Luci della ribalta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il sistema di illuminazione da palcoscenico, vedi Luce di Drummond.
Luci della ribalta
Luci della ribalta.png
Calvero
Titolo originale Limelight
Paese di produzione USA
Anno 1952
Durata 137 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Charlie Chaplin
Soggetto Charlie Chaplin
Sceneggiatura Charlie Chaplin
Produttore Charlie Chaplin
Produttore esecutivo Lonnie D'Orsa
Casa di produzione United Artists
Fotografia Karl Struss
Montaggio Joe Inge
Musiche Charlie Chaplin
Scenografia Eugene Lourié
Costumi Riley Thorne
Trucco Ted Larsen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Luci della ribalta (Limelight, USA 1952) è un film scritto, diretto e interpretato da Charlie Chaplin. La giovane Claire Bloom è la coprotagonista (le scene di danza sono state realizzate dalla ballerina Melissa Hayden). Nel film fa un'apparizione Buster Keaton.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Londra, 1914. Calvero, un tempo famoso e acclamato clown ma ormai alcolista cronico, salva la giovane ballerina Terry da un tentativo di suicidio. La porta a casa sua e cerca di reinfonderle fiducia nella vita: la ragazza è rimasta orfana da bambina e sua sorella è stata spinta a prostituirsi, ma grazie agli incoraggiamenti che riceve da Calvero, di fatto trasformatosi nel suo mèntore, Terry riprende coscienza delle sue possibilità e riacquisisce autostima, il che le permette di ritornare con successo al suo lavoro di ballerina.

Lo stesso Calvero ritrova sicurezza dei propri mezzi e tenta un rientro sulle scene, sebbene con scarso successo; in aggiunta a ciò, Terry, nonostante egli potrebbe essere suo padre vista la differenza di età, se ne innamora e vuole sposarlo, ma Calvero sa di essere troppo vecchio per lei e non vuole legarla a sé; cerca quindi di convincerla che il giovane pianista Neville, pieno di attenzioni nei suoi riguardi, è l'uomo giusto per lei. Dopodiché, per evitare di intromettersi tra i due giovani, Calvero lascia la propria abitazione per prodursi come artista da strada.

Tornata al successo pieno, finalmente Terry ha uno spettacolo tutto suo, e cerca Calvero per esprimergli riconoscenza. Lo ritrova e gli offre un'apparizione durante una serata di beneficenza organizzata dal suo impresario. Calvero accetta, e la sera dello spettacolo si presenta sul palco insieme alla sua vecchia spalla. I due partner, la cui scena chiude il primo atto dello spettacolo, si producono in una prestazione eccezionale che entusiasma il pubblico: alla fine della gag Calvero cade sull'orchestra. Il pubblico pensa a una finzione e applaude calorosamente, ma in realtà Calvero ha un attacco di cuore e sta morendo: portato dietro le quinte, spira durante il secondo atto, mentre Terry sta ballando sul palcoscenico.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Problemi col maccartismo[modifica | modifica wikitesto]

Luci della ribalta è l'ultimo film di Chaplin girato negli Stati Uniti; infatti, lo stesso anno partì per l'Inghilterra e, a causa dei problemi col maccartismo, non tornò più negli USA fino al 1972, per partecipare alla cerimonia degli Oscar.

Sempre a causa dei problemi col maccartismo il film rimase inedito negli Stati Uniti fino al 1972 e lo stesso anno vinse un Oscar per la miglior colonna sonora. Fu il primo caso di Oscar retroattivo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Il film è tratto dal libro, scritto dallo stesso Chaplin, Footlights, riguardante tutta la storia a cui si ispira il film.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4716966-7
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema