Ottagono Alberoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ottagono Alberoni
Geografia fisica
LocalizzazioneLaguna Veneta
Coordinate45°20′53″N 12°18′25″E / 45.348056°N 12.306944°E45.348056; 12.306944
Superficie0,002 km²
Geografia politica
StatoItalia Italia
Regione  Veneto
Città metropolitana  Venezia
ComuneCoA Città di Venezia.png Venezia
MunicipalitàLido-Pellestrina (Venezia Litorale)
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Laguna di Venezia
Ottagono Alberoni
Ottagono Alberoni
voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia
Ottagono Alberoni
Sistema difensivo della Laguna di Venezia
Ubicazione
Statobandiera Repubblica di Venezia
Stato attualeItalia Italia
RegioneVeneto
CittàVenezia
Informazioni generali
TipoForte
StileRinascimento veneziano
Materialepietra, laterizio, terrapieno
Condizione attualeabbandono
Proprietario attualeprivato
Visitabileno
Informazioni militari
Utilizzatorebandiera Repubblica di Venezia
Civil ensign of Austria-Hungary (1786-1869).svg Arciducato d'Austria
Flag of the Napoleonic Kingdom of Italy.svg Regno d'Italia
bandiera Regno Lombardo-Veneto
Flag of Italy (1861-1946) crowned.svg Regno d'Italia
Italia Repubblica Italiana
Funzione strategicaSbarramento alle navi nemiche
Associazione Lagunari
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

L'Ottagono Alberoni è un'isola della Laguna Veneta, una dei cinque ottagoni. Situato di fronte alla località degli Alberoni, misura 0,2 ha. È di proprietà privata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inserito nel sistema di fortificazioni che la Repubblica di Venezia realizzò contro la minaccia turca, quest'isola fortificata, posta davanti al coevo forte Alberoni, aveva il compito, assieme all'ottagono Campana o Abbandonato e all'Ottagono Poveglia di sbarrare la strada alle navi nemiche che fossero riuscite a penetrare in laguna attraverso il porto di Malamocco.

Rifortificato dopo la guerra di Candia, venne modificato nell'Ottocento durante il dominio asburgico mediante il rafforzamento del muro perimetrale e l'aggiunta di batterie. Furono armate inoltre le mura che si affacciavano verso gli Alberoni, probabilmente perché da lì sarebbero venuti i maggiori problemi in caso di attacco. Nel 1900 aveva ancora in dotazione 4 pezzi di artiglieria con una guarnigione di 25 uomini.[1] I militari italiani continuarono ad usare l'Ottagono fino alla fine della seconda guerra mondiale, dopodiché fu acquistata da privati.

Attualmente sterpaglie e vegetazione ne confermano il progressivo degrado. L'isola è attualmente in vendita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mauro Scroccaro, I forti di Venezia, Mattioli 1885, 2015, p. 86, ISBN 978-88-6261-407-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]