The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
The Seven Deadly Sins
Nanatsu no taizai
manga
Titolo orig. 七つの大罪
(Nanatsu no taizai)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Nakaba Suzuki
Editore Kōdansha
1ª edizione 10 ottobre 2012 – in corso
Collanaed. Weekly Shōnen Magazine
Periodicità settimanale (capitoli); bimestrale (tankōbon)
Tankōbon 12 (in corso)
Formato 12 × 17 cm
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. 2 aprile 2014 – in corso
Collanaed. it. Stardust
Periodicità it. bimestrale
Volumi it. 5 / 12 Completa al 42%.
Formato it. 11,5 × 17,5 cm
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Target shōnen
Generi avventura, azione, fantasy
Nanatsu no taizai gakuen
manga
Titolo orig. 七つの大罪学園
Editore Kōdansha
1ª edizione 9 agosto 2014 – in corso
Collanaed. Bessatsu Shōnen Magazine
Target shōnen
Nanatsu no taizai
serie TV anime
Il protagonista Meliodas
Il protagonista Meliodas
Titolo orig. 七つの大罪
Regia Tensai Okamura
Sceneggiatura Shōtarō Suga
Studio A-1 Pictures
Musiche Hiroyuki Sawano
Rete MBS
1ª TV 5 ottobre 2014 – in corso
Episodi 12 / 24 Completa al 50%.
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 24 min
Censura no
Generi avventura, azione, fantasy

The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai (七つの大罪 Nanatsu no taizai?, lett. "I sette peccati capitali") è un manga shōnen di Nakaba Suzuki che viene serializzato sul Weekly Shōnen Magazine di Kōdansha da ottobre 2012. La serie, ambientata in un'Europa medievale, segue le vicende di un gruppo di cavalieri rappresentanti per l'appunto i sette peccati capitali. In Italia i diritti sono stati acquistati dalla Star Comics, che ha dato inizio alla pubblicazione dei volumi il 2 aprile 2014. Un adattamento anime, prodotto dalla A-1 Pictures, ha debuttato in Giappone il 5 ottobre 2014.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I Seven Deadly Sins sono un gruppo di cavalieri della regione della Britannia (ブリタニア Buritania?) che furono sciolti dopo aver ordito apparentemente una cospirazione allo scopo di rovesciare il regno di Lionesse (リオネス王国 Rionesu ōkoku?). La loro presunta sconfitta è avvenuta per mano dei Cavalieri Sacri, ma col passare del tempo inizia a girare voce che in realtà questi guerrieri leggendari sono ancora vivi. Dieci anni dopo, i Cavalieri Sacri organizzano un colpo di Stato e catturano il re, diventando così i nuovi governanti tirannici del paese. Elizabeth, figlia del vecchio re e terza principessa del regno, non ha quindi altra scelta che fuggire dal castello reale e mettersi alla ricerca dei Seven Deadly Sins, con la speranza che siano ancora vivi e che siano disposti ad aiutarla.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Meliodas (メリオダス Meriodasu?)
Doppiatore: Yūki Kaji
Il proprietario della taverna Boar Hat, nonché il capo dei Seven Deadly Sins, il quale rappresenta il peccato d'ira col simbolo del drago. Possiede una forza sovrumana e non brandisce mai delle armi proprio per evitare di uccidere qualcuno. Ha l'abitudine di palpare Elizabeth, approfittandosi in ogni momento della sua ingenuità e permissivismo.
Elizabeth Lyonesse (エリザベス・リオネス Erizabesu Rionesu?)
Doppiatrice: Sora Amamiya
La terza ed ultima figlia del re di Lionesse, la quale fugge dal castello reale in cerca dei Seven Deadly Sins in seguito al colpo di stato effettuato dai Cavalieri Sacri.
Hawk (ホーク Hōku?)
Doppiatrice: Misaki Kuno
Un maialino rosa parlante che viaggia insieme a Meliodas e che gli fa da spazzino nella sua taverna divorando ogni avanzo di cibo lasciato dalla clientela.

Seven Deadly Sins[modifica | modifica wikitesto]

Diane (ディアンヌ Diannu?)
Doppiatrice: Aoi Yūki
Una dei pochi superstiti dei clan di giganti. È innamorata di Meliodas e rappresenta il peccato d'invidia col simbolo del serpente.
Ban (バン?)
Doppiatore: Tatsuhisa Suzuki
Un tempo noto come Ban il bandito, egli rappresenta il peccato d'avarizia col simbolo della volpe. Dopo aver bevuto dalla Fonte della Giovinezza, è diventato immortale ed ha ottenuto capacità rigenerative eccezionali.
King (キング Kingu?)
Doppiatore: Jun Fukuyama
Il membro del gruppo che rappresenta il peccato d'accidia col simbolo dell'orso. È il re delle fate, nonché il fratello di Elaine, ossia la guardiana della Fonte della Giovinezza. Inizialmente si dimostra ostile nei confronti di Ban, convinto che questi sia stato l'assassino della sorella. Dopo aver scoperto la verità sull'accaduto, capisce di aver commesso un errore ed accetta di unirsi al gruppo di Meliodas.
Gowther (ゴウセル Gouseru?)
Il membro del gruppo che rappresenta il peccato di lussuria col simbolo dell'ariete.

Cavalieri Sacri[modifica | modifica wikitesto]

Gilthunder (ギルサンダー Girusandā?)
Doppiatore: Mamoru Miyano
Un Cavaliere Sacro in grado di manipolare l'elettricità. È il figlio dell'ex Gran Cavaliere Sacro Zaratras, il quale rimase ucciso durante la finta rivolta dei Seven Deadly Sins.
Guila (ギーラ Gīra?)
Doppiatrice: Mariya Ise
Uno dei Cavalieri Sacri della nuova generazione che si imbatte nei Seven Deadly Sins mentre questi cercano di entrare nella capitale dei morti. È una spadaccina di grande abilità che, grazie alla sua magia, può anche creare esplosioni.
Hauser (ハウザー Hauzā?)
Doppiatore: Ryōhei Kimura
Un subordinato di Dreyfus e partner di Gilthunder che con la sua magia è in grado di manipolare il vento per creare tornadi.
Dreyfus (ドレファス Dorefasu?)
Doppiatore: Katsuyuki Konishi
L'attuale Gran Cavaliere Sacro che, insieme ad Hendricksen, governa il regno dopo il colpo di stato.
Hendricksen (ヘンドリクセン Hendorikusen?)
Doppiatore: Yūya Uchida
L'altro Gran Cavaliere Sacro che, insieme a Dreyfus, governa il regno dopo il colpo di stato. È colui che ha dato vita alla nuova generazione di Cavalieri Sacri.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Il manga, scritto ed illustrato da Nakaba Suzuki, ha debuttato come one-shot sul numero 52 del Weekly Shōnen Magazine di Kōdansha il 22 novembre 2011[1], per poi cominciare la serializzazione sul numero 45 della stessa rivista il 10 ottobre 2012. Il primo volume tankōbon è stato reso disponibile il 15 febbraio 2013[2] ed entro il 17 dicembre 2014 ne sono stati messi in vendita dodici in tutto[3]. In Italia l'opera è edita dalla casa editrice Star Comics, che ne aveva annunciato l'acquisto al Lucca Comics & Games 2013[4], mentre invece in America del Nord i volumi sono pubblicati da Kōdansha Comics USA a partire dal primo, uscito in data 25 marzo 2014[5][6]. In circa altri 170 paesi del mondo, i capitoli del manga vengono anche distribuiti digitalmente da Crunchyroll, in lingua inglese, poche ore dopo la pubblicazione in Giappone[7][8].

Un breve crossover tra i manga The Seven Deadly Sins di Suzuki e Fairy Tail di Hiro Mashima, in cui i due autori hanno disegnato entrambi uno yonkoma dell'altra serie, è apparso su un numero speciale del Weekly Shōnen Magazine, uscito il 19 ottobre 2013[9]. Un vero e proprio capitolo crossover di 17 pagine è poi apparso più tardi sul doppio numero 4–5 del 2014 della stessa rivista, pubblicato il 25 dicembre 2013[10]. Uno spin-off di genere comico della serie, intitolato Nanatsu no taizai gakuen (七つの大罪学園?), ha debuttato sul numero di settembre 2014 del Bessatsu Shōnen Magazine il 9 agosto 2014[11]. Altri due one-shot, sempre scritti da Suzuki, sono stati pubblicati entrambi da Kōdansha nel corso dell'ottobre 2014: il primo è apparso sul numero di novembre della rivista di manga shōjo Nakayoshi il giorno 3[12], mentre invece il secondo, che descrive comicamente il primo incontro tra Meliodas ed Hawk, è uscito sul numero di novembre del Magazine Special il giorno 20[13].

