Sainsbury's

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
J Sainsbury plc
Logo
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Forma societaria Public company
Borse valori London Stock Exchange
ISIN GB00B019KW72
Fondazione 1869 a Londra
Fondata da John James Sainsbury
Sede principale Londra
Filiali Sainsbury's Bank, Sainsbury's Supermarkets Ltd, Sainsbury's Convenience Stores Ltd
Persone chiave Philip Hampton (presidente), Justin King (CEO)
Settore Grande distribuzione organizzata
Prodotti Supermercati, servizi bancari
Fatturato 23,949 miliardi di £[1] (2014)
Utile netto 798 milioni di £[1] (2014)
Dipendenti 161,000[1] (2014)
Sito web

J Sainsbury plc è la casa madre di Sainsbury's Supermarkets Ltd, comunemente conosciuta come Sainsbury's, la terza catena di supermercati nel Regno Unito.[2] Il gruppo ha anche interessi nel settore bancario e dei beni immobili.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sainsbury's fu fondata nel 1869 da John James Sainsbury e sua moglie Mary Ann, a Londra, e crebbe rapidamente in Età vittoriana. Crebbe fino a diventare il più grande venditore al dettaglio di generi di drogheria, aprendo la strada alla vendita self service nel Regno Unito, ed ebbe il suo periodo di maggiore prosperità negli anni ottanta. Nel 1995 venne superata da Tesco, che divenne leader nel settore della grande distribuzione. Nel 2003 ASDA divenne la seconda più grande catena del paese, riducendo Sainsbury's al terzo posto.

La Famiglia Sainsbury fondatrice dell'azienda detiene ancora circa il 15% delle azioni J Sainsbury plc (maggio 2008), attraverso varie società. La famiglia vendette buona parte della sua proprietà nel 2005, quando era del 35%.[3]

La società è quotata alla Borsa di Londra.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità ISNI: (EN0000 0001 2179 1321