Alfred Hershey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alfred Day Hershey (Owosso, 4 dicembre 1908Syosset, 22 maggio 1997) è stato un genetista statunitense, premio Nobel per la medicina nel 1969, insieme a Salvador Luria e Max Delbrück, per la scoperta della replicazione dei virus e della loro struttura genica[1].

Hershey e la sua assistente Martha Chase nel 1952 al Cold Spring Harbor Laboratory, dimostrarono usando traccianti radioattivi, che il materiale genetico di alcuni batteriofagi (virus che infettano i batteri) è Dna ed è responsabile delle capacità infettive. L'esperimento di Hershey-Chase prova definitivamente che il materiale genetico è costituito da DNA e non da proteine.[2][3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Owosso in Michigan, ha ricevuto il suo B.S. in chimica al Michigan State University nel 1930 e il suo Ph.D in biologia nel 1934, poco dopo ha cominciato la sua carriera da biologo nel Dipartimento di batteriologia nella Washington University a St. Louis.

Hershey aveva 1 figlio, Peter Manning Hershey (1956-1999) avuto con sua moglie Harriet (1918-2000). La famiglia era attiva nella società di Cold Spring Harbor Laboratories ed era cristiana.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a fare esperimenti sui batteriofagi con l'italo-americano Salvador Luria e il tedesco Max Delbrück nel 1940, ha osservato che quando due differenti tipi di batteriofagi sono infettati dallo stesso battere , i due virus possono scambiare informazioni genetiche.

Si è trasferito con la sua assistente Martha Chase a Cold Spring Harbor, New York, nel 1950 per partecipare al Carnegie Institution del dipartimento di genetica di Washington, dove ha realizzato i famosi esperimenti di Hershey-Chase ne 1952. Questo esperimento ha provveduto a evidenziare che il materiale genetico è contenuto nel DNA e non nelle proteine.

Cariche e onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

È diventato direttore del Carnegie Institution nel 1962 ed è stato premiato con il premio Nobel in medicina nel 1969, condiviso con Salvador Luria e Max Delbrück per le scoperte nella replicazione dei virus e sulla loro struttura genetica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN79184013 · LCCN: (ENn99253134 · ISNI: (EN0000 0000 7842 3151 · GND: (DE122543629 · BNF: (FRcb14462077q (data)