Larry Sanders

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Larry Sanders
Larry Sanders.jpg
Sanders in azione con la maglia dei Milwaukee Bucks
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 211 cm
Peso 101 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Squadra No flag.svg Free agent
Carriera
Giovanili

2007-2010
Port St. Lucie High School
VCU Rams
Squadre di club
2010-2015 Milwaukee Bucks 233 (1.516)
2011 F.W. Mad Ants 2 (21)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 febbraio 2015

Larry Sanders (Fort Pierce, 21 novembre 1988) è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Prima del liceo non aveva mai giocato a pallacanestro. Dopo essersi iscritto alla Port St. Lucie High School, è stato notato dall'allenatore della squadra di pallacanestro della scuola, che ha notato la sua altezza fuori dalla media. Si è messo in luce nel suo anno da finalista, nel quale ha avuto una media di 18,9 punti e 13 rimbalzi a partita.

Dopo il diploma, ha accettato una borsa di studio per la Virginia Commonwealth University. Durante i suoi primi due anni all'università, è stato oscurato dalla stella della squadra Eric Maynor. Nel suo terzo anno, dopo la partenza di Maynor, ha avuto una media di 14,4 punti, 9,1 rimbalzi e 2,6 stoppate, tirando con il 53% dal campo. A fine stagione ha deciso di dichiararsi eleggibile per il draft 2010 È stato nominato Defensive Player of the Year della CAA nelle stagioni 2008-2009 e 2009-2010.

Al draft viene selezionato con la 15ª scelta dai Milwaukee Bucks. Il 21 febbraio 2011 viene assegnato ai Fort Wayne Mad Ants, in D-League; viene reintegrato il successivo 28 febbraio. Il 30 novembre 2012 realizza la sua prima tripla doppia in carriera, segnando 10 punti, 12 rimbalzi e 10 stoppate contro i Minnesota Timberwolves. È stato il secondo miglior stoppatore dopo Serge Ibaka. È stato inoltre il terzo giocatore più votato per il Most Improved Player Award dopo Paul George e Greivis Vásquez. Il 20 agosto 2013 rinnova il suo contratto con i Bucks, firmando per 4 anni a 44 milioni di dollari. Nel dicembre 2013 ha saltato 25 partite dopo essersi lacerato il legamento del pollice durante una rissa in una discoteca. È stato multato per i reati di condotta disordinata, aggressione e rissa; la polizia non ha tuttavia preso ulteriori provvedimenti. Il 5 aprile 2014 è risultato positivo alla marijuana in un controllo antidoping e, per tale motivo, ha dovuto saltare 5 gare[1]. Il 21 febbraio 2015, dopo essere risultato nuovamente positivo ad un controllo, i Bucks hanno deciso di uscire dal contratto che legava la franchigia al giocatore. In seguito, Sanders inizia un programma terapeutico al Rogers Memorial Hospital per guarire da problemi di ansietà, depressione e disturbi umorali.

Tuttavia Sanders non chiude ad un ritorno alla pallacanestro giocata: "Se ad un certo punto della mia vita mi sentirò ancora in grado di giocare a basket, allora tornerò".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Basket: Nba, Sanders squalificato per 5 gare per consumo marijuana - Libero Quotidiano

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]