Citroën C4 Aircross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Citroën C4 Aircross
Citroën C4 Aircross HDi 150 Stop & Start Exclusive – Frontansicht, 28. April 2012, Düsseldorf.jpg
Descrizione generale
Costruttore Francia  Citroën
Tipo principale Crossover SUV
Produzione dal 2012 al 2017
Sostituisce la Citroën C-Crosser
Sostituita da Citroën C5 Aircross
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4341 mm
Larghezza 1799 mm
Altezza 1632 mm
Passo 2670 mm
Massa da 1230 a 1420 kg
Altro
Stessa famiglia Mitsubishi ASX
Peugeot 4008
e tutte le vetture basate sulla Piattaforma GS/JS
Auto simili Dr 5
Ford Kuga
Hyundai ix35
Nissan Qashqai
Citroën C4 Aircross HDi 150 Stop & Start Exclusive – Heckansicht, 28. April 2012, Düsseldorf.jpg

La Citroën C4 Aircross è una crossover-SUV compatta prodotta dalla casa automobilistica francese Citroën dal 2012 al 2017.

Profilo e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Presentata al Salone di Ginevra del 2012, la C4 Aircross era stata annunciata già nella seconda metà dell'anno precedente dalle Case automobilistiche coinvolte nella sua realizzazione, vale a dire i due marchi costituenti il Gruppo PSA (Peugeot e Citroën) e la Mitsubishi Motors Corporation, con cui il colosso francese ha formato già da alcuni anni una joint-venture destinata allo sviluppo di alcuni modelli particolari. In particolare, la C4 Aircross rappresenta la versione Citroën del terzo trio di modelli nati da tale collaborazione. I primi due terzetti sono stati i modelli Outlander/4007/C-Crosser e iMiev/iOn/C-Zero. Analogamente, la C4 Aircross è una vettura direttamente derivata dalla giapponese Mitsubishi ASX e che ha la sua corrispondente versione Peugeot nella 4008, anch'essa presentata a Ginevra, ma la cui produzione, al momento del debutto della C4 Aircross, non è stata ancora avviata.
La C4 Aircross va a collocarsi un gradino più in basso della più imponente C-Crosser, con la quale tuttavia condivide una parte della meccanica.

Design ed abitacolo[modifica | modifica wikitesto]

Rispetto alla ASX da cui deriva, la C4 Aircross sfoggia una linea molto più elaborata, tipica delle ultime vetture con il marchio del "double chevron". Osservando il frontale, spicca innanzitutto la grande calandra Citroën, con il logo della doppia cuspide che si estende per tutta la lunghezza del muso. Ai lati della calandra trovano posto i due fari trapezoidali dal disegno assai aggressivo, che penetrano nella calandra stessa. Sotto di essa, l'imponente paraurti è dominato dalla grande presa d'aria ai cui lati si aprono due incavi più piccoli che ospitano le luci diurne a led ed altri due alloggiamenti, di dimensioni ancora inferiori, sotto i quali trovano posto anche i due fari fendinebbia circolari. Il cofano motore è caratterizzato da due nervature longitudinali più o meno all'altezza dei fari stessi.
La fiancata è assai massiccia, con linea di cintura molto alta ed inclinata in avanti, il che conferisce un tocco di grinta in più alla vettura; i grandi passaruota abbracciano i cerchi da 18 pollici e sono incorniciati da passaruota in plastica grezza nera, uniti tra loro mediante un elemento longitudinale, anch'esso in plastica grezza, ma impreziosito da una barra cromata. Una nervatura laterale unisce le due maniglie porta, mentre molto particolare è il disegno del terzo finestrino laterale, che va a congiungersi con il lunotto. Esso è sovrastato da uno spoiler atto a conferire un tocco di sportività in più anche alla zona posteriore, ed è integrato nell'ampio portellone sottolineato anch'esso da una barra cromata ed attraversato in parte dal disegno dei due fari posteriori dalla forma "ad L".
La razionalità e l'ergonomia sono stati i due fattori dominanti nel disegno dell'abitacolo della C4 Aircross, in realtà molto meno audace rispetto alle linee del corpo vettura. La strumentazione ed i comandi secondari sono in generale intuitivi nella loro disposizione e nella loro accessibilità. L'abitacolo è reso luminoso dal tetto panoramico in vetro, peraltro oscurabile mediante azionamento elettrico di una tendina che si richiude. La capacità del vano bagagli raggiunge i 442 litri in configurazione standard, ma è possibile ampliarla grazie al divano posteriore completamente abbattibile o anche solo frazionabile (2/3 - 1/3). Il sistema multimediale prevede un impianto hi-fi da 710 Watt ed un navigatore satellitare (optional solo per la versione più ricca) con display da 7 pollici, hard disk da 30 GB e funzioni di lettore CD e DVD.

Meccanica e motori[modifica | modifica wikitesto]

Come già sottolineato, la C4 Aircross condivide la stessa base meccanica con la ASX e con la 4008, perciò, nonostante la denominazione C4, il crossover Citroën non ha nulla a che spartire con la berlina di segmento C della stessa Casa. Si ritrovano quindi l'avantreno MacPherson ed il retrotreno multilink, già visti sulla ASX. L'impianto frenante è a quattro dischi.
Dal punto di vista motoristico, invece, la gamma propone due motorizzazioni Mitsubishi e solo una di origine PSA (assente invece sulla ASX):

  • 1.6 VTi: si tratta del motore Mitsubishi 4A92 da 1590 cm³, la cui potenza massima raggiunge i 117 CV;
  • 1.6 HDi: il più piccolo dei due motori diesel è anche l'unico motore PSA proposto nella gamma C4 Aircross, cioè l'unità DV6TED4 da 1560 cm³ con tecnologia common rail e potenza massima di 114 CV;
  • 1.8 HDi: si tratta dell'unità 4N13 da 1798 cm³ in grado di erogare fino a 150 CV di potenza massima.

La trazione può essere anteriore o integrale: quest'ultima può essere richiesta solo in abbinamento alle motorizzazioni diesel, mentre la 1.6 VTi è disponibile solo con ruote motrici anteriori. Analogamente, il cambio a 6 marce può essere ottenuto esclusivamente in abbinamento ai motori a gasolio, mentre il 1.6 a benzina prevede solo il cambio a 5 marce.

Allestimenti e dotazioni[modifica | modifica wikitesto]

Tre sono gli allestimenti previsti per la C4 Aircross:

  • Attraction, allestimento di base già molto completo e comprendente: doppio airbag frontale, airbag laterali anteriori, airbag ginocchia per il guidatore, airbag a tendina per la testa, ABS, ESP, controllo di trazione, vetri elettrici anteriori e posteriori, climatizzatore manuale, computer di bordo, impianto hi-fi con lettore CD/MP3, poggiatesta posteriori, retrovisori elettrici riscaldabili, sedile lato guida regolabile in altezza, volante regolabile in altezza e profondità;
  • Séduction, livello di allestimento intermedio comprendente quanto già visto nell'allestimento precedente, ma con in più: climatizzatore automatico, cerchi in lega, cruise control, fendinebbia e retrovisori esterni ripiegabili elettricamente;
  • Exclusive, livello di punta comprendente quanto già visto nei due allestimenti precedenti, ma con in più: fari allo xeno, sensori di parcheggio anteriori e posteriori e vetri posteriori oscurati.

La lista optional prevede per tutta la gamma l'antifurto e la vernice metallizzata, mentre per la Exclusive sono disponibili anche il navigatore satellitare e gli interni in pelle con sedili anteriori riscaldabili.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

A partire dalla primavera del 2012 nello stabilimento Mitsubishi di Okazaki, in Giappone, viene prodotta la "sorella" Peugeot 4008 dove nasce anche la ASX. La commercializzazione è stata avviata in diversi Paesi, compresa l'Italia, dove però non è stata mai prevista la gemella 4008, lasciando campo libero alla più piccola Peugeot 3008. Per lungo tempo la gamma non subirà modifiche: la prima, veramente significativa, si ha nel maggio 2015, quando il motore 1.8 HDi di origine Mitsubishi esce dalla gamma, lasciando il 1.6 HDi da 115 CV come unica motorizzazione disponibile per l'Europa, mentre in altri mercati, come quello cinese, era stata fino a quel momento proposta anche una motorizzazione 2 litri a benzina da 150 CV.

Il 2016 ha visto il lancio commerciale della seconda generazione della Peugeot 3008: per le sue caratteristiche, che lo avvicinano maggiormente ad una SUV rispetto al modello precedente, il 3008 II è stato immediatamente visto a rischio di concorrenza interna sia con la 4008 che con la stessa C4 Aircross. Per questo, all'inizio del 2017, l'intera gamma della C4 Aircross viene tolta di produzione, e sostituita da quella della Citroën C5 Aircross.

Tabella riepilogativa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito vengono riepilogate le caratteristiche delle varie versioni previste per la gamma C4 Aircross:

Modello Motore Cilindrata
cm³
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Trazione Cambio/
N°rapporti
Massa a vuoto
(kg)
Velocità
max
Acceler.
0–100 km/h
Consumo
(l/100 km)
Emissioni CO2
(g/km)
Anni di
produzione
Versioni a benzina
1.6 VTi 4A92 1590 117/6000 154/4000 Ant. M/5 1.230 182 11.3 6 135 04/2012-12/2014
Versioni diesel
1.6 HDi DV6C 1560 114/3600 240/1500 Ant. M/6 1.245 182 10"8 4.7 119 04/2012-03/2017
1.6 HDi 4WD Int. 1.350 180 11"6 4.9 129 04/2012-03/2017
1.8 HDi 4N13 1798 150/4000 300/
2000-3000
Ant. 1.355 200 10"8 5.4 142 04/2012-12/2014
1.8 HDi 4WD Int. 1.420 198 11"5 5.6 147 04/2012-12/2014

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • C4 Aircross, su automobilismo.it, 14 febbraio 2012. URL consultato il 12 ottobre 2018.
Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili