Il sole splende alto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il sole splende alto
Titolo originale The Sun Shines Bright
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1953
Durata 90 min
Colore B/N
Audio sonoro
Rapporto 1.37 : 1
Genere commedia
Regia John Ford
Soggetto Irvin S. Cobb
Sceneggiatura Laurence Stallings
Produttore Merian C. Cooper, John Ford
Casa di produzione Republic Pictures
Distribuzione (Italia) Republic Pictures
Fotografia Archie Stout
Montaggio Jack Murray
Musiche Victor Young
Scenografia John McCarthy Jr.
Costumi Adele Palmer
Interpreti e personaggi

Il sole splende alto è un film del 1953 diretto da John Ford.

È stato presentato in concorso al 6º Festival di Cannes.[1]

Il film è l'ultima interpretazione di Paul Hurst, morto suicida in febbraio, un attore che, nella sua carriera, ha interpretato centinaia di pellicole.

Trama[modifica | modifica sorgente]

William Priest, ex trombettiere dell'esercito confederato, ricopre la carica di giudice a Fairfield (Kentucky), con il consenso e la stima di tutta la cittadinanza. Alla scadenza del suo mandato, gli si contrappone come candidato il nordista Horace Maydew. Priest rischia di perdere il favore popolare in seguito all'atteggiamento non conformista assunto in alcune circostanze, come ad esempio quando si è opposto fermamente al linciaggio di un uomo di colore, ingiustamente accusato di aver violentato una ragazza bianca; o come quando ha preso le difese di una donna condannata dall'opinione pubblica, morta in disgrazia e al cui corteo funebre fa accodare i cittadini. Davanti alla bara pronuncia parole ispirate al Vangelo che fanno commuovere perfino il suocero della morta, che aveva disconosciuto la nipote e che ora riabbraccia, dimostrando così a tutti di aver concesso il perdono alla nuora.

Il giorno delle elezioni Maydew si sente sicuro della vittoria: i votanti sono esattamente metà a suo favore e metà a favore di Priest. Ma Priest non ha ancora votato, e la sua rielezione è salutata dai concittadini con fiero entusiasmo.

Realizzazione[modifica | modifica sorgente]

Il sole splende alto è un remake de Il giudice, che lo stesso John Ford aveva girato nel 1934. Tratto da tre racconti brevi di Irvin S. Cobb (The Sun Shines Bright, The Mob from Massaq, e The Lord Provides), il film fu l'ultimo girato per la Republic Pictures. Tra gli attori compare anche Francis Ford, fratello del regista. Il ruolo del giudice venne affidato a Charles Winninger, un popolare attore che proveniva da Broadway e che, a Hollywood, era diventato un quotato caratterista. Fu l'unica volta che, sullo schermo, interpretò la parte del protagonista.

Ford era molto affezionato al film e lo considerava uno dei migliori tra quelli che aveva realizzato. In piena caccia alle streghe, il tema gli aveva permesso di prendere coraggiosamente posizione contro i pregiudizi e contro il clima di paura e di delazione che stava contagiando il mondo del cinema statunitense. Dal punto di vista commerciale, tuttavia, il film fu un fiasco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Official Selection 1953, festival-cannes.fr. URL consultato il 26-5-2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema