Luci della ribalta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il sistema di illuminazione da palcoscenico, vedi Luce di Drummond.
Luci della ribalta
Luci della ribalta.png
Calvero
Titolo originaleLimelight
Paese di produzioneUSA
Anno1952
Durata137 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico
RegiaCharlie Chaplin
SoggettoCharlie Chaplin
SceneggiaturaCharlie Chaplin
ProduttoreCharlie Chaplin
Produttore esecutivoLonnie D'Orsa
Casa di produzioneUnited Artists
FotografiaKarl Struss
MontaggioJoe Inge
MusicheCharlie Chaplin
ScenografiaEugene Lourié
CostumiRiley Thorne
TruccoTed Larsen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Luci della ribalta (Limelight) è un film statunitense del 1952 scritto, diretto e interpretato da Charlie Chaplin. La giovane Claire Bloom è la coprotagonista (le scene di danza sono state realizzate dalla ballerina Melissa Hayden). Nel film fa un'apparizione Buster Keaton.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Londra, 1914. Calvero, un tempo famoso e acclamato clown ma ormai alcolista cronico, salva la giovane ballerina Terry da un tentativo di suicidio. La porta a casa sua e cerca di reinfonderle fiducia nella vita: la ragazza è rimasta orfana da bambina e sua sorella è stata spinta a prostituirsi, ma grazie agli incoraggiamenti che riceve da Calvero, di fatto trasformatosi nel suo mèntore, Terry riprende coscienza delle sue possibilità e riacquisisce autostima, il che le permette di ritornare con successo al suo lavoro di ballerina.

Lo stesso Calvero ritrova sicurezza dei propri mezzi e tenta un rientro sulle scene, sebbene con scarso successo; in aggiunta a ciò, Terry, nonostante egli potrebbe essere suo padre vista la differenza di età, se ne innamora e vuole sposarlo, ma Calvero sa di essere troppo vecchio per lei e non vuole legarla a sé; cerca quindi di convincerla che il giovane pianista Neville, pieno di attenzioni nei suoi riguardi, è l'uomo giusto per lei. Dopodiché, per evitare di intromettersi tra i due giovani, Calvero lascia la propria abitazione per prodursi come artista da strada.

Tornata al successo pieno, finalmente Terry ha uno spettacolo tutto suo, e cerca Calvero per esprimergli riconoscenza. Lo ritrova e gli offre un'apparizione durante una serata di beneficenza organizzata dal suo impresario. Calvero accetta, e la sera dello spettacolo si presenta sul palco insieme alla sua vecchia spalla. I due partner, la cui scena chiude il primo atto dello spettacolo, si producono in una prestazione eccezionale che entusiasma il pubblico: alla fine della gag Calvero cade sull'orchestra. Il pubblico pensa a una finzione e applaude calorosamente, ma in realtà Calvero ha un attacco di cuore e sta morendo: portato dietro le quinte, spira durante il secondo atto, mentre Terry sta ballando sul palcoscenico.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Problemi col maccartismo[modifica | modifica wikitesto]

Luci della ribalta è l'ultimo film di Chaplin girato negli Stati Uniti; infatti, lo stesso anno partì per l'Inghilterra e, a causa dei problemi col maccartismo, non tornò più negli USA fino al 1972, per partecipare alla cerimonia degli Oscar.

Sempre a causa dei problemi col maccartismo il film, proiettato solo in poche sale negli Stati Uniti, rimase pressoché inedito sul territorio americano fino al 1972, e lo stesso anno vinse un Oscar per la miglior colonna sonora. Fu il primo caso di Oscar retroattivo.

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Dai primi manoscritti della sceneggiatura di Chaplin si apprende che in principio il film era nato come un romanzo, intitolato Footlights, riguardante appunto la storia di una giovane ballerina e di un clown.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chaplin Today; Candilejas, documentario, Canal +, 2003.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4716966-7
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema