Charlot e Mabel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Charlot e Mabel
Il corto completo
Titolo originaleMabel at the Wheel
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1914
Durata23 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33:1
film muto
Generecomico
RegiaMabel Normand, Mack Sennett
SceneggiaturaMabel Normand, Mack Sennett
ProduttoreMack Sennett
Casa di produzioneKeystone Pictures Studio
FotografiaFrank D. Williams
MusicheEric Beheim
Interpreti e personaggi

Charlot e Mabel (Mabel at the Wheel) è un film del 1914 scritto e diretto da Mabel Normand e Mack Sennett. È un cortometraggio prodotto dalla Keystone Pictures Studio con protagonista la Normand, e in cui Charlie Chaplin (al suo primo ruolo in un corto da due rulli) non interpreta Charlot, ma un antagonista già reso famoso da Ford Sterling. Fu distribuito negli Stati Uniti dalla Mutual Film il 18 aprile 1914.[1] In Italia fu distribuito nei cinema col titolo Isabella al volante, mentre in inglese è noto anche come A Hot Finish e His Daredevil Queen.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mabel accetta da uno sconosciuto un giro sulla sua motocicletta a due posti, che preferisce all'auto da corsa del suo fidanzato. Purtroppo, quando la motocicletta sobbalza, Mabel cade in una pozzanghera. Il suo fidanzato la soccorre e quindi le fa guidare la sua auto, standole vicino. L'altro uomo si accorge finalmente della sua assenza e, dopo essere caduto dalla moto, la vede con il suo fidanzato accanto all'auto. Inizia così un alterco in cui lo sconosciuto buca uno pneumatico dell'auto e viene cacciato via a sassate dalla coppia.

Poco dopo, ad una gara automobilistica a cui partecipa il fidanzato di Mabel, la ragazza viene nuovamente importunata dal furfante, che poi rapisce il pilota con l'aiuto di due scagnozzi. Mabel decide così di gareggiare al posto del fidanzato. Il furfante e i suoi scagnozzi cercano di sabotarla usando olio e bombe, ma Mabel e il suo copilota riescono comunque a vincere la gara. Mabel viene portata in trionfo dal padre e dal fidanzato, che si è liberato, mentre il furfante lancia rabbiosamente in aria una delle bombe facendo saltare sé stesso e i suoi scagnozzi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu parzialmente girato durante la Coppa Vanderbilt a Santa Monica il 26 febbraio 1914, e completato il successivo 31 marzo.[1] Oltre ad essere contrariato per dover imitare Sterling, Chaplin un giorno litigò con la Normand, che non voleva accettare i suoi consigli sul personaggio, e si rifiutò di lavorare. Sennett, non potendo licenziare Chaplin a causa della sua popolarità, fece riconciliare lui e la Normand in modo che portassero amichevolmente a termine il film, e gli consentì di dirigere i suoi film successivi.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Le date di uscita internazionali sono state:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Jeffrey Vance, Note sui film e sul restauro, in Cecilia Cenciarelli (a cura di), Charlie Chaplin. Le comiche Keystone, Bologna, Cineteca di Bologna, 2010, p. 28, ISBN 9788895862590.
  2. ^ Jeffrey Vance, Chaplin alla Keystone. È nato un vagabondo, in Cecilia Cenciarelli (a cura di), Charlie Chaplin. Le comiche Keystone, Bologna, Cineteca di Bologna, 2010, p. 15, ISBN 978-88-95862-59-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema