Charlot innamorato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Charlot innamorato
Il corto completo
Titolo originaleThe Star Boarder
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1914
Durata16 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33:1
film muto
Generecomico
RegiaGeorge Nichols
SceneggiaturaCraig Hutchinson
ProduttoreMack Sennett
Casa di produzioneKeystone Pictures Studio
Distribuzione in italianoCaesar Film
FotografiaFrank D. Williams
MusicheDavid Drazin
Interpreti e personaggi

Charlot innamorato (The Star Boarder) è un film del 1914 diretto da George Nichols. È un cortometraggio prodotto dalla Keystone Pictures Studio con protagonista Charlie Chaplin. Il film fu completato il 19 marzo 1914 e distribuito negli Stati Uniti dalla Mutual Film il 4 aprile.[1] In Italia fu distribuito nei cinema col titolo Carlino pensionante, mentre in inglese è noto anche coi titoli The Fatal Lantern, The Landlady's Pet, In Love with His Landlady e The Hash-House Hero.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Charlot ha fatto colpo sulla padrona della pensione in cui vive, che gli riserva un trattamento di favore. Il pensionante ricambia le attenzioni, ma il marito della padrona, naturalmente, non gradisce. Charlot accompagna la signora in una passeggiata, tentando anche senza successo di giocare a tennis con lei, e le successive situazioni scherzose e affettuose avvicinano i due anche fisicamente. Il figlio della locatrice, armato di una macchina fotografica, li coglie in teneri contatti fortuiti. Il marito li segue da vicino e manifesta il proprio disappunto per l'atteggiamento equivoco; egli stesso, però non disdegna la simpatia di una ragazza con la quale si produce in atteggiamento altrettanto dubbio, e la macchina fotografica del figlio puntualmente è pronta a riprendere il tutto. Gli ospiti della pensione sono invitati ad assistere alla proiezione degli scatti effettuati dal bambino divertito, durante la quale vengono rivelati i rispettivi "tradimenti". Ne nasce una rissa durante la quale Charlot e il marito della locatrice si mettono KO a vicenda, mentre il bambino riceve dalla madre una sonora sculacciata.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Le date di uscita internazionali sono state:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jeffrey Vance, Note sui film e sul restauro, in Cecilia Cenciarelli (a cura di), Charlie Chaplin. Le comiche Keystone, Bologna, Cineteca di Bologna, 2010, p. 28, ISBN 9788895862590.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema