Il caso Spotlight

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il caso Spotlight
Spotlight film 2015.jpg
Una scena del film
Titolo originale Spotlight
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2015
Durata 128 min
Rapporto 1,85 : 1
Genere thriller, storico, biografico, drammatico
Regia Tom McCarthy
Soggetto articoli ed inchiesta del The Boston Globe
Sceneggiatura Tom McCarthy, Josh Singer
Produttore Blye Pagon Faust, Steve Golin, Nicole Rocklin, Michael Sugar
Produttore esecutivo Michael Bederman, Bard Dorros, Jonathan King, Peter Lawson, Xavier Marchand, Pierre Omidyar, Tom Ortenberg, Jeff Skoll, Josh Singer
Casa di produzione Anonymous Content, Participant Media, Rocklin / Faust
Distribuzione (Italia) BiM Distribuzione
Fotografia Masanobu Takayanagi
Montaggio Tom McArdle
Musiche Howard Shore
Scenografia Stephen H. Carter
Costumi Wendy Chuck
Trucco Teresa Young
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Il caso Spotlight (Spotlight) è un film del 2015 co-scritto e diretto da Tom McCarthy, premiato come miglior film e miglior sceneggiatura originale ai premi Oscar 2016.[1]

La pellicola, presentata fuori concorso alla 72ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, narra le vicende reali venute a galla dopo l'indagine del quotidiano The Boston Globe sull'arcivescovo Bernard Francis Law, accusato di aver coperto molti casi di pedofilia avvenuti in diverse parrocchie.[2] L'indagine valse il Premio Pulitzer di pubblico servizio al quotidiano nel 2003[3] e aprì a numerose indagini sui casi di pedofilia all'interno della Chiesa cattolica.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 la squadra giornalistica Spotlight del Boston Globe, guidata dal neo-direttore Marty Baron, comincia una clamorosa indagine che svela gli abusi sessuali perpetrati da oltre 70 sacerdoti dell'Arcidiocesi di Boston ai danni di minori, abusi che erano stati insabbiati dall'autorità ecclesiastica.

Consapevoli dei rischi cui vanno incontro mettendosi contro un'istituzione come la Chiesa cattolica, Marty Baron e Ben Bradlee Jr., più i quattro membri della squadra investigativa del giornale, Walter Robinson, Mike Rezendes, Sacha Pfeiffer e Matt Carroll, sono determinati più che mai a portare alla luce la verità su una vicenda che per anni è stata ignorata dalle autorità e dai media.

Il film termina con una lista di luoghi, sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo, nei quali la Chiesa cattolica è stata coinvolta nella copertura degli abusi perpetrati da preti; in seguito all'emersione dello scandalo il cardinale Bernard Francis Law è stato rimosso dal suo incarico a Boston e promosso alla Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, una delle più grandi ed importanti al mondo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Tom McCarthy e Josh Singer terminano la sceneggiatura nel giugno 2013,[4] e essa viene immediatamente inserita nella black list delle sceneggiature più apprezzate ma non ancora prodotte del 2013.[5]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film cominciano il 24 settembre 2014 a Boston[6] e continuano in ottobre a Hamilton, in Canada. Altre riprese vengono effettuate al Fenway Park,[7] negli uffici del The Boston Globe a Dorchester,[8] alla Boston Public Library[9] e all'Università McMaster di Hamilton.[10]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 29 luglio 2015.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima mondiale il 3 settembre 2015, fuori concorso, alla 72ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia[11] e successivamente al Toronto International Film Festival nella sezione delle presentazioni speciali.[12]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 5 novembre 2015[2] e in quelle italiane dal 18 febbraio 2016.[13]

Divieto[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti il film è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da adulti, per la presenza di linguaggio e riferimenti sessuali.[14]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Andrea Facchin, Oscar 2016, finalmente DiCaprio! Spotlight miglior film. Tutti i vincitori dell’88ma edizione, Best Movie, 29 febbraio 2016. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  2. ^ a b c Andrea Francesco Berni, Il trailer di Spotlight, il film sullo scandalo dei preti pedofili con Michael Keaton e Mark Ruffalo, badtaste.it, 29 luglio 2015. URL consultato il 29 luglio 2015.
  3. ^ (EN) The 2003 Pulitzer Prize Winners, Premio Pulitzer. URL consultato il 29 luglio 2015.
  4. ^ (EN) Mark Shanahan e Meredith Goldstein, ‘Spotlight’ script tells the story of Globe series, The Boston Globe, 19 agosto 2014. URL consultato il 29 luglio 2015.
  5. ^ (EN) Black List 2013: Full Screenplay List, deadline.com, 16 dicembre 2013. URL consultato il 25 settembre 2016.
  6. ^ (EN) Matt Juul, Globe ‘Spotlight’ Movie Holding Open Casting Call, boston.com, 24 settembre 2014. URL consultato il 29 luglio 2015.
  7. ^ (EN) Mark Shanahan e Meredith Goldstein, ‘Spotlight’ filming at Fenway Park, The Boston Globe, 26 settembre 2014. URL consultato il 29 luglio 2015.
  8. ^ (EN) Mark Shanahan e Meredith Goldstein, ‘Spotlight’ films at The Boston Globe, The Boston Globe, 29 settembre 2014. URL consultato il 29 luglio 2015.
  9. ^ (EN) Mark Shanahan e Meredith Goldstein, Rachel McAdams reporting for duty, The Boston Globe, 30 settembre 2014. URL consultato il 29 luglio 2015.
  10. ^ (EN) Ruffalo, Tucci in Hamilton for Spotlight shoot, chch.com, 7 ottobre 2014. URL consultato il 29 luglio 2015.
  11. ^ Giorgio Viaro, Venezia 2015: Spotlight e gli agghiaccianti dettagli sullo scandalo dei preti pedofili. La recensione, Best Movie, 3 settembre 2015. URL consultato il 3 settembre 2015.
  12. ^ (EN) Jeremy Kay, Toronto to open with 'Demolition'; world premieres for 'Trumbo', 'The Program', screendaily.com, 28 luglio 2015. URL consultato il 29 luglio 2015.
  13. ^ Film uscita - Febbraio 2016, su mymovies.it. URL consultato il 25 settembre 2016.
  14. ^ (EN) Parents Guide for Spotlight, Internet Movie Database. URL consultato il 27 novembre 2015.
  15. ^ Andrea Facchin, Oscar 2016, tutte le nomination dell’88ma edizione!, Best Movie, 14 gennaio 2016. URL consultato il 15 gennaio 2016.
  16. ^ Luca Ceccotti, Golden Globes 2016: ecco tutte le nomination!, Best Movie, 10 dicembre 2015. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  17. ^ (EN) 2016 BAFTA Awards Winners Announced, comingsoon.net, 14 gennaio 2016. URL consultato il 15 gennaio 2016.
  18. ^ (EN) NATIONAL BOARD OF REVIEW ANNOUNCES 2015 AWARD WINNERS, Rotten Tomatoes, 1 dicembre 2015. URL consultato il 1 dicembre 2015.
  19. ^ Andrea Bedeschi, David di Donatello 2016, ecco tutti i film in gara!, badtaste.it, 22 marzo 2016. URL consultato il 22 marzo 2016.
  20. ^ Andrea Francesco Berni, Star Wars, Mad Max tra i migliori film dell’anno secondo l’American Film Institute, badtaste.it, 17 dicembre 2015. URL consultato il 17 dicembre 2015.
  21. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2016: Spotlight, La Grande Scommessa vincono i WGA Awards, badtaste.it, 14 febbraio 2016. URL consultato il 14 febbraio 2016.
  22. ^ (EN) Nominations announced for the 22nd Annual SAG Awards, comingsoon.net, 9 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  23. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2016: Spotlight, Leonardo DiCaprio e Alicia Vikander vincono i SAG Awards!, badtaste.it, 31 gennaio 2016. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  24. ^ (EN) INDIE SPIRIT AWARDS 2016: SPOTLIGHT WINS BIG, Rotten Tomatoes, 27 febbraio 2016. URL consultato il 27 febbraio 2016.
  25. ^ (EN) 2015, Satellite Awards, 1º dicembre 2015. URL consultato il 1º dicembre 2015.
  26. ^ (EN) CURRENT NOMINEES, Satellite Awards. URL consultato il 22 febbraio 2016.
  27. ^ (EN) CRITICS' CHOICE 2015 NOMINATIONS ANNOUNCED, Rotten Tomatoes, 14 dicembre 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  28. ^ (EN) The Full List of Critics Choice Awards Winners, comingsoon.net, 17 gennaio 2016. URL consultato il 25 settembre 2016.
  29. ^ a b Andrea Francesco Berni, Oscar 2015: Spotlight trionfa ai premi della critica di New York, Boston e Los Angeles, badtaste.it, 7 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  30. ^ (EN) 'Spotlight' Wins Big at 2015 Gotham Awards (FULL LIST), su Variety. URL consultato il 1° dicembre 2015.
  31. ^ (EN) The Hollywood Film Awards Officially Launched Awards Season, Hollywood Film Award, 1º novembre 2015. URL consultato il 5 novembre 2015.
  32. ^ (EN) Boston Society of Film Critics [collegamento interrotto], thefilmexperience.net, 6 dicembre 2015. URL consultato il 6 dicembre 2015.
  33. ^ (EN) Sasha Stone, The Boston Film Critics Online Name Mad Max: Fury Road the Best Film of 2015, awardsdaily.com, 4 dicembre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  34. ^ Federico Boni, Wafca Award 2015, le nomination - dominano Mad Max: Fury Road e Carol, cineblog.it, 6 dicembre 2015. URL consultato il 6 dicembre 2015.
  35. ^ (EN) D.C. Film Critics Shine a 'Spotlight' on Award Winners, prnewswire.com, 7 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  36. ^ Patrizio Marino, I FILM DEL 2015: I MIGLIORI E I PEGGIORI SECONDO IL TIME, Movieplayer.it, 9 dicembre 2015. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  37. ^ (EN) 2015 San Francisco Film Critics Circle Awards, San Francisco Film Critics Circle, 13 dicembre 2015. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  38. ^ (EN) SAN FRANCISCO FILM CRITICS AWARD WINNERS ANNOUNCED, Rotten Tomatoes, 13 dicembre 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  39. ^ (EN) Phoenix Critics Circle Awards 2015 Nominees, thecinemafiles.com, 13 dicembre 2015. URL consultato il 13 dicembre 2015.
  40. ^ (EN) Sasha Stone, Spotlight Wins Southeastern Film Critics, awardsdaily.com, 14 dicembre 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  41. ^ (EN) PatrickMcD, Film News: ‘Mad Max: Fury Road’ Tops Chicago Film Critics Association 2015 Best Film Nominees, hollywoodchicago.com, 14 dicembre 2015. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  42. ^ (EN) OFCS 2015 awards nominees announced, flickfilosopher.com, 7 dicembre 2015. URL consultato l'8 dicembre 2015.
  43. ^ Andrea Francesco Berni, Mad Max: Fury Road trionfa ai premi della Online Film Critics Society, badtaste.it, 14 dicembre 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  44. ^ (EN) Jason Dietz, Best of 2015: Film Awards & Nominations Scorecard, Metacritic. URL consultato il 16 dicembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar al miglior film Successore
Birdman 2016 Moonlight