Jair Gaúcho

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jair Gaúcho
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1992
Carriera
Giovanili
?-1973 Internacional
Squadre di club1
1974-1981 Internacional 137 (37)
1981 Cruzeiro ? (?)
1982-1984 Peñarol ? (?)
1984 Juventus-SP ? (?)
1985-1986 Barcelona SC ? (?)
1986 Huracán Buceo ? (?)
1986 ABC ? (?)
1988 Vitória ? (?)
1988-1989 Juventude ? (?)
1990 Lajeadense ? (?)
1991-1992 Huracán Buceo ? (?)
Nazionale
1979 Brasile Brasile 1 (0)
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Bronzo Copa América 1979
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 novembre 2009

Jair Gonçalves Prates, detto Jair Gaúcho (Porto Alegre, 11 luglio 1953), è un ex calciatore brasiliano, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come attaccante.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del calciatore Laerte Prates, Jair nacque a Porto Alegre, ma crebbe a Ilha do Governador, a Rio de Janeiro. A causa della professione paterna, visse per un periodo a Bogotà e Barranquilla, tornando a Porto Alegre alla fine degli anni sessanta.

Iniziò la carriera nelle giovanili dell'Internacional dopo aver giocato a futsal nella Sogipa. Nel 1974, sotto la guida di Rubens Minelli, Jair era una riserva nella squadra che comprendeva Falcão, Figueroa e Carpegiani. Nel 1976 vinse il campionato Gaúcho, segnando l'1-0 del Gre-Nal all'Olímpico Monumental, con il 2-0 marcato poi da Dadá Maravilha. Nel bicampionato nazionale, ottenuto nel 1976, Jair segnò otto reti in ventidue partite. Nel 1979 giocò come centrocampista di destra a fianco di Falcão, Batista e Mário Sérgio, diventando il miglior marcatore del club con nove reti, di cui uno nella finale vinta per 2-1 contro il Vasco al Beira-Rio.

Nel 1980, dopo la sconfitta in finale di Copa Libertadores contro il Nacional di Montevideo, Jair fu mandato in prestito al Cruzeiro e si trasferì poi al Peñarol, in cambio di Rubén Paz. Nel club uruguaiano, vinse la Coppa Libertadores 1982 e la Coppa Intercontinentale, giocata contro l'Aston Villa. La sua buona prestazione contro la compagine inglese, alla quale segnò su punizione il primo gol[2], gli valse la nomina di miglior giocatore della finale. Passati i trent'anni d'età, Jair tornò in Brasile per giocare con la Juventus di São Paulo, e chiuse la carriera a 39 anni con l'Huracán Buceo.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò con la maglia del Brasile nel 1979, totalizzando una presenza.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Internacional: 1974, 1975, 1976, 1978
Internacional: 1975, 1976, 1979
Peñarol: 1982

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Peñarol: 1982
Peñarol: 1982

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Migliore calciatore della Coppa Intercontinentale: 1
1982[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Jair - Sambafoot [collegamento interrotto], su en.sambafoot.com. URL consultato il 5 novembre 2009.
  2. ^ Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, nº 27, febbraio 1999, p. 69.
  3. ^ (EN) Toyota Cup - Most Valuable Player of the Match Award, rsssf.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]