancora (The Return of the Pink Panther) è un film del 1975 diretto da Blake Edwards.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il maldestro ispettore francese Clouseau (Peter Sellers) è stato temporaneamente retrocesso per battere il poliziotto dal suo capo, l'ispettore capo Charles Dreyfus (Herbert Lom), che disprezza Clouseau fino all'ossessione. Tuttavia, il governo francese costringe Dreyfus a reintegrare Clouseau come ispettore della Sûreté (come avevano comunque pianificato, con grande dispiacere di Dreyfus) in modo che possa andare nella fittizia nazione mediorientale di Lugash per indagare sul furto del favoloso diamante Pantera Rosa, che è stato nuovamente rubato.

Le indagini di Clouseau al Museo Nazionale di Lugash, che quasi distrugge con i suoi modi goffi, lo portano a credere che Sir Charles Litton (Christopher Plummer), il famigerato Fantasma, stia ricreando la rapina più famigerata della sua carriera. Clouseau è felice di questo e vede questa come la sua unica possibilità di vendicarsi di Litton per averlo incastrato e averlo temporaneamente mandato in prigione (nel primo film della Pantera Rosa). Sebbene Clouseau non riesca a scoprire alcun indizio sul furto, il suo maldestro gli consente di sopravvivere a diversi attentati alla sua vita da parte di un misterioso assassino. Dopo aver tracciato e quasi demolito il Litton Manor a Nizza, Clouseau viene indotto a lasciare la Francia. Segue la moglie di Sir Charles, Lady Claudine (Catherine Schell) in un resort hotel a Gstaad, in Svizzera, dove i suoi tentativi di indagare su di lei falliscono ripetutamente.

Nel frattempo, in Inghilterra, Sir Charles viene a sapere del furto e si rende conto di essere stato incastrato. Si reca a Lugash per indagare, incontrando varie figure della malavita di vecchia conoscenza, e sventa diversi attentati alla sua vita. Litton alla fine riesce a scoprire che il ladro del diamante è sua moglie, Lady Claudine. Poiché erano entrambi annoiati dal loro tranquillo ritiro, ha rubato il diamante per la sua stessa eccitazione, quindi ha mandato suo marito a fare una caccia all'oca per il suo. Sir Charles scappa audacemente da Lugash e va a Gstaad per trovare sua moglie e il diamante per riabilitare il suo nome.

L'ispettore Clouseau, che è stato inconsapevolmente sulle tracce del vero ladro da sempre, riceve una telefonata dall'ispettore capo Dreyfus che gli dice di arrestare Lady Claudine. Tuttavia, quando Clouseau richiama Dreyfus per chiedere perché, viene informato che Dreyfus è stato in vacanza la scorsa settimana. Dreyfus, ora rivelato come l'assassino che cerca di uccidere Clouseau, si prepara a sparargli con un fucile da cecchino non appena entra nella stanza di Lady Claudine.

Lady Claudine confessa scherzosamente il furto a suo marito e gli consegna il diamante, in modo che possa provare la sua innocenza. Vengono messi alle strette dal colonnello Sharky (Peter Arne) della polizia segreta di Lugash, che intende ucciderli entrambi. Si scopre che ha usato il furto del diamante come scusa per eliminare i suoi avversari politici. Proprio in quel momento, Clouseau irrompe nella stanza per arrestare i Litton. Sir Charles fa notare che il colonnello Sharky li ucciderà tutti. Improvvisamente, Dreyfus apre il fuoco sulla stanza e riesce a uccidere accidentalmente Sharky mentre mira a Clouseau, che si è abbassato all'ultimo minuto per controllare la sua mosca. Durante la mischia, Clouseau è costretto a permettere ai Litton di fuggire.

Per aver recuperato ancora una volta la Pantera Rosa, Clouseau viene promosso ispettore capo, mentre Sir Charles riprende la sua carriera come ladro di gioielli (il destino di Lady Claudine non è menzionato). In un ristorante giapponese nell'epilogo, Catone attacca di nuovo inaspettatamente Clouseau e scatena una massiccia rissa, distruggendo naturalmente i locali.

In una scena post titoli di coda, Dreyfus è rinchiuso in un manicomio per le sue azioni, dove è in camicia di forza all'interno di una cella imbottita e giura vendetta su Clouseau. La Pantera Rosa animata appare e filma le sue buffonate e conclude i titoli di coda con un anello di fumo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Dame Julie Andrews ha filmato un cameo come cameriera che rimuove l'ispettore inconscio Jacques Clouseau (Peter Sellers) dalla stanza di Lady Claudine Litton (Catherine Schell), ma la sua parte è stata modificata.

La maggior parte delle risate di Catherine Schell (Lady Litton) è genuina. Peter Sellers (l'ispettore Jacques Clouseau) l'ha fatta ridere così tanto una volta che la telecamera era in funzione, che ha avuto un vero problema a mantenere la faccia seria in molte delle sue scene con lui. Ciò ha portato lo scrittore, produttore e regista Blake Edwards a rinunciare a cercare di farla reagire come avrebbe dovuto fare nella sceneggiatura.

A Douglas Fairbanks, Jr. è stato offerto il ruolo di Sir Charles dopo che David Niven si è rivelato non disponibile. Dopo alcune considerazioni, ha rifiutato, aprendo la strada a Christopher Plummer.

A differenza degli altri film della serie originale di Pink Panther, United Artists non è stata direttamente coinvolta nella realizzazione di questo film. Poiché le carriere dello scrittore, produttore e regista Blake Edwards e Peter Sellers erano in declino, la United Artists non aveva alcun desiderio di finanziare un altro film di Panther. Edwards ha portato la sceneggiatura di questo film al produttore britannico Sir Lew Grade, che ha successivamente acquistato i diritti. Grade ha finanziato questo film da solo, dando alla United Artists i diritti di distribuzione in tutto il mondo, la proprietà del copyright e una partecipazione nei profitti (poiché possedevano i personaggi) per realizzare il film. I diritti di distribuzione negli anni successivi tornarono alla società di Grade, ITC. Questo è il motivo per cui, fino a poco tempo fa, questo film non era stato incluso nei cofanetti di compilation DVD insieme agli altri film di Panther.

Il trailer originale di questo film consisteva principalmente in outtake di produzione inutilizzati.

Durante la sequenza in cui il rubinetto della vasca viene lasciato aperto, l'equipaggio ha riempito eccessivamente il serbatoio in modo che quando Clouseau ha aperto la porta, tonnellate d'acqua letteralmente si sono riversate nello scivolo e hanno fatto a pezzi il set. Mike Grady e Victor Spinetti sono stati quasi annegati, ma hanno continuato a improvvisare nel relitto allagato.

Questo film originariamente doveva essere una miniserie in 26 parti della Pantera Rosa prodotta dallo scrittore, produttore e regista Blake Edwards per la British ATV. L'ATV ha quindi deciso di trasformarlo in un "film della settimana", seguito da un passaggio a un lungometraggio.

Dopo aver prelevato Lady Litton all'aeroporto di Nizza, la Rolls Royce decappottabile gialla viene vista guidare su una strada tortuosa. È la Route de la Turbie (D37), la stessa strada su cui la Principessa Grace di Monaco ha avuto il suo incidente mortale il 14 settembre 1982. La curva a tornanti a cui si avvicina la Rolls nel film è solo ¾ di miglio più avanti di quella l'auto della Rover della Principessa Grace è passata.

Il pappagallo "Swine Bird" nella scena della camera d'albergo è lo stesso macaw blu e oro che è apparso in due dei film di Bond, Solo per i tuoi occhi (1981) e The Living Daylights (1987).

In questo film, Peter Sellers ha interpretato Clouseau con un esagerato accento francese, comprese le gag che coinvolgono la sua pronuncia errata delle parole. Nelle sue precedenti esibizioni, ha usato un accento diretto. Clouseau è anche ritratto come molto più inetto di quanto non fosse nelle sue precedenti apparizioni.

David Niven non era disponibile a riprendere il suo ruolo di ladro gentiluomo Sir Charles Litton da La pantera rosa (1963), quindi Christopher Plummer ha assunto il ruolo. (Niven in realtà non era un grande fan del film originale. Doveva essere un veicolo per lui, ma è stato rubato da Peter Sellers e dal suo personaggio dell'ispettore Jacques Clouseau.)

Ci sono diverse scene eliminate mostrate durante le trasmissioni televisive originali (ma non incluse in nessuna versione video) come l'ispettore Jacques Clouseau che ottiene un vestito da donna impigliato nella sua mosca in un ristorante, e il suo tentativo di cercare di ottenere l'attrezzatura da sci attraverso l'hotel girevole porta. Blake Edwards sperava di incorporare queste scene in "Trail of the Pink Panther" (1982), realizzato dopo la morte di Peter Sellers, ma ITC - che possedeva i diritti di questo film - voleva troppi soldi per il filmato.

Mentre travestito da riparatore di telefoni e fingendo di "aggiustare" il telefono nello studio di Sir Charles Litton, Clouseau viene interrotto da Mac che bussa alla porta dello studio. Mac lo chiama dicendo: "Ispettore?" anche se il poliziotto è travestito. Dalla scena è chiaro che non sono stati ingannati dal suo travestimento e sanno chi è veramente Clouseau (motivo per cui Claudine stava scoppiando dietro la porta quando Clouseau è arrivato per la prima volta). Ciò che non è chiaro è se chiamarlo Ispettore fosse una provocazione deliberata, una svista della sceneggiatura o un'improvvisazione sbagliata da parte dell'attore. In ogni caso, un detective meno inetto si sarebbe reso conto che la sua copertura era saltata quando è stato chiamato dal suo titolo di polizia.

Molte scene sono state girate in Marocco. Il francese è una seconda lingua lì e spiegherebbe perché molte persone di "Lugash" parlano come loro.

Graham Stark ha avuto un ruolo in tutti i film della Pantera Rosa con Peter Sellers, ad eccezione del primo. Questo è l'unico in cui il personaggio interpretato da Graham Stark non ha mai avuto interazioni, per non parlare di ruoli di spalla, con l'ispettore Jacques Clouseau.

Il veicolo per la riparazione del telefono è un'Ape Piaggio, prodotta dalla stessa azienda italiana che produce gli scooter Vespa. A partire dal 2019, questo veicolo è in produzione continua dal 1948.

Milton Reid è accreditato come proprietario di un ristorante giapponese, ma non si vede da nessuna parte nel montaggio finale.

Sir Lew Grade aveva chiesto a Dame Julie Andrews di apparire in uno speciale televisivo per lui. Per ottenere i suoi servizi, Grade ha accettato di finanziare due film per suo marito, Blake Edwards. Il primo di questi è stato The Tamarind Seed (1974). A Grade non è piaciuta la scelta di Edwards per il suo secondo film, quindi gli ha suggerito di fare un altro giro nel franchise di Pink Panther. Edwards, che non metteva a segno un successo da un po', era d'accordo con questa idea.

David Niven ha rifiutato la possibilità di ricreare il suo ruolo di Sir Charles Lytton dal film originale della Pantera Rosa a favore di Paper Tiger (1975).

Durante l'interrogatorio del Mendicante Cieco (John Bluthal) da parte dell'ispettore Jacques Clouseau, la scimmia fa a Peter Sellers un brusco gesto con la mano.

Entro il 2019, i diritti erano tornati a MGM, tramite la proprietà di United Artists e varie acquisizioni di biblioteche, poiché uno spettacolo sul canale britannico More4 ora aveva il Leone MGM nei titoli di apertura. Un po' confusamente, la maggior parte dei cataloghi di film e televisione di ITC/ATV era stata precedentemente acquisita da ITV PLC/ITV Global Entertainment, con alcune delle funzionalità di ITC che tornavano al distributore originale, al finanziatore o a vari altri titolari di diritti rilevanti .

Secondo le note di produzione sul DVD, a Peter Sellers non è stato chiesto di riprendere il ruolo dell'ispettore Jacques Clouseau fino a quando la serie televisiva proposta non si è evoluta in un lungometraggio. Non è noto se questo significhi che Sellers non avrebbe partecipato a una serie televisiva.

Quando l'ispettore Jacques Clouseu perquisisce la camera d'albergo, scambia una radio per una cassaforte. La stessa gag è stata usata nella zuppa d'anatra dei fratelli Marx (1933).

Lady Litton viene prelevata all'aeroporto in una Rolls-Royce Corniche Drophead Coupe gialla. Essendo una decappottabile rara, è stata venduta all'asta nel Regno Unito nel 2009 per oltre $ 53.000. La targa di immatricolazione, "LIT 1", se il numero è pronunciato in francese, suona come "Litton".

L'alias di Clouseau, "Guy Gadbois", era il vero nome del manager aziendale di Julie Andrews (moglie del regista Blake Edwards).

Il paese mediorientale di "Lugash", in cui si svolgono parti del film, e che è stato descritto come alleato della Francia per duecento anni, è molto probabilmente destinato a rappresentare l'Algeria, che un tempo era una colonia francese, sebbene indipendente dal 1962. Ciò non viene affermato direttamente, tuttavia, ma si trova un indizio nei fatti che Litton (Christopher Plummer) interagisce con un funzionario doganale di Lugash che ha un accento francese. Successivamente, interagisce anche con un barista locale in francese. La lingua francese è ancora parlata da circa il 33% della moderna popolazione algerina.

L'ultimo film della Pantera Rosa a ricevere una valutazione G.

Un articolo nell'edizione del 26 novembre 1974 del Daily Variety ha osservato che c'erano già 450 diversi prodotti collegati alla Pantera Rosa in vendita in oltre 40 paesi prima dell'uscita del film.

Quando Sir Charles Litton (Christopher Plummer) salta attraverso una finestra dopo essere stato inseguito, puoi vedere che dice un'imprecazione, ma non la senti.

La produzione è andata oltre il programma di una settimana quando Blake Edwards ha subito un'appendicectomia.

Nella scena di combattimento con Catone all'inizio del film, il famoso "Li prenderemo!" (1916) poster di Jules Abel Faivre della prima guerra mondiale, può essere visto appeso nella cucina di Clouseau.

David Niven ha rifiutato l'opportunità di riprendere il suo ruolo di Fantasma. Ironia della sorte, questo film è stato girato in parte a Gstaad, la località svizzera in cui Niven si era stabilito come esule fiscale dal Regno Unito.

La linea "Sir Charles Phantom, il famigerato Lytton" era un'improvvisazione di Peter Sellers e non un dialogo confuso (come lo era "Good Sharki, Colonel God").

La figura della stella (denotata matematicamente {8,2}) usata dagli indù per simboleggiare Ashtalakshmi (le otto forme di ricchezza) è un simbolo che appare in modo prominente nel museo nazionale Lugash ritratto nel film.

La scena che coinvolge un ispettore Jacques Clouseau ricoperto di pasta, seduto su un letto pieghevole non è nel montaggio finale, ma piuttosto negli spot televisivi.

L'aereo mostrato in atterraggio con Lady Litton a bordo è un Air France Sud SE-210 Caravelle III, registrazione F-BJTM, denominato "Maine". Costruito nel 1963 è stato venduto ad Air Burundi nel 1975 e ha volato con quella compagnia aerea fino a quando non è stato ritirato dal servizio nel 1995.

Eric Pohlmann riprende il ruolo di Fat Man undici anni dopo la sua apparizione in Carry on Spying (1964).

L'autocarro rosso dell'idraulico è una Citroën 2CV AZU del 1966.

Nel 1969 il regista di questo film, Blake Edwards, sposò Julie Andrews, la star di The Sound of Music (1965). Anche Christopher Plummer ha recitato in quel film.

Nel 1969 il regista di questo film, Blake Edwards, sposò Julie Andrews, la star di The Sound of Music (1965). Anche The Sound of Music (1965) ha recitato in quel film.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

In Italia la VHS è stata distribuita con il titolo Il ritorno della Pantera Rosa, traduzione letterale esatta del titolo originale inglese. Invece nel DVD uscito nel 2006, nonostante il titolo in copertina sia proprio La Pantera Rosa colpisce ancora, il titolo originale The return of the Pink Panther è stato sottotitolato Il ritorno della Pantera Rosa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN222090149
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema