Werner Arber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Werner Arber (Gränichen, 3 giugno 1929) è un biologo svizzero, vincitore del Premio Nobel per la medicina nel 1978.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Docente di genetica molecolare dal 1959 al 1970 all'Università di Ginevra, nel 1971 si trasferisce a Basilea per insegnare microbiologia nell'università omonima.

Nominato membro, pur essendo personalmente protestante, della Pontificia Accademia delle Scienze nel 1981 e consigliere dal 1995, ne diviene presidente nel 2010.

Attività scientifica[modifica | modifica wikitesto]

Impronta le sue ricerche sul meccanismo di difesa della cellula batterica nei confronti dei virus, ricevendo per le sue scoperte il Premio Nobel, in compagnia di Daniel Nathans e Hamilton O. Smith.

I suoi studi risultano attualmente la base dell'ingegneria genetica e della biologia molecolare[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Dragoni, Silvio Bergia; Giovanni Gottardi, Dizionario Biografico degli scienziati e dei tecnici, 1ª ed., Bologna, Zanichelli, 1997.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15582183 · ISNI (EN0000 0001 1041 1119 · LCCN (ENn83134397 · GND (DE11952581X · BNF (FRcb12532724b (data)