Avery Bradley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avery Bradley
Avery Bradley Texas Longhorns.jpg
Bradley durante un tiro libero con la maglia di Texas
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 82 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia
Squadra L.A. Clippers
Carriera
Giovanili
Findlay College Prep
2009-2010Texas Longhorns
Squadre di club
2010-2017Boston Celtics 413 (5.008)
2011Maine Red Claws 9 (154)
2011Hap. Gerusalemme3
2017-2018Detroit Pistons 40 (601)
2018-L.A. Clippers6 (55)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 marzo 2018

Avery Antonio Bradley jr. (Tacoma, 26 novembre 1990) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i Los Angeles Clippers. Con i suoi 191 cm gioca nel ruolo di guardia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

High school[modifica | modifica wikitesto]

Passò i primi tre anni di high school alla Bellarmine Preparatory School, per poi trasferirsi per l'anno da senior al Findlay College Prep, giocando nella squadra di basket e conquistando il campionato nazionale, battendo in finale la Oak Hill Academy per 56 a 53. Venne selezionato nel 2009 per giocare il McDonald's All-American Game, e nello stesso torneo vinse la gara delle schiacciate.

Nel 2009 venne inserito nella classifica dei migliori giocatori delle high school, ESPN lo mise in prima posizione[1], il sito Rivals.com lo valutò come quarto miglior giocatore del Paese per quell'anno[2], dietro solo a John Wall, DeMarcus Cousins e Derrick Favors, mentre Scout.com come quinto[3].

College[modifica | modifica wikitesto]

Bradley decise di frequentare la University of Texas, dopo aver passato parte della sua infanzia ad Arlington ed essere diventato un sostenitore della squadra di basket dell'Università, i Texas Longhorns, in cui militava il futuro giocatore NBA T.J. Ford. Terminò il suo unico anno all'Università, il 2009-2010, con medie di 11,6 punti, 2,9 rimbalzi e 2,1 assist in 34 partite giocate[4].

NBA (2010-)[modifica | modifica wikitesto]

Boston Celtics (2010-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Nel Draft NBA 2010 venne scelto come diciannovesima chiamata assoluta dai Boston Celtics e firmò il contratto con la squadra il 2 luglio[5].

Dopo un inizio stagione non molto convincente, il 14 gennaio 2011 i Celtics lo mandarono in NBA D-League nella loro squadra affiliata, i Maine Red Claws[6]. Quello stesso giorno debuttò mettendo a referto 11 punti in 21 minuti di gioco. In seguito ad un infortunio alla colonna vertebrale subito da Marquis Daniels, guardia dei Celtics, Bradley venne richiamato a Boston e raggiunse la squadra per la partita contro gli Charlotte Bobcats del 7 febbraio[7].

Nell'ottobre del 2011, durante il Lockout NBA 2011-2012, Bradley firmò con l'Hapoel Gerusalemme[8], giocando tre partite con una media di 13,7 punti.

Iniziata la stagione NBA 2011-12 Bradley ritorna ai Celtics, dove trova molto più spazio rispetto all'anno passato, convincendo coach Doc Rivers a schierarlo titolare come sostituto dell'infortunato Ray Allen. La produzione offensiva di Bradley cresce costantemente durante la stagione, raggiungendo l'apice nella partita contro gli Atlanta Hawks del 20 aprile 2012 in cui mette a referto 28 punti, suo career-high.

Nei playoff NBA subì un infortunio alla spalla[9], che lo costrinse a saltare le restanti gare, facendo perdere ai Celtics un importante tassello nel roster, che li avrebbe certamente aiutati a raggiungere le NBA Finals.

Saltò i primi mesi della stagione NBA 2012-13, dovendo ancora recuperare completamente dall'infortunio, ed esordisce il 2 gennaio 2013[10] nella partita persa dai Celtics contro i Memphis Grizzlies; Bradley mette a referto 4 punti in 19 minuti di gioco.[11]

Detroit Pistons (2017-2018)[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 luglio 2017 venne scambiato ai Detroit Pistons in cambio di Marcus Morris insieme a una scelta al 2º giro.[12] A Detroit Bradley fu titolare fisso nel ruolo di guardia fino alla sua cessione, avvenuta in gennaio.

Los Angeles Clippers (2018-)[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 gennaio 2018 venne ceduto (insieme a Tobias Harris, Boban Marjanović, una prima scelta al Draft NBA 2018 e una seconda a quello del 2019) ai Los Angeles Clippers nella trade che portò Blake Griffin (oltre che Willie Reed e Brice Johnson) a vestire la canotta dei Pistons.[13][14]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
  PG Partite giocate   PI  Partite iniziate  MPG  Minuti a partita
 FG%  % dal campo  3P%  % da tre punti  FT%  % tiro libero
 RPG  Rimbalzi a partita  APG  Assist a partita SPG  Palle rubate a partita
 SPG  Stoppate a partita  PPG  Punti a partita  Grassetto  Career high

College[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PI MPG FG% 3P% FT% RPG APG SPG BPG PPG
2009-10 Texas Longhorns 34 32 29,5 43,2 37,5 54,5 2,9 2,1 1,3 0,5 11,6

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Regular season[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra PG PI MPG FG% 3P% FT% RPG APG SPG BPG PPG
2010-11 Boston Celtics 31 0 5,2 34,3 0,0 50,0 0,5 0,4 0,8 0,0 1,7
2011-12 Boston Celtics 64 28 21,4 49,8 40,7 79,5 1,8 1,4 0,7 0,2 7,6
2012-13 Boston Celtics 50 50 28,7 40,2 31,7 75,5 2,2 2,1 1,3 0,4 9,2
2013-14 Boston Celtics 60 58 30,9 43,8 39,5 80,4 3,8 1,4 1,1 0,2 14,9
2014-15 Boston Celtics 77 77 31,5 42,9 35,2 79,0 3,1 1,8 1,1 0,2 13,9
2015-16 Boston Celtics 76 72 33,4 44,7 36,1 78,0 2,9 2,1 1,5 0,3 15,2
2016-17 Boston Celtics 55 55 33,4 46,3 39,0 73,1 6,1 2,2 1,2 0,2 16,3
2017-18 Detroit Pistons 40 40 31,7 40,9 38,1 76,3 2,4 2,1 1,2 0,2 15,0
Carriera 453 380 28,4 43,9 36,8 77,1 3,0 1,7 1,1 0,2 12,4

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PI MPG FG% 3P% FT% RPG APG SPG BPG PPG
2012 Boston Celtics 10 10 24,8 36,8 22,7 66,7 2,0 0,8 0,8 0,6 6,7
2013 Boston Celtics 6 6 31,8 40,5 25,0 100 2,2 1,3 1,8 0,2 6,7
2015 Boston Celtics 4 4 33,3 38,0 26,3 85,7 3,8 0,8 0,8 0,0 12,3
2016 Boston Celtics 1 1 23,0 43,8 14,3 100 3,0 1,0 1,0 1,0 18,0
2017 Boston Celtics 18 18 35,8 44,1 35,1 77,8 3,9 2,3 1,3 0,2 16,7
Carriera 39 39 32,1 42,0 31,2 78,0 3,1 1,6 1,2 0,3 12,2

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

First Team: 2016
Second Team: 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]