Casse di colmata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Casse di Colmata
Laguna Wenecka aerial 2.jpg
Panorama della cassa "B".
Geografia fisica
Localizzazionelaguna Veneta
Coordinate45°23′35″N 12°14′47″E / 45.393056°N 12.246389°E45.393056; 12.246389Coordinate: 45°23′35″N 12°14′47″E / 45.393056°N 12.246389°E45.393056; 12.246389
Superficie11,36[1] km²
Altitudine massimam s.l.m.
Geografia politica
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
Città metropolitanaVenezia Venezia
ComuneStemma Mira 300dpi.jpg Mira
Venezia-Stemma.png Venezia
Demografia
Abitanti0 (16-06-2011)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Laguna di Venezia
Casse di Colmata
Casse di Colmata
voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia

Le casse di colmata sono tre isole artificiali della Laguna di Venezia realizzate con il materiale di scavo proveniente dalla costruzione del canale dei Petroli.

Localizzate subito a sud di Fusina, sono lambite a est dal canale dei Petroli e a sud dal canale Tagliata Nuova. Appartengono ai comuni di Mira e, in misura minore, Venezia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1963 il materiale risultante dallo scavo del canale dei Petroli fu utilizzato per realizzare delle isole artificiali dove avrebbe trovato posto la terza aera industriale di Porto Marghera. Secondo il progetto originario, avrebbe dovuto essere interrata tutta l'area barenicola compresa tra Marghera e Chioggia[1].

Indicate da alcuni studiosi come concause dell'alluvione del 1966, nel 1969 i lavori vennero sospesi e definitivamente bloccati con la Legge Speciale per Venezia del 1973, ma a quel punto erano già stati sversati circa venti milioni di metri cubi di materiale[1].

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Le casse sono denominate, da nord a sud, "A", "B" e "D-E". Si estendono su una quota media di 2 m s.l.m. e su 11,36 km² di superficie[1].

La realizzazione delle casse ha sottratto spazio all'espansione dell'onda di marea, influendo sia sull'altezza dell'acqua alta, sia sul ricambio idrico. Per poter ovviare a questo problema, il Consorzio Venezia Nuova ha realizzato lo scavo dei canali Taglio Vecchio e Mattoni nella cassa "D-E" e i canali Volpego e Fiumesino nella cassa "B". La cassa "A" è attraversata dal canale dell'Avesa, che è tuttavia isolato dall'ambiente circostante perché completamente arginato[1].

Oggi le casse di colmata rappresentano dei biotopi di grande importanza soprattutto per la presenza di rare specie di uccelli[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Casse di colmata, su istitutoveneto.org. URL consultato il 29 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Venezia Portale Venezia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Venezia