Diageo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diageo
Logo
StatoRegno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valori
ISINGB0002374006
Fondazione1997
Sede principaleLondra
Persone chiaveJavier Ferrán, presidente
Ivan Menezes, CEO
SettoreAlimentare
ProdottiBirra, Vino, Whisky
Fatturato43.100 milioni di $ (2006)
Dipendenti42.333 (2006)
Slogan«Celebrating Life, Everyday, Everywhere (Celebrate la vita, Ogni giorno, Dappertutto)»
Sito web

Diageo è una impresa mondiale sul mercato degli alcolici e fa parte delle 100 aziende con la maggior capitalizzazione nella borsa di Londra[1][2]. Il gruppo è nato dalla fusione nel 1997 di due imprese: la britannica GrandMet e l'irlandese Guinness Plc.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fusione la strategia del gruppo fu di focalizzarsi sul settore alcolici. Di conseguenza nel 2000 ha ceduto la Pillsbury alla General Mills, nel 2002 la catena di fast food Burger King ad un consorzio di private equity guidato da Texas Pacific Group per un valore di 1,5 miliardi di dollari così come Géant Vert, Old El Paso e Häagen-Dazs. Tutte quest'attività provenivano dalla GrandMet.

Il gruppo produce principalmente liquori (Vodka, Whisky, Gin, Rum, ecc.), ma anche birra (Guinness, Kilkenny) e vino (principalmente per i mercati nord-americano e nord-europeo).

Al momento della fusione tra GrandMet e Guinness, il gruppo LVMH (Moët Hennessy Louis Vuitton SA) - durante l'assemblaggio finanziario - propose una fusione pari ai rispettivi tre industriali. Perché la LVMH, deteneva il 14% del capitale del suo partner Guinness, e voleva così conservare il controllo in questo settore. Si nota che la Guinness deteneva il 33% della LVMH.[non chiaro]

Marchi Diageo[modifica | modifica wikitesto]

Fra le più conosciute:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ DGE, su londonstockexchange.com.
  2. ^ DEO, su nyse.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN197755677 · ISNI: (EN0000 0004 0487 8945