Eric Bledsoe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eric Bledsoe
Eric Bledsoe.jpg
Bledsoe in azione con la maglia dei Los Angeles Clippers
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 93 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Squadra Phoenix Suns
Carriera
Giovanili
Parker High School
2008-2010 Kentucky Wildcats
Squadre di club
2010-2013 L.A. Clippers 197 (1.318)
2012 Bakersfield Jam 2 (25)
2013- Phoenix Suns 221 (4.162)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 aprile 2017

Eric Bledsoe (Birmingham, 9 dicembre 1989) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i Phoenix Suns.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

NBA (2010-)[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles Clippers (2010-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Viene selezionato al Draft NBA 2010 con la 18ª scelta assoluta dagli Oklahoma City Thunder, venendo immediatamente ceduto ai Los Angeles Clippers.[1] Nella sua stagione da matricola ha avuto una media di 6,7 punti e 3,6 assist, disputando 25 partite da titolare e venendo inserito nell'NBA All-Rookie Second Team. Nella sua seconda stagione, a causa dell'acquisizione del playmaker più volte All-Star Chris Paul da parte dei Clippers, Bledsoe vide così ridursi il suo spazio in campo tenendo una media di soli 11,6 minuti a partita, partendo titolare solo 1 volta su 40 partite totali. Durante questa stagione venne assegnato ai Bakersfield Jam, in D-League. Nella sua terza stagione le sue statistiche aumentarono ulteriormente, nonostante fosse ancora la riserva di Paul. Partecipò inoltre allo Slam Dunk Contest nel 2013 nella squadra della Western Conference con Jeremy Evans degli Utah Jazz e Kenneth Faried dei Denver Nuggets, ma senza vincere, in quanto prevalse la squadra della Conference opposta (ovvero la Eastern) composta da Gerald Green degli Indiana Pacers, Terrence Ross dei Toronto Raptors e James White dei New York Knicks.[2]

Phoenix Suns (2013-)[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2013 venne ceduto insieme a Caron Butler ai Phoenix Suns in una trade a 3 squadre che coinvolse anche i Milwaukee Bucks.[3][4]

Eric Bledsoe (estrema sinistra) in allenamento al Training Camp 2010 coi Clippers. Gli altri giocatori in foto da sinistra sono Chris Kaman, Blake Griffin e Randy Foye, compagni di squadra di Bledsoe all'epoca

Al suo debutto con la franchigia dell'Arizona Eric realizzò 22 punti, 6 rimbalzi e 7 assist nella vittoria interna per 104-91 contro i Portland Trail Blazers.[5] Nella sua seconda partita il 2 Novembre 2013 realizzò il primo buzzer-beater della sua carrieracontro gli Utah Jazz, fissando il risultato finale sul punteggio di 87-84; questo impreziosì un'ottima prestazione individuale di Bledsoe in quanto segnò 18 punti, di cui 17 nel secondo quarto.[6][7] Il 19 novembre 2013, durante il riscaldamento prima della partita contro i Sacramento Kings, si scontrò con il compagno di squadra P. J. Tucker, procurandosi un infortunio allo stinco. Il 13 dicembre 2013 realizzò un career-high di 28 punti nella vittoria per 116-107 contro i Sacramento Kings. Il 23 dicembre 2013 realizza la sua prima doppia doppia, mettendo a referto 16 punti e 11 rimbalzi (oltre a 7 assist) nella vittoria per 117-90 contro i Los Angeles Lakers. Nell'ultima partita del 2013, contro i Clippers, Bledsoe subì una lesione al menisco, che lo costrinse a stare fuori per circa due mesi e mezzo. Il 12 marzo 2014 tornò in campo contro i Cleveland Cavaliers. Due giorni dopo fece il proprio ritorno da titolare in quintetto, realizzando 17 punti anche 10 rimbalzi (andando così in doppia-doppia) nella gara vinta per 87-80 in trasferta al TD Garden di Boston contro i locali Boston Celtics. Il 4 aprile 2014 realizzò un nuovo career-high di 30 punti nella vittoria per 109-93 contro i Portland Trail Blazers. Il 22 gennaio 2017 realizzò il suo ennesimo career-high points con una prestazione individuale superlativa da 40 punti in trasferta in Canada a Toronto contro i locali Toronto Raptors; i Suns vinsero la partita a sorpresa col punteggio di 115-103, e Bledsoe andò così in doppia-doppia in quanto mise a referto anche 13 assist, contribuendo così in modo significativo alla vittoria della sua squadra.[8][9]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Regular Season[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra PG PI MPG FG°/° 3P°/° FT°/° RPG APG SPG BPG PPG
2010-2011 L.A. Clippers 81 25 22,7 42,4 27,6 74,4 2,8 3,6 1,1 0,3 6,7
2011-2012 L.A. Clippers 40 1 11,6 38,9 20,0 63,6 1,6 1,7 0,8 0,4 3,3
2012-2013 L.A. Clippers 76 12 20,4 44,5 39,7 79,1 3,0 3,1 13,1,4 0,7 8,5
2013-2014 Phoenix Suns 43 40 32,9 47,7 35,7 77,2 4,7 5,5 1,6 0,3 17,7
2014-2015 Phoenix Suns 81 81 34,6 44,7 32,4 80,0 5,2 6,1 1,6 0,6 17,0
2015-2016 Phoenix Suns 31 31 34,2 45,3 37,2 80,2 4,0 6,1 2,0 0,6 20,4
2016-2017 Phoenix Suns 66 66 33,0 43,4 33,5 84,7 4,8 6,3 1,4 0,5 21,1
Carriera 418 256 27,1 44,4 33,4 80,0 3,8 4,6 1,4 0,5 13,1

Playoffs[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PI MPG FG°/° 3P°/° FT°/° RPG APG SPG BPG PPG
2012 L.A. Clippers 11 0 17,2 58,7 42,9 62,5 2,4 2,1 1,2 0,4 7,9
2013 L.A. Clippers 6 0 16,2 50,0 11,1 66,7 2,5 3,0 0,3 0,5 6,5
Carriera 17 0 16,8 55,9 25,09 64,3 2,4 2,4 0,9 0,4 7,4

Massimi in carriera[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo di punti: 40 il 22 gennaio 2017 contro i Raptors
  • Massimo di rimbalzi: 13 il 26 febbraio 2015 contro gli Oklahoma City Thunder
  • Massimo di assist: 16 nella tripla doppia contro i Lakers
  • Massimo di stoppate: 4 in due occasioni
  • Massimo di palle recuperate: 7 il 2 marzo 2011 partendo dalla panchina contro i Nuggets

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CLIPPERS: CLIPPERS ACQUIRE DRAFT RIGHTS TO ERIC BLEDSOE, su www.nba.com. URL consultato il 26 marzo 2017.
  2. ^ (EN) Ross edges Evans to win 2013 Sprite Slam Dunk, in NBA.com. URL consultato il 10 aprile 2017.
  3. ^ Suns Officially Acquire Bledsoe and Butler, su Bright Side Of The Sun, 10 luglio 2013. URL consultato il 26 marzo 2017.
  4. ^ Scambio a tre squadre: Bledsoe ai Suns, Redick ai Clippers!, in BasketUniverso, 2 luglio 2013. URL consultato il 26 marzo 2017.
  5. ^ Trail Blazers vs. Suns - Game Summary - October 30, 2013 - ESPN, su ESPN.com. URL consultato il 26 marzo 2017.
  6. ^ Sam Cooper, Eric Bledsoe's 17-Point Fourth Quarter Highlights and Game Winner vs. Jazz (11/1/13), 2 novembre 2013. URL consultato il 26 marzo 2017.
  7. ^ (EN) Jazz at Suns, in NBA.com. URL consultato il 26 marzo 2017.
  8. ^ (EN) Raptors fall to Suns, losing streak extended to three games - Sportsnet.ca, in Sportsnet.ca. URL consultato il 26 marzo 2017.
  9. ^ (EN) NBA LEAGUE PASS | NBA.com, su watch.nba.com. URL consultato il 26 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]