Ivo Pulga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ivo Pulga
Pulga.jpg
Pulga al Cagliari nella stagione 1989-1990
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1999 - giocatore
Carriera
Giovanili
Carpi
Squadre di club1
1980-1982 Carpi 58 (9)
1982-1983 Bologna 0 (0)
1983-1984 Carpi 29 (2)
1984-1985 Modena 34 (2)
1985-1991 Cagliari 174 (6)
1991-1993 Parma 27 (0)
1993-1994 Vicenza 21 (0)
1994-1999 Carpi 115 (3)
Carriera da allenatore
2003-2011ModenaGiovanili
2011-2012ModenaVice
2012-2013Cagliari
2013-2014CagliariVice
2014Cagliari
2018Brescia
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 giugno 2018

Ivo Pulga (Modena, 20 giugno 1964) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mediano[1] non dotato di grandissima tecnica o doti fisiche, amato dai tifosi soprattutto per il cuore e la grinta che metteva in campo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Nasce calcisticamente nel Carpi dove milita tre stagioni in Serie D inframmezzate da una senza presenze al Bologna, con i biancorossi segna 11 reti in 3 campionati dal 1980 al 1984.[1]

Nella stagione 1984-1985 finisce al Modena in C1 e segna 2 reti. Notato da Gigi Riva durante una tournée del Cagliari Calcio in Emilia-Romagna[2], Ivo Pulga approda nella stagione successiva in Sardegna dove rimarrà per sei anni, retrocedendo in Serie C1 nella stagione 1986-1987, ottenendo una doppia promozione dalla C1 alla Serie A nel 1989 e nel 1990, e segnando 6 reti. Uno di questi goal nella stagione 1988-1989 nella partita Cagliari-Ischia (1-0) ha sancito la matematica promozione dei sardi in B.

Dopo il periodo di Cagliari va per 2 stagioni a Parma in Serie A con cui vince Coppa Italia e Coppa delle Coppe. In seguito si trasferisce un anno a Vicenza in B dove sia coi ducali che con i berici non segna nessun gol.[1]

Ritorna a Carpi nella stagione 1994-1995 in Serie C1 chiudendo la sua carriera con la retrocessione del Carpi nel 1998-1999, e dopo aver perso uno spareggio per la promozione in serie B. In questa sua nuova avventura in Emilia segna 3 reti, nelle stagioni in cui fa meno presenze.[1]

In carriera ha totalizzato complessivamente 57 presenze in Serie A e 100 presenze e 2 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Modena[modifica | modifica wikitesto]

È passato all'attività di allenatore nel settore giovanile del Modena, guidando Allievi Nazionali, e precedentemente la Primavera.

Successivamente diviene vice allenatore della prima squadra, aiutando l'allenatore Agatino Cuttone.[3]

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 ottobre 2012 subentra a Massimo Ficcadenti sulla panchina del Cagliari con Diego López come vice.[4] Esordisce con una vittoria in trasferta nella partita Torino-Cagliari (0-1), valida per la settima giornata della Serie A 2012-2013,[5] cui seguono altre tre vittorie per una serie di 4 consecutive. Nelle successive 8 partite ottiene solo 2 punti; in seguito a un positivo girone di ritorno,[6][7] conquista la salvezza con 6 turni di anticipo sulla fine del campionato,[8][9] ottenendo 45 punti in 32 partite che equivale a una media a partita di 1,4 punti.[10]

Il 12 maggio prende parte ai festeggiamenti del ventennale della conquista della Coppa delle Coppe 1993, primo successo europeo del Parma, insieme ad altre vecchie glorie dei ducali.[11]

Nella stagione 2013-2014 torna a sedersi sulla panchina del Cagliari come vice di Diego López promosso allenatore. Il 18 febbraio 2014 viene sollevato dall'incarico.[12] Il 7 aprile viene richiamato per allenare il Cagliari in sostituzione dello stesso López.[13] Porta alla salvezza ottenendo 7 punti nelle ultime 6 partite.