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone Italia
1 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 1
「七つの大罪 1」
15 febbraio 2013[2]
ISBN 978-4-06-384802-1
2 aprile 2014[14]
2 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 2
「七つの大罪 2」
17 aprile 2013[15]
ISBN 978-4-06-384852-6
4 giugno 2014[16]
3 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 3
「七つの大罪 3」
17 giugno 2013[17]
ISBN 978-4-06-384884-7
1º agosto 2014[18]
4 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 4
「七つの大罪 4」
16 agosto 2013[19]
ISBN 978-4-06-394918-6
2 ottobre 2014[20]
5 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 5
「七つの大罪 5」
17 ottobre 2013[21]
ISBN 978-4-06-394947-6
3 dicembre 2014[22]
6 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 6
「七つの大罪 6」
17 dicembre 2013[23]
ISBN 978-4-06-394988-9
3 febbraio 2015[24]
7 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 7
「七つの大罪 7」
17 febbraio 2014[25]
ISBN 978-4-06-395013-7
8 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 8
「七つの大罪 8」
17 aprile 2014[26]
ISBN 978-4-06-395054-0
9 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 9
「七つの大罪 9」
17 giugno 2014[27]
ISBN 978-4-06-395107-3
10 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 10
「七つの大罪 10」
16 agosto 2014[28]
ISBN 978-4-06-395162-2
11 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 11
「七つの大罪 11」
17 ottobre 2014[29]
ISBN 978-4-06-395219-3
12 The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai 12
「七つの大罪 12」
17 dicembre 2014[3]
ISBN 978-4-06-395265-0

Anime[modifica | modifica wikitesto]

L'adattamento anime, annunciato nell'aprile 2014 sul 20º numero del Weekly Shōnen Magazine[30][31], ha debuttato sulla MBS il 5 ottobre 2014[32][33]. Lo staff che ha curato la serie televisiva prodotta dalla A-1 Pictures è stato rivelato sul doppio numero 36–37 sempre del Weekly Shōnen Magazine: diretti da Tensai Okamura, gli episodi sono stati sceneggiati da Shōtarō Suga con il character design progettato da Keigo Sasaki e la colonna sonora composta da Hiroyuki Sawano[34]. Le sigle d'apertura e chiusura sono rispettivamente "Netsujō no spectrum" (熱情のスペクトラム Netsujō no supekutoramu?), composta dagli Ikimono Gakari, e "7-seven-", creata da una collaborazione tra i Flow e i Granrodeo[35].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano (traduzione letterale)
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone
1 I Seven Deadly Sins
「七つの大罪」 - Nanatsu no taizai
5 ottobre 2014[36]
2 La spada del Cavaliere Sacro
「聖騎士の剣」 - Seikishi no ken
12 ottobre 2014[37]
3 La peccatrice della foresta dormiente
「眠れる森の罪」 - Nemureru mori no tsumi
19 ottobre 2014[38]
4 Il sogno di una fanciulla
「少女の夢」 - Shōjo no yume
26 ottobre 2014[39]
5 Anche se tu dovessi morire
「たとえあなたが死んでも」 - Tatoe anata ga shindemo
2 novembre 2014[40]
6 La ballata di inizio
「はじまりの詩」 - Hajimari no shi
9 novembre 2014[41]
7 Una riunione commovente
「感動の再会」 - Kandō no saikai
16 novembre 2014[42]
8 La temibile inseguitrice
「恐るべき追跡者」 - Osorubeki tsuisekisha
23 novembre 2014[43]
9 Impulso oscuro
「暗黒の脈動」 - Ankoku no myakudō
30 novembre 2014[44]
10 Il festival di lotta di Byzel
「バイゼル喧嘩祭り」 - Baizeru kenka matsuri
7 dicembre 2014[45]
11 Sentimenti di vecchia data
「積年の想い」 - Sekinen no omoi
14 dicembre 2014[46]
12 Il cannone terrificante
「戦慄のカノン」 - Senritsu no kanon
21 dicembre 2014[47]
13 Il discepolo della distruzione
「破壊の使徒」 - Hakai no shito
28 dicembre 2014

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Gli episodi dell'anime di The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai verranno raccolti in nove volumi BD/DVD che saranno distribuiti in Giappone per il mercato home video a partire dal 28 gennaio 2015.

Volume Episodi Data di pubblicazione
1 1–3 28 gennaio 2015[48]
2 4–6 25 febbraio 2015[49]
3 7–9 25 marzo 2015[50]
4 10–12 22 aprile 2015[51]
5 13–15 27 maggio 2015[52]
6 16–18 24 giugno 2015[53]
7 19–20 22 luglio 2015[54]
8 21–22 26 agosto 2015[55]
9 23–24 23 settembre 2015[56]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

L'album della colonna sonora originale della serie verrà pubblicato il 24 dicembre 2014[57].

The Seven Deadly Sins Original soundtrack
Artista Hiroyuki Sawano
Tipo album Colonna sonora
Pubblicazione 24 dicembre 2014
Durata 1:17:14
Dischi 1
Tracce 17
Genere Jazz
Musica elettronica
Rock
Etichetta Aniplex
Tracklist

Tutte le musiche sono state composte da Hiroyuki Sawano.

  1. Mika Kobayashi & mpi – Perfect Time – 4:43 (testo: mpi)
  2. 7角:the1 – 4:51
  3. 銅鑼Gong4N – 5:36
  4. dEvilGODfamily復活動 – 4:48
  5. 世紀4 – 4:45
  6. YoSay&B→A – 5:32
  7. 广2tree02 ネ日 – 5:35
  8. KAN594 – 1:53
  9. Eri0ne$ – 5:06
  10. 駄メ男rIs – 4:05
  11. EP←K – 4:34
  12. Deerン怒&過多6-$ – 3:58
  13. mouth×宣華 ○2LI – 4:35
  14. OH92&HrBrM – 4:37
  15. GR雷 – 5:17
  16. らゲ-sin – 2:29
  17. Big罪罪罪罪罪罪罪 – 4:50

Durata totale: 77:14

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Due romanzi basati sulla serie, provvisoriamente intitolati "Shukumei no nanoka-kan" (宿命の七日間? lett. "I sette giorni del destino") e "Sekijitsu no ōmiyako, nanatsu no chikai" (昔日の王都 七つの誓い? lett. "Il regno dei tempi antichi: il giuramento dei sette"), sono stati annunciati entrambi il 25 luglio 2014[33].

Un videogioco per Nintendo 3DS, prodotto dalla Bandai Namco Games ed intitolato "Nanatsu no taizai shinjitsu no enzai" (七つの大罪真実の冤罪? lett. "I Seven Deadly Sins: il peccato ingiusto"), sarà caratterizzato da una trama completamente originale[35].

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Entro agosto 2014 le vendite dei volumi della serie sono salite a 5 milioni di copie in tutto[35]. Al debutto, durante il corso della prima settimana dalla pubblicazione in Giappone, il primo volume ha venduto 38.581 copie, classificandosi tredicesimo nella classifica di Oricon[58]; il secondo ha raggiunto la posizione numero cinque grazie alla vendita di 106.829 copie[59]; infine il terzo si è piazzato invece quarto grazie ad altre 135.164 copie vendute[60]. Il miglior debutto in assoluto è stato quello del volume undici, che ha venduto 182.169 copie e che si è meritato così il terzo posto in classifica[61], anche se poi il nove ha raggiunto la posizione uno però con un minor numero di copie vendute[62]. In generale, The Seven Deadly Sins è stato anche il nono manga più venduto del 2014[63].

Nell'edizione del 2014 di Kono manga ga sugoi! della Takarajimasha la serie è stata definita il quinto miglior manga per i lettori di sesso maschile[64]. Nel 2014 il titolo è stato anche nominato per il premio Manga Taishō[65], mentre invece in America del Nord i volumi due e quattro si sono aggiudicati rispettivamente il settimo e nono posto nelle classifiche di best seller redatte dal New York Times[66][67].

Rebecca Silverman di Anime News Network ha dato al primo volume una valutazione complessiva pari ad una B, definendo i disegni interessanti e descrivendo la storia come una "caricatura ben fatta dei tipici cavalieri senza macchia e senza paura". Inoltre il recensore si è anche accorto dell'influenza di Akira Toriyama in Meliodas e dei manga shōjo degli anni settanta nei personaggi femminili della storia, ma non ha potuto fare a meno di provare la sensazione come se le visuali delle scene avessero dei problemi di prospettiva e come se il personaggio di Elizabeth non fosse stato sviluppato a dovere[68].

Sia Silverman che Danica Davidson di Otaku USA hanno poi avvisato i lettori che le azioni perverse di Meliodas nei confronti di Elizabeth, usate dall'autore per aggiungere un po' di comicità alla storia, potrebbero essere facilmente fraintese[69]. Il giornalista americano Jason Thompson, invece, ha affermato che la serie contiene i soliti elementi dei manga shōnen, ragion per cui trama e dialoghi sono piuttosto prevedibili. Egli però ha anche ammesso di aver apprezzato i disegni, così come l'ambientazione europea[70].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) No.52 2011年11月22日(火)発売, Kōdansha. URL consultato il 9 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2013).
  2. ^ a b (JA) 七つの大罪(1), Kōdansha. URL consultato il 16 ottobre 2014.
  3. ^ a b (JA) 七つの大罪(12), Kōdansha. URL consultato il 24 novembre 2014.
  4. ^ Lucca 2013: Annunci Star Comics, AnimeClick.it, 3 novembre 2013. URL consultato il 24 dicembre 2013.
  5. ^ (EN) Kodansha Comics Adds UQ Holder, Seven Deadly Sins Manga, Anime News Network, 11 ottobre 2013. URL consultato il 4 novembre 2013.
  6. ^ (EN) The Seven Deadly Sins 1, Random House. URL consultato il 16 ottobre 2014.
  7. ^ Crunchyroll: dagli anime in streaming ai manga online, AnimeClick.it, 28 ottobre 2013. URL consultato il 16 ottobre 2014.
  8. ^ (EN) Crunchyroll Launches "Crunchyroll Manga" Digital Comic Platform, Crunchyroll, 30 ottobre 2013. URL consultato il 4 novembre 2013.
  9. ^ (JA) 鈴木央が「FAIRY TAIL」、真島ヒロが「七つの大罪」を執筆, Natalie, 19 ottobre 2013. URL consultato l'11 novembre 2013.
  10. ^ (EN) Fairy Tail, The Seven Deadly Sins Get Crossover 1-Shot Manga, Anime News Network, 6 dicembre 2013. URL consultato il 6 dicembre 2013.
  11. ^ (EN) The Seven Deadly Sins Gets School Comedy Manga Spinoff, Anime News Network, 29 giugno 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  12. ^ (EN) The Seven Deadly Sins Gets One-Shot in Nakayoshi Magazine For Girls, Anime News Network, 3 settembre 2014. URL consultato il 3 settembre 2014.
  13. ^ (EN) The Seven Deadly Sins Manga Gets Comedy 1-Shot Story, Anime News Network, 20 settembre 2014. URL consultato il 21 settembre 2014.
  14. ^ The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai n. 1, Star Comics. URL consultato il 14 ottobre 2014.
  15. ^ (JA) 七つの大罪(2), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  16. ^ The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai n. 2, Star Comics. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  17. ^ (JA) 七つの大罪(3), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  18. ^ The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai n. 3, Star Comics. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  19. ^ (JA) 七つの大罪(4), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  20. ^ The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai n. 4, Star Comics. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  21. ^ (JA) 七つの大罪(5), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  22. ^ The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai n. 5, Star Comics. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  23. ^ (JA) 七つの大罪(6), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  24. ^ The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai n. 6, Star Comics. URL consultato il 3 dicembre 2014.
  25. ^ (JA) 七つの大罪(7), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  26. ^ (JA) 七つの大罪(8), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  27. ^ (JA) 七つの大罪(9), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  28. ^ (JA) 七つの大罪(10), Kōdansha. URL consultato il 18 ottobre 2014.
  29. ^ (JA) 七つの大罪(11), Kōdansha. URL consultato il 16 ottobre 2014.
  30. ^ (EN) The Seven Deadly Sins Fantasy Manga Gets TV Anime, Anime News Network, 11 aprile 2014. URL consultato l'11 aprile 2014.
  31. ^ (JA) 「七つの大罪」TVアニメ化決定!単行本は累計300万部突破, Natalie, 16 aprile 2014. URL consultato il 27 luglio 2014.
  32. ^ (JA) アニメ「七つの大罪」10月より日5枠で放送, Natalie, 27 aprile 2014. URL consultato il 27 aprile 2014.
  33. ^ a b (EN) The Seven Deadly Sins Anime Commercial Streamed, Anime News Network, 27 aprile 2014. URL consultato il 27 aprile 2014.
  34. ^ (EN) The Seven Deadly Sins Anime's Game, Cast, Staff Announced, Anime News Network, 1º agosto 2014. URL consultato il 3 agosto 2014.
  35. ^ a b c (EN) The Seven Deadly Sins Anime's Theme Songs, Game Detailed, Anime News Network, 12 agosto 2014. URL consultato il 12 agosto 2014.
  36. ^ (JA) 第1話 七つの大罪, Aniplex. URL consultato il 14 ottobre 2014.
  37. ^ (JA) 第2話 聖騎士の剣, Aniplex. URL consultato il 14 ottobre 2014.
  38. ^ (JA) 第3話 眠れる森の罪, Aniplex. URL consultato il 20 ottobre 2014.
  39. ^ (JA) 第4話 少女の夢, Aniplex. URL consultato il 26 ottobre 2014.
  40. ^ (JA) 第5話 たとえあなたが死んでも, Aniplex. URL consultato il 2 novembre 2014.
  41. ^ (JA) 第6話 はじまりの詩, Aniplex. URL consultato il 14 novembre 2014.
  42. ^ (JA) 第7話 感動の再会, Aniplex. URL consultato il 19 novembre 2014.
  43. ^ (JA) 第8話 恐るべき追跡者, Aniplex. URL consultato il 24 novembre 2014.
  44. ^ (JA) 第9話 暗黒の脈動, Aniplex. URL consultato il 3 dicembre 2014.
  45. ^ (JA) 第10話 バイゼル喧嘩祭り, Aniplex. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  46. ^ (JA) 第11話 積年の想い, Aniplex. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  47. ^ (JA) 第12話 戦慄のカノン, Aniplex. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  48. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.01, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  49. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.02, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  50. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.03, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  51. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.04, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  52. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.05, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  53. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.06, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  54. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.07, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  55. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.08, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  56. ^ (JA) 「七つの大罪」Vol.09, Aniplex. URL consultato il 17 ottobre 2014.
  57. ^ (JA) 七つの大罪 オリジナル・サウンドトラック, Aniplex. URL consultato il 20 dicembre 2014.
  58. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, February 11-17, Anime News Network, 20 febbraio 2013. URL consultato il 10 novembre 2013.
  59. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, April 15-21, Anime News Network, 24 aprile 2013. URL consultato l'8 novembre 2013.
  60. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, June 17-23, Anime News Network, 26 giugno 2013. URL consultato l'8 novembre 2013.
  61. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, October 13-19, Anime News Network, 23 ottobre 2014. URL consultato il 23 ottobre 2014.
  62. ^ (EN) Japanese Comic Ranking, February 16-22, Anime News Network, 25 giugno 2014. URL consultato il 25 giugno 2014.
  63. ^ (EN) Top-Selling Manga in Japan by Series: 2014, Anime News Network, 30 novembre 2014. URL consultato il 30 novembre 2014.
  64. ^ (EN) Top Manga Ranked by Kono Manga ga Sugoi 2014 Voters, Anime News Network, 9 dicembre 2013. URL consultato il 9 dicembre 2013.
  65. ^ (EN) 10 Titles Nominated for 7th Manga Taisho Awards, Anime News Network, 20 gennaio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  66. ