Charlot si diverte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Charlot si diverte
The Rounders poster.jpg
Titolo originaleThe Rounders
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1914
Durata14 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33:1
film muto
Generecomico
RegiaCharlie Chaplin, Roscoe Arbuckle
SceneggiaturaCharlie Chaplin
ProduttoreMack Sennett
Casa di produzioneKeystone Pictures Studio
Distribuzione in italianoRai
FotografiaFrank D. Williams
MontaggioCharlie Chaplin
MusicheRobert Israel
Interpreti e personaggi

Charlot si diverte (The Rounders) è un film del 1914 diretto e interpretato da Charlie Chaplin e Roscoe Arbuckle. Prodotto dalla Keystone Pictures Studio, il cortometraggio (l'unico a vedere i due attori come protagonisti insieme) fu completato il 14 agosto 1914 e distribuito negli Stati Uniti dalla Mutual Film il 7 settembre,[1] mentre in Italia fu trasmesso su Rai 1 il 31 gennaio 1970 nel programma Oggi le comiche.[2] In seguito trasmesso anche col titolo I girovaghi,[3] mentre in inglese è noto anche come Going Down, Oh, What a Night, The Love Thief, Tip, Tap, Toe, Revelry e Two of a Kind.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il corto completo

I signori Full e Fuller alloggiano in due camere antistanti dello stesso albergo. Entrambi tornano a casa ubriachi ricevendo una ramanzina dalle rispettive mogli, ma quando i coniugi Full sentono che l'alterco dei vicini si sta facendo violento vanno a indagare. Mentre le mogli discutono tra loro, i mariti fanno amicizia e vanno insieme in una caffetteria dove iniziano subito a causare problemi. Quando le loro coniugi li rintracciano, i due ubriaconi fuggono in un parco e da lì si avventurano sul lago con una barca a remi. Finalmente fuori dalla portata delle loro mogli, i due si addormentano ignari di stare imbarcando acqua, finché non rimangono completamente sommersi.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Le date di uscita internazionali sono state:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jeffrey Vance, Note sui film e sul restauro, in Cecilia Cenciarelli (a cura di), Charlie Chaplin. Le comiche Keystone, Bologna, Cineteca di Bologna, 2010, p. 39, ISBN 9788895862590.
  2. ^ Radiocorriere TV, nº 4, Roma, Rai, 25-31 gennaio 1970, p. 62.
  3. ^ Sabato 2 gennaio 2016, su fuoriorario.rai.it, Rai. URL consultato il 28 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema