Alex Wolff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alex Wolff
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop
Rock
Indie rock
Bubblegum pop
Periodo di attività musicale 2005 – in attività
Strumento voce, batteria, chitarra
Etichetta Columbia Records
Nick Records
BMG
SaddleUp Records
Gruppo attuale Nat & Alex Wolff
Gruppi precedenti The Naked Brothers Band
Album pubblicati 5
Sito ufficiale

Alexander Draper Wolff, noto semplicemente come Alex Wolff (New York, 1º novembre 1997), è un attore, musicista e cantante statunitense.

È conosciuto soprattutto per aver interpretato se stesso nel film The Naked Brothers Band: The Movie e nella ricavata serie televisiva The Naked Brothers Band. In seguito, insieme al fratello maggiore Nat Wolff, ha formato un gruppo musicale chiamato Nat & Alex Wolff.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Wolff è nato a New York, figlio dell'attrice e sceneggiatrice Polly Draper e del pianista jazz Michael Wolff, fratello minore dell'attore e musicista Nat Wolff.[1] Il padre è ebreo e la madre cristiana.[2]

Ha iniziato la sua carriera di attore a 8 anni nel film del 2005 The Naked Brothers Band: The Movie, commedia musicale scritta e diretta da sua madre Polly Draper. In questo film Wolff ha interpretato se stesso come batterista di un'immaginaria band di fama internazionale composta da soli ragazzi.[3] Il leader del gruppo era interpretato da suo fratello Nat (voce solista e tastiere), suonavano anche gli amici David Levi (tastiere), Thomas Batuello (violoncello), Joshua Kaye (chitarra), Allie DiMeco "Rosalina" (basso) e Cole Hawkins (chitarra); il manager era il giovanissimo Cooper Pillot.[4] Tutte le musiche del film sono state scritte da Nat Wolff, a parte la canzone That's How it Is, scritta da Alex. Come ricorda la madre, il nome della band che compare nel titolo del film deriva da un divertente episodio accaduto tra le mura domestiche della famiglia Wolff: i due fratelli, ancora bambini, uscirono nudi dal bagno, saltellando per tutta la casa e strillando: "We're the Naked Brothers Band!" ("Siamo la banda dei fratelli nudi!"). Visto il grande successo del film, dal 2007 la Nickelodeon ne ha ricavato la serie televisiva The Naked Brothers Band, anch'essa creata, prodotta, scritta e diretta da Polly Draper. Il protagonista era sempre interpretato da Nat Wolff, ancora una volta leader della band in cui suonava anche il fratello Alex (batteria) e gli amici David Levi (tastiere), Thomas Batuello (violoncello), Qaasim Middleton (chitarra) e Allie DiMeco “Rosalina” (basso); il manager era sempre il giovanissimo Cooper Pillot.[3] Grazie al successo dello show sono stati pubblicati due album The Naked Brothers Band (2007) e I Don't Want to Go to School (2008), prodotti dal padre Michael Wolff.[5] La serie ha proseguito la programmazione per tre stagioni, fino al 2009. Al termine delle riprese televisive, Alex e il fratello maggiore Nat hanno costituito un nuovo gruppo musicale, chiamato appunto Nat & Alex Wolff, che ha pubblicato nel 2011 l'album Black Sheep.[6]

Dopo alcune apparizioni in altre produzioni televisive, nel 2010 ha recitato il ruolo di Max Weston nella terza stagione della serie In Treatment e successivamente, nel 2011, è apparso nel film Lo spaventapassere, commedia con protagonista Jonah Hill.[7][8] Nel periodo tra il 2012 e il 2015, oltre ad aver preso parte ad alcuni film statunitensi, ha prodotto, scritto e diretto due cortometraggi, The Empty Room nel 2012 e Boots nel 2015.[9][10] In seguito è stato scelto per interpretare il ruolo del giovane Bennett nel sequel del 2016 Il mio grosso grasso matrimonio greco 2.[11] Sempre nel 2016 ha annunciato l'uscita di un nuovo EP musicale intitolato Public Places.[12] Nello stesso anno è stato annunciato che farà parte del cast di Jumanji - Benvenuti nella giungla, sequel del film fantastico del 1995 Jumanji.[13] Il film sarà distribuito nelle sale statunitensi nel dicembre del 2017.[14]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • The Empty Room, regia di Alex Wolff (2012)
  • Boots, regia di Alex Wolff (2015)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alex Wolff, su IMDb. URL consultato il 26 agosto 2016.
  2. ^ (EN) TMZ, Nat Wolff: I Celebrate Christmas and Hanukkah!, 07 novembre 2015. URL consultato il 26 agosto 2016.
  3. ^ a b (EN) Felicia R. Lee, The Naked Brothers Band - TV, in The New York Times, 25 gennaio 2007. URL consultato il 26 agosto 2016.
  4. ^ (EN) Polly Draper, The Naked Brothers Band: The Movie, 28 maggio 2007. URL consultato il 26 agosto 2016.
  5. ^ (EN) The Naked Brothers Band | Album Discography | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 26 agosto 2016.
  6. ^ (EN) Black Sheep - Nat & Alex Wolff | Songs, Reviews, Credits | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 26 agosto 2016.
  7. ^ (EN) In Treatment Season 3 News, byrneholics.com, 07 luglio 2010. URL consultato il 26 agosto 2016.
  8. ^ (EN) HollywoodChicago.com Hookup: 30 Pairs of Chicago Passes to Jonah Hill’s Twisted Comedy ‘The Sitter’, su www.hollywoodchicago.com. URL consultato il 26 agosto 2016.
  9. ^ (EN) Nat & Alex Wolff on Twitter, twitter.com. URL consultato il 26 agosto 2016.
  10. ^ (EN) Alex Wolff Made His Own Short Film -- With A Little Help From His Brother Nat, mtv.com. URL consultato il 26 agosto 2016.
  11. ^ (EN) My Big Fat Greek Wedding 2 star to play Boston bomber in new film, su Tribute.ca. URL consultato il 26 agosto 2016.
  12. ^ (EN) Nat & Alex Wolff Debut ‘Public Places’ from New EP (Exclusive), su Just Jared. URL consultato il 02 luglio 2017.
  13. ^ Jumanji: il cast si espande con quattro nuovi giovani attori!, in Everyeye.it. URL consultato il 16 agosto 2017.
  14. ^ (EN) Jumanji Trailer Tease Shows Off Exciting Action, in ComingSoon.net, 28 giugno 2017. URL consultato il 16 agosto 2017.
  15. ^ (EN) George S. Clinton Receives Top BMI Film/TV Honor, bmi.com, 17 maggio 2007. URL consultato il 26 agosto 2016.
  16. ^ (EN) 29th Annual Young Artist Awards - Nominations / Special Awards, su www.youngartistawards.org. URL consultato il 26 agosto 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN56080642 · LCCN: (ENn2008017075 · GND: (DE1057966940