Brescia[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 aprile 2018 viene chiamato dall'ex presidente rossoblù Massimo Cellino alla guida del Brescia, in Serie B, andando a sostituire nelle ultime 4 giornate Roberto Boscaglia e con la squadra posizionata al tredicesimo posto in classifica a quota 46 punti.[14][15][16]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 18 Maggio 2018

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2012-2013 Italia Cagliari A 32 12 9 11 CI 2 1 0 1 - - - - - 34 13 9 12 38,24 Subentrato, 11°
2013-2014 A 6 2 1 3 CI - - - - - - - - - 6 2 2 2 33,33 Subentrato, 15°
Totale Cagliari 38 14 10 14 2 1 0 1 - - - - 40 15 11 14 37,50
2017-2018 Italia Brescia B 4 0 2 2 CI - - - - - - - - - 4 0 2 2 &&0,00 Subentrato,16°
Totale carriera 42 14 12 16 2 1 0 1 - - - - 44 15 13 16 34,09

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa delle Coppe.svg Coppa delle Coppe: 1

Parma: 1992-1993

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1991-1992
Cagliari: 1988-1989
Cagliari: 1988-1989 (girone B)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Carriera di Ivo Pulga, tuttocalciatori.net. URL consultato l'8 ottobre 2012.
  2. ^ Mister Pulga si racconta: «Col Napoli gara molto sentita. Sau? Ha un grande futuro davanti a sé», tuttocagliari.net. URL consultato il 23 novembre 2012.
  3. ^ Ivo Pulga e il vecchio cuore rossoblù. Ha giocato a Cagliari dal 1985 al 1991 unionesarda.it URL consultato il 08-10-2012
  4. ^ Nuovo corso cagliaricalcio.net URL consultato in data 02-10-2012
  5. ^ Finalmente i 3 punti! cagliaricalcio.net URL consultato in data 08-10-2012
  6. ^ Mario Sconcerti, Cagliari: un girone di ritorno da Champions, in Corriere della Sera, 18 aprile 2013. URL consultato il 24 aprile 2013.
  7. ^ Cagliari, girone di ritorno da Champions!, tuttocagliari.net, 14 aprile 2013. URL consultato il 24 aprile 2013.
  8. ^ Doppio Pinilla, salvezza in tasca, cagliaricalcio.net, 14 aprile 2013. URL consultato il 24 aprile 2013.
  9. ^ Pulga: "Vogliamo arrivare più in alto possibile", cagliaricalcio.net, 19 aprile 2013. URL consultato il 24 aprile 2013.
  10. ^ Pulga – Lopez, una coppia da 53 punti, cagliarinews24.com, 20 maggio 2013. URL consultato il 20 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2013).
  11. ^ Il Parma celebra l'impresa di Wembley, anche Pulga presente ai festeggiamenti, tuttocagliari.net, 13 maggio 2013. URL consultato il 13 maggio 2013.
  12. ^ Cagliari: esonerato vice-allenatore Pulga, ansa.it, 18 febbraio 2014. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  13. ^ Squadra affidata a Ivo Pulga Cagliaricalcio.net
  14. ^ Ivo Pulga è il nuovo allenatore delle Rondinelle, in Giornale di Brescia, 29 aprile 2018. URL consultato il 29 aprile 2018.
  15. ^ Brescia, primo allenamento al San Filippo per Pulga, in Giornale di Brescia, 29 aprile 2018. URL consultato il 29 aprile 2018.
  16. ^ Comunicato Ufficiale: Ivo Pulga nuovo allenatore, su bresciacalcio.it, 29 aprile 2018. URL consultato il 30 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Ivo Pulga, su transfermarkt.it (calciatore), Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Ivo Pulga, su transfermarkt.it (allenatore), Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata
  • Ivo Pulga, su calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata