Charlot e la sonnambula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Charlot e la sonnambula
Il corto completo
Titolo originaleCaught in the Rain
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1914
Durata12 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33:1
film muto
Generecomico
RegiaCharlie Chaplin
SceneggiaturaCharlie Chaplin
ProduttoreMack Sennett
Casa di produzioneKeystone Pictures Studio
Distribuzione in italianoStefano Pittaluga
FotografiaFrank D. Williams
MontaggioCharlie Chaplin
Interpreti e personaggi

Charlot e la sonnambula (Caught in the Rain) è un film del 1914 scritto, diretto e interpretato da Charlie Chaplin. Il cortometraggio, prodotto dalla Keystone Pictures Studio, è il primo scritto, diretto e montato unicamente da Chaplin che, ancora timoroso delle proprie responsabilità, si affidò a situazioni narrative già consolidate.[1] Il film fu completato il 18 aprile 1914 e distribuito negli Stati Uniti dalla Mutual Film il 4 maggio.[1] In italiano è stato trasmesso in TV anche col titolo Charlot sotto la pioggia,[2] mentre in inglese è noto anche come In the Park, At It Again e Who Got Stung?.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel giardino dell'albergo dove alloggia, Charlot fa conoscenza con una cliente, prendendosi subito libertà che infastidiscono il marito di questa che la sta raggiungendo. Rientrando nelle rispettive camere, che si fronteggiano (con qualche difficoltà nel salire le scale per il vagabondo, vistosamente alterato dall'alcool), il marito fa una scenata di gelosia alla consorte per averla colta in atteggiamento riprovevole. Si sono appena riappaccificati quando Charlot piomba nella camera, scambiandola per la propria, rinfocolando l'ira del marito che, cacciatolo, esce per una commissione mentre la moglie si corica. Ma la donna, sonnambula, esce dalla propria camera ed entra in quella di Charlot.

Inizia un acquazzone, e il marito torna in albergo non trovando la moglie in camera. Charlot lo incontra alla sua porta e sostiene di non sapere dove sia. Mentre l'uomo va a chiedere alla reception, Charlot riporta la donna nella sua stanza, ma viene intrappolato quando l'uomo ritorna, ed è costretto a nascondersi sul balcone sotto la pioggia. Un poliziotto lo vede e, credendolo un ladro, gli spara, così Charlot scappa tornando nella propria stanza. Ne segue un gran caos, al termine del quale Charlot e i due coniugi svengono.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Le date di uscita internazionali sono state:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Jeffrey Vance, Note sui film e sul restauro, in Cecilia Cenciarelli (a cura di), Charlie Chaplin. Le comiche Keystone, Bologna, Cineteca di Bologna, 2010, p. 31, ISBN 9788895862590.
  2. ^ Venerdì 1º gennaio 2016, su fuoriorario.rai.it, Rai. URL consultato il 20 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema