Danilo Fernando Avelar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Danilo Avelar
Danilo Avelar.JPG
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 185 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra América-MG
Carriera
Giovanili
2004-2005Paranavaí
2006-2007Joinville
2007-2009Paraná
Squadre di club1
2009-2010Rio Claro0 (0)[1]
2010-2011Karpaty18 (0)
2011Schalke 043 (0)
2011-2012Karpaty5 (2)
2012-2015Cagliari71 (4)
2015-2017Torino9 (0)
2017-2018Amiens25 (1)
2018-2021Corinthians57 (5)[2]
2022-América-MG0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 aprile 2022

Danilo Fernando Avelar, detto Danilo Avelar (Paranavaí, 9 giugno 1989), è un calciatore brasiliano, difensore dell'América-MG.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Possiede il passaporto italiano.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino naturale, agisce prevalentemente sulla fascia sinistra nel ruolo di terzino o di centrocampista laterale, date le sue spiccate caratteristiche offensive.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Paranavaí, nel luglio del 2010 si trasferisce in Ucraina, nel Karpaty dove dà il suo contributo per la qualificazione in Europa League con 11 presenze: 5 in qualificazione, 6 in coppa.[5]

Nel gennaio 2011 viene ceduto in prestito allo Schalke 04, tuttavia a causa di piccoli problemi fisici non riesce imporsi nel campionato tedesco e a fine prestito ritorna al Karpaty Lviv.

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 luglio 2012 passa al Cagliari con la formula del prestito con diritto di riscatto.[6] Al Karpaty Lviv vanno 1,8 milioni di euro.[7] Esordisce in Serie A il 26 agosto 2012 nella partita persa dal Cagliari per 2-0 contro il Genoa.[8] Dopo un inizio difficile (l'allora tecnico della formazione sarda Massimo Ficcadenti gli preferiva nel suo ruolo il terzino Francesco Pisano) con l'arrivo degli allenatori Ivo Pulga e Diego López conquista stabilmente un posto tra i titolari grazie a delle prestazioni via via sempre più convincenti.[9] Nell'ultima parte di campionato lascia il più delle volte spazio al giovane terzino Nicola Murru,[10] a causa di piccoli problemi fisici e alla crescita esponenziale di quest'ultimo.[11][12][13] A fine campionato viene riscattato a titolo definitivo dalla società sarda,[14] al costo di 1 milione di euro.[15]

Nella stagione 2013-2014 si gioca il posto da titolare ancora con il pariruolo Murru,[16] trovando tuttavia poco spazio nella prima parte del campionato.[17][18] Il 31 gennaio 2014 il passaggio in prestito alla squadra di Championship del Leeds sfuma a causa di problemi di natura logistica tra le due società coinvolte.[19] Rimasto a Cagliari, nel girone di ritorno colleziona 15 presenze, ritrovando il posto da titolare nella gara Inter-Cagliari valida per la 25ª giornata del campionato. Nel finale di stagione si ripete ancora il dualismo con Murru.[20]

Il 19 ottobre 2014 segna il suo primo gol in Serie A nell'incontro casalingo contro la Sampdoria terminato 2-2, trasformando il calcio di rigore che ha riaperto la partita, fino allora condotta dai liguri per 2-0.[21] Una settimana più tardi realizza, invece, la sua prima doppietta nel massimo campionato italiano (la prima rete su calcio di punizione, la seconda ancora su rigore) nel 4-0 con cui i rossoblu si impongono sul campo dell'Empoli.[22]

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 giugno 2015 viene acquistato a titolo definitivo dal Torino per 2,5 milioni di euro più il prestito del giovane Antonio Barreca, con cui firma un contratto quadriennale.[23] Nella prima stagione in maglia granata ottiene solo otto presenze a causa di vari infortuni patiti.

Amiens[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2017 si trasferisce in prestito all'Amiens.[24] Esordisce nel massimo campionato francese il 23 settembre seguente nella gara persa per 1-0 sul campo del Caen. Il 4 novembre segna il suo primo gol con la nuova squadra in occasione della partita Montpellier-Amiens (1-1), valevole per la 12ª giornata di campionato.

Corinthians[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2018 ritorna in Brasile firmando per il Corinthians. Dopo un inizio negativo, il 4 febbraio segna il gol che garantì la vittoria sul Palmeiras in una partita valida per il Paulistão. Il 20 dello stesso mese segna nuovamente contro l'Avenida in Copa do Brasil. Altri due gol gli permettono di essere acquistato a fine campionato a titolo definitivo per circa 6,5 milioni di reais con un contratto fino alla fine del 2022. Il 7 ottobre del 2020 subisce una lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio destro dopo uno scontro con Lucas Lourenço del Santos nel Brasileirão ed è costretto all'operazione chirurgica che lo tiene lontano dai campi per 8 mesi.

Il 23 giugno 2021, giocando privatamente online a un videogioco proferisce un epiteto razzista al suo avversario. In risposta a ciò, il giorno successivo il Corinthians decide di rescindere unilateralmente il contratto lasciandolo così svincolato.[25]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'8 novembre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010 Brasile Rio Claro A1/SP 13 0 - - - - - - 13 0
2010-gen. 2011 Ucraina Karpaty PL 18 0 CU 2 0 UEL 11 0 - - 31 0
gen.-giu. 2011 Germania Schalke 04 BL 3 0 CG 0 0 UCL 0 0 - - 3 0
2011-2012 Ucraina Karpaty PL 5 2 CU 2 1 UEL 1 0 - - 8 3
Totale Karpaty 23 2 4 1 12 0 39 3
2012-2013 Italia Cagliari A 20 0 CI 1 0 - - - - 21 0
2013-2014 A 20 0 CI 0 0 - - - - 20 0
2014-2015 A 31 4 CI 1 0 - - - - 32 4
Totale Cagliari 71 4 2 0 73 4
2015-2016 Italia Torino A 6 0 CI 2 0 - - - - 8 0
2016-2017 A 3 0 CI 0 0 - - - - 3 0
Totale Torino 9 0 2 0 11 0
2017-2018 Francia Amiens L1 25 1 CF+CdL 0+1 0 - - - - 5 1
Totale carriera 123 7 9 1 12 0 144 8

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni statali[modifica | modifica wikitesto]

Corinthians: 2019

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Schalke 04: 2010-2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 13 (0) nel Campionato Paulista 2010.
  2. ^ 63 (6) considerando anche le presenze nel Paulistão.
  3. ^ Gianluca Di Marzio, Cagliari, proposto Danilo Avelar, su gianlucadimarzio.com, 14 luglio 2012. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  4. ^ Danilo Avelar: "Finalmente Cagliari", su cagliaricalcio.net, 18 luglio 2012. URL consultato il 15 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2012).
  5. ^ Danilo Avelar sbarca a Cagliari. Oggi firma il contratto triennale, in L'Unione Sarda, 26 giugno 2012. URL consultato il 15 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2012).
  6. ^ Preso il difensore Danilo Avelar, su cagliaricalcio.net, 17 luglio 2012. URL consultato il 17 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2012).
  7. ^ Danilo Avelar ha firmato: ecco le cifre, su calciomercato.it, 17 luglio 2012. URL consultato il 17 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2013).
  8. ^ Tabellino Genoa-Cagliari Serie A TIM Giornata 1 - domenica, 26 agosto 2012 - ore 20.45 - Stadio "Ferraris", su cagliaricalcio.net. URL consultato il 15 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2012).
  9. ^ Un Danilo alla conquista di Cagliari, su tuttocagliari.net, 28 novembre 2012. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  10. ^ Avelar e Murru, sfida infinita. Chi la spunta?, su cagliarinews24.com, 29 aprile 2013. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  11. ^ Verso Siena: Sau scalpita, ballottaggio Avelar-Murru, su cagliarinews24.com, 13 marzo 2013. URL consultato il 15 maggio 2013.
  12. ^ Cagliari, spazio a Cabrera e Avelar, in La Gazzetta dello Sport, 6 aprile 2013. URL consultato il 15 maggio 2013.
  13. ^ Avelar, il futuro è in Sardegna. Marroccu: "Vogliamo riscattarlo", su tuttocagliari.net, 18 maggio 2013. URL consultato il 18 maggio 2013.
  14. ^ UFFICIALE - Avelar è del Cagliari, su cagliarinews24.com, 31 maggio 2013. URL consultato il 2 giugno 2013.
  15. ^ UFFICIALE: Riscattato Avelar dal Karpaty Lviv, su tuttocagliari.net, 1º giugno 2013. URL consultato il 2 giugno 2013.
  16. ^ Due ballottaggi per la gara di Bergamo, su tuttocagliari.net, 18 gennaio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  17. ^ Anche Avelar ai saluti: tre squadre alla finestra, su tuttocagliari.net, 27 gennaio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2014).
  18. ^ Cagliari, Avelar chiede spazio: la situazione, su tuttomercatoweb.com, 5 dicembre 2013. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  19. ^ Avelar resta a Cagliari: saltato il trasferimento al Leeds, su cagliarinews24.com, 1º febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  20. ^ Danilo Avelar - I pagelloni di CagliariNews24, cagliarinews24.com, 29 maggio 2014. URL consultato il 3 luglio 2014.
  21. ^ Orgoglio rossoblù, cagliaricalcio.net, 19 ottobre 2014. URL consultato il 22 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2014).
  22. ^ Effetti speciali rossoblù, cagliaricalcio.net, 25 ottobre 2014. URL consultato il 26 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2014).
  23. ^ UFFICIALE: Torino, preso Avelar dal Cagliari. Antonio Barreca in prestito in Sardegna, tuttomercatoweb.com, 17 giugno 2015. URL consultato il 18 giugno 2015.
  24. ^ Avelar all'Amiens, torinofc.it, 31 agosto 2017.
  25. ^ "Figlio di una ragazza negra". Per Avelar, ex Toro e Cagliari, arriva la rescissione del contratto, 24 giugno 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]