Carolina reaper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carolina Reaper
Carolina Reaper pepper pods.jpg
SpecieCapsicum chinense
CultivarCarolina Reaper
OrigineCarolina del Sud Carolina del Sud
PiccantezzaChilli55.svg
Unità Scovillefino a 2.200.000 SHU

Il Carolina reaper (Tradotto letteralmente: "Il mietitore della Carolina") è una varietà (cultivar) di peperoncino appartenente alla specie Capsicum chinense, conosciuto originariamente con il nome di HP22B (Higher Power, Pot No. 22, Plant B[1]). Il primo esemplare è stato ottenuto da Ed Currie, proprietario della PuckerButt Pepper Company[2] situata a Fort Mill, nella Carolina del Sud, da un incrocio tra un Naga Morich e un Habanero Rosso[3]. Il peperoncino attirò l'attenzione dei media quando, nel 2011, un reporter della National Public Radio, dopo averne mangiato un pezzo, rimase sconvolto dalla sua piccantezza e decise così di raccontare la sua esperienza dedicandogli un servizio[4].

Nel 2013 questo peperoncino è entrato nel Guinness dei primati come il più piccante del mondo, raggiungendo una piccantezza media di 1.569.300 unità Scoville[5], con picchi di 2.200.000 unità[1]. Il record precedente apparteneva al Trinidad Scorpion "Butch T" stabilito nel marzo del 2011[6].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Carolina Reaper è di colore rosso e presenta un'estremità che ricorda la coda di uno scorpione. Impiega circa 90 giorni per maturare[7], al termine dei quali raggiunge una lunghezza che va dai 3 ai 5 cm[8].

Il Carolina Reaper durante la fase di maturazione passa da un colore verde all’arancione fino ad arrivare, molto lentamente, ad un colore rosso scarlatto brillante.[9]

La concentrazione di capsaicina al suo interno è così elevata che il contatto della polpa con la pelle può provocare forti sensazioni di bruciore[8].

Il gusto di questo peperoncino è fruttato, dolce, con richiami di cannella e cioccolato[10] e viene utilizzato dal suo inventore per la produzione di salse denominate I Dare You Stupit e Purgatory Sauce[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Jeffrey Collins, World's hottest pepper is grown in South Carolina, su bigstory.ap.org, 26 dicembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  2. ^ a b (EN) Pagina principale della PuckerButt Pepper Company, su puckerbuttpeppercompany.com. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  3. ^ Carolina Reaper HP22B, il peperoncino più piccante al mondo, su http://diavolopiccante.it.
  4. ^ (EN) Smokin’ Ed Cultivates a Company and a Pepper, su puckerbuttpeppercompany.com/. URL consultato il 13 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2015).
  5. ^ (EN) Hottest chili, su Guinness World Records 2015. URL consultato il 24 settembre 2015.
  6. ^ (EN) Darren Rovell, What Happens When You Eat a 'Carolina Reaper,' One of the World's Hottest Peppers, su abcnews.go.com, 1º novembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  7. ^ (EN) Carolina Reaper peppers, the world's hottest pepper, su examiner.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  8. ^ a b (EN) The Carolina Reaper: Serious Sizzle From The South, su pepperscale.com. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  9. ^ Carolina Reaper, in Database varietà di peperoncino, mondodelpeperoncino.it. URL consultato il 17 Novembre 2020.
  10. ^ (EN) Kevin Lynch, Confirmed: Smokin Ed's Carolina Reaper sets new record for hottest chilli, su guinnessworldrecords.com, 19 novembre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]