Charlot inserviente di banca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charlot inserviente di banca
The Bank (1915 film).jpg
Titolo originale The Bank
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1915
Durata 25 min (605 metri - 2 rulli)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere comico
Regia Charlie Chaplin (non accreditato)

Ernest Van Pelt (assistente alla regia, non accreditato)

Sceneggiatura Charlie Chaplin (non accreditato)
Produttore Jess Robbins (non accreditato)
Casa di produzione Essanay Film Manufacturing Company
Fotografia Harry Ensign (non accreditato)

Jack Roach (operatore, non accreditato)

Montaggio Charlie Chaplin (non accreditato)
Scenografia E. T. Mazy
Interpreti e personaggi

Charlot inserviente di banca (The Bank), conosciuto anche come Charlot in banca, è un film interpretato e diretto da Charlie Chaplin; fu proiettato la prima volta il 9 agosto 1915.

Riproposizione di un soggetto già precedentemente sviluppato per la Keystone (Il nuovo portiere), questa farsa svelerà la completa grandezza di Chaplin allorché la recitazione tragica della disillusione dell'amor suo sognato si rivelerà di un'intensità tale da suscitare partecipazione.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'ingresso deciso e impeccabile in banca dell'omino buffo sorprende e il vederlo armeggiare con piglio sicuro tra le serrature e combinazioni del caveau nel sotterraneo ci sospende increduli fino all'apertura del massiccio sportello e alla rivelazione della vera identità del personaggio quando ne uscirà con una scopa, un secchio e l'uniforme da inserviente depositatevi.

Charlot portiere

Nello sbrigare l'attività giornaliera di pulizia e riordino degli uffici della banca, coltiva il sogno d'amore per la bella segretaria del direttore che invece spasima per il bel cassiere. Charlot le scrive una lettera d'amore accompagnata da un omaggio floreale che lascerà sulla scrivania di lei nascondendosi nell'adiacente ufficio per spiarne la reazione. Che sarà drammatica per l'omino che vede gettare i suoi fiori nel cestino e la lettera fatta a pezzettini; sul suo volto si dipinge lentamente la maschera tragica della disillusione, malinconicamente si abbandona ai pensieri…quando viene richiamato dalle grida di lei aggredita da malintenzionati determinati a impadronirsi dei tesori custoditi nel caveau per cui la immobilizzeranno dopo la fuga del bel cassiere con cui si apprestava ad entrare nel forziere interrotti dall'irruzione dei malviventi, che non avevano, però, fatto i conti con Charlot che con spregio del pericolo interviene sventando la rapina e liberando l'amata.

I ringraziamenti del direttore e della segretaria non sollevano il morale dell'omino che malinconico si allontana stringendo al petto i fiori gettati dalla ragazza nel cestino che però lo raggiunge e fissandolo teneramente negli occhi china il capo sulla spalla di lui che allora la stringe a sé con forza, ma…tristemente il suo bacio si poserà non sulle morbide labbra dell'amata ma sulla fredda e secca scopa che stringe tra le mani risvegliandosi dal sogno ingannevole e riprendendosi nella malinconica realtà dell'omino solo.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla Essanay Film Manufacturing Company.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dalla General Film Company, il film - un cortometraggio in due bobine di 25 minuti - uscì nelle sale cinematografiche USA il 9 agosto 1915.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema