La signorina Charlot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La signorina Charlot
A Woman (1915) poster.jpg
poster del film
Titolo originaleA Woman
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1915
Durata20 min (545 metri - 2 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generecomico
RegiaCharlie Chaplin (non accreditato) Ernest Van Pelt (assistente regista, non accreditato)
SceneggiaturaCharlie Chaplin (non accreditato)
ProduttoreJess Robbins (non accreditato)
Casa di produzioneEssanay Film Manufacturing Company
FotografiaHarry Ensign (non accreditato)
MontaggioCharlie Chaplin (non accreditato)
ScenografiaE. T. Mazy (non accreditato)
Interpreti e personaggi

La signorina Charlot (A Woman), anche noto come Charlot signorina e Charlot dongiovanni, è un film interpretato e diretto da Charlie Chaplin; fu proiettato la prima volta il 21 giugno 1915.

Ultima interpretazione femminile delle tre che Chaplin complessivamente impersonò in carriera. La prima fu in Charlot cerca marito e successivamente in Charlot sulla scena. La sua carriera è già alle stelle, ma le prime voci denigratorie cominciano a levarsi a causa del contenuto e tenore delle sue farse ritenute sconvenienti e addirittura impudiche e non solo nella bigotta America dell'epoca. La farsa in questione, nella stessa Svezia, dovette attendere gli anni trenta per essere proiettata.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Approfittando del momentaneo assopimento della moglie e della figlia sulla panchina del parco, ecco il marito rincorrere una giovane appena conosciuta e cimentarsi con lei a moscacieca. Il sopraggiungere di Charlot si rivelerà drammatico allorché non sapendo resistere all'occasione lo scaraventa nel lago e dopo approfitta per far conoscenza con la famiglia del malcapitato che entusiasticamente lo invita a casa sua per un tè. La conversazione piacevole tra Charlot, la madre e soprattutto la figlia è interrotta dal rientro del malcapitato padre accompagnato da un tale che lo ha aiutato a riemergere dal lago.

La ragazza, entusiasta, presenta il simpatico giovanotto al padre che, però, riconosciutolo quale autore del misfatto, si appresta a ricoprirlo di legnate, per cui Charlot è costretto a riparare nella camera della ragazza dove escogita uno stratagemma. Infilandosi un vestito femminile e imbottendosi il seno con un puntaspilli intende spacciarsi quale amica della figlia, che gli consiglia anche di radersi i baffetti per dare più credibilità al personaggio e lo istruisce sul portamento e la corretta andatura. Così conciato è presentato al padre che, colpito dal fascino magnetico della bella, si produce immediatamente in audaci avances, finché una stretta assassina non finirà per spogliare la presunta femmina della gonna, rivelando un paio di comiche mutande a strisce e inequivocabilmente la vera natura del personaggio, il quale, definitivamente cacciato in strada a pedate, sconvolgerà con gran scandalo una comitiva di timorate ragazze lì sopraggiunta.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Essanay Film Manufacturing Company.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla General Film Company, il film - un cortometraggio in due bobine della durata di 26 minuti - uscì nelle sale cinematografiche USA il 12 luglio 1915.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema