Giuseppe rivale di Charlot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Charlot rivale in amore)
Giuseppe rivale di Charlot
Those Love Pangs (poster).jpg
Titolo originale Those Love Pangs
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1914
Durata 13 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33:1
Genere comico
Regia Charlie Chaplin
Sceneggiatura Charlie Chaplin
Produttore Mack Sennett
Casa di produzione Keystone Pictures Studio
Distribuzione (Italia) Caesar Film
Fotografia Frank D. Williams
Montaggio Charlie Chaplin
Musiche Antonio Coppola
Interpreti e personaggi

Giuseppe rivale di Charlot (Those Love Pangs) è un film del 1914 scritto, diretto, montato e interpretato da Charlie Chaplin. Prodotto dalla Keystone Pictures Studio, il cortometraggio fu completato il 19 settembre 1914 e distribuito negli Stati Uniti dalla Mutual Film il 10 ottobre.[1] In italiano è stato trasmesso in TV coi titoli Charlot e il rivale[2] e Charlot rivale in amore,[3] mentre in inglese è noto anche come Oh, You Girls, Busted Hearts e The Rival Mashers.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il corto completo

Charlot e Giuseppe si contendono le attenzioni della loro giovane padrona di casa. I due usano una forchetta per disturbarsi a vicenda mentre tentano di corteggiare la ragazza, che alla fine se ne va spazientita. I due rivali si recano allora al parco dove Giuseppe riesce a rimorchiare una bella bionda, mentre il tentativo di Charlot di fare lo stesso con una ragazza mora viene frustrato dal suo fidanzato.

Vedendo Giuseppe amoreggiare con la bionda, Charlot si dispera e cerca di annegarsi nel lago, ma viene bloccato da un poliziotto. Decide allora di prendere in mano la situazione e, dopo aver messo temporaneamente fuori gioco i due rivali, raggiunge le due ragazze in un cinema e si siede tra di loro per flirtare. Presto però viene raggiunto dai due uomini, e si scatena una rissa al termine della quale Charlot viene lanciato attraverso lo schermo e colpito da un mattone.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Le date di uscita internazionali sono state:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jeffrey Vance, Note sui film e sul restauro, in Cecilia Cenciarelli (a cura di), Charlie Chaplin. Le comiche Keystone, Bologna, Cineteca di Bologna, 2010, p. 41, ISBN 9788895862590.
  2. ^ Oggi alla televisione, in La Stampa, 22 marzo 1969, p. 6. URL consultato il 10 luglio 2016.
  3. ^ Sabato 2 gennaio 2016, su fuoriorario.rai.it, Rai. URL consultato il 28 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema