Dorset Naga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Foto presa all'Azienda "Pepper By post",
West Bexington, Regno Unito
Chilli55.jpg
Piccantezza: Estremamente alta
(SU 876,000÷1,000,000 e oltre)

Il Naga Dorset o Dorset Naga (Capsicum chinense Jacq. cv 'Naga Dorset', forse C. chinense × frutescens[1]) è una cultivar di peperoncino sviluppata a West Bexington, Dorset, Inghilterra da Michael e Joy Michaud. Nel marzo 2006 è salita agli onori della cronaca come "la più piccante del mondo". È imparentata con la varietà Naga Morich del Bangladesh.[2]

Il frutto, di forma conica, è largo circa 2 cm e lungo fino a 4 cm, anche se la taglia può essere minore. Il colore va dal verde immaturo al rosso a maturazione, passando per l'arancione.

Molti ritengono il Naga Dorset troppo piccante per il consumo diretto, tanto da usarlo solo per spennellare gli alimenti.[3]

Alcuni pensano che il Naga Dorset possa essere imparentato, o coincidere, con il Naga Jolokia di Tezpur, tuttavia secondo l'azienda inglese Peppers by Post, al momento non vi sono prove certe.[4] Sembra tuttavia che il governo assamese abbia bloccato l'export di semi del "Naga Jolokia" per avviare il processo di registrazione del marchio.[5]

Gradazione Scoville[modifica | modifica wikitesto]

I campioni mandati dalla società produttrice a due differenti laboratori statunitensi hanno dato risultati di 876,000[6] e 970,000[7] SU.

Nel maggio 2006, l'azienda "Peppers by Post" donò tre piante di "Dorset Naga" al programma "Gardeners' World" della BBC, per partecipare ad un concorso di peperoncini. Le piante vennero cresciute in vasi da 22 cm, innaffiate con impianto a capillarità in una serra non riscaldata. I test vennero effettuati nel settembre 2006, al Dipartimento di ricerche orticulturali dell'Università di Warwick Warwick[8]. I risultati del test furono riportati nel programma "Gardeners' World" sul secondo canale della BBC il 20 ottobre 2006, con il sorprendente risultato di 1.598.227 SU. La stessa Peppers by Post ha preso le distanze dal risultato, in attesa di conoscere i dettagli dei procedimenti utilizzati per la taratura[9].

Attualmente il nuovo record sul Guinness dei Primati, registrato nel marzo 2010 dall'Università di Warwick del Regno Unito, appartiene all'Infinity Chili con 1.067.286 SU. Il precedente record apparteneva al Bhut Jolokia, che dovrebbe essere della stessa varietà del Naga Dorset, ma probabilmente è un ibrido con C. frutescens.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Saga Jolokia, Fiery-foods.com. URL consultato il 21 luglio 2009., sezione DNA result
  2. ^ (EN) Is Dorset Naga the hottest chilli ever measured? Possibly., peppersbypost.biz. URL consultato il 26 febbraio 2008.
  3. ^ (EN) Dorset claims world's hottest chilli (XML), in Daily Telegraph, 1º aprile 2006. URL consultato il 26 febbraio 2008.
  4. ^ (EN) Naga Dorset - other sightings, peppersbypost.biz. URL consultato il 26 febbraio 2008.
  5. ^ Peperonciniamoci - Forum di appassionati italiani, peperonciniamoci.it. URL consultato il novembre 2006.
  6. ^ (EN) Certificato della Southwest Bio-Labs
  7. ^ (EN) Certificato della Certified Laboratories
  8. ^ (EN) Warwick HRI
  9. ^ (EN) L'azienda sui risultati della BBC

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]