Citroën B12

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Citroën B12
Paris - Retromobile 2013 - Citroën B12 - 1926 - 012.jpg
Descrizione generale
Costruttore Francia  Citroën
Tipo principale limousine
Altre versioni coupé
cabriolet
torpedo
landaulet
roadster
coupé de ville
Produzione dal 1925 al 1927
Sostituisce la Citroën B10
Sostituita da Citroën B14
Esemplari prodotti 38.381[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4100 mm
Larghezza 1410 mm
Altezza 1830 mm
Massa 1000 kg
Altro
Altre antenate Citroën B2
Stessa famiglia Citroën Type A
Citroën B2
Citroën B10
Auto simili Peugeot Type 177
Fiat 502 e 503
Mathis Type G
Panhard & Levassor 10CV
Paris - Retromobile 2013 - Citroën B12 - 1926 - 009.jpg

Le Type B12 è un'autovettura di classe media prodotta dal 1925 al 1927 dalla casa automobilistica francese Citroën.

Storia e profilo[modifica | modifica wikitesto]

La vettura fu presentata come evoluzione del precedente modello, la B10. Quest'ultima fu la capostipite delle vetture con carrozzeria in acciaio, ma in quanto vettura innovativa soffriva ancora di alcuni difetti tipici delle innovazioni ancora acerbe ed ancora da migliorare e portare allo stato dell'arte. Tra questi difetti spiccava in particolare quello, assai considerevole, dell'inadeguatezza del telaio (di derivazione B2) rispetto al peso delle lamiere in acciaio che costituivano la carrozzeria: semplicemente tali lamiere, a vettura in movimento, flettevano, si torcevano e si strappavano dalle rispettive sedi, e le portiere si aprivano da sole. Naturalmente occorreva un nuovo telaio progettato specificamente.

Perciò, nell'ottobre del 1925 fu svelata la B12, dotata di un nuovo autotelaio rinforzato, ma anche più pesante. Il motore era lo stesso di B10 e B2, vale a dire un 4 cilindri in linea da 1452 cm³ in grado di erogare una potenza massima di 20 CV e di spingere quindi la vettura ad una velocità massima di 70 km/h. Tra le novità meccaniche, la B12 propose un nuovo sistema frenante a tamburi sulle quattro ruote ed un avantreno a balestra semiellittica in luogo del precedente avantreno a balestra da un quarto.

La B12 fu proposta in numerose varianti di carrozzeria: la versione limousine fu la più richiesta assieme alla torpedo, ma vi furono anche versioni cabriolet, landaulet, coupé de ville e commerciale Normande. Queste ultime versioni non erano realizzate interamente in acciaio, ma in misto acciaio-legno, poiché subentrarono problemi che resero impossibile l'utilizzo del solo acciaio per tali configurazioni di carrozzeria.

Anche la B12, come la B10, ebbe una carriera di solamente un anno, ma ebbe anche un successo maggiore, essendo stata prodotta in 38.381 esemplari (contro i 17.259 esemplari di B10). La sua erede fu la B14, lanciata nell'ottobre del 1926. Gli ultimi esemplari di B12 trovarono un acquirente nel 1927.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jacques Wolgensinger, André Citroën, Lupetti, ISBN 88-85838-69-3
  • J.P. Foucault, Le 90 ans de Citroën, Éditions Michel Lafon, ISBN 978-2-7499-1088-8
  • AA.VV., Citroën 1919-2006 - La storia e i modelli, Editoriale Domus

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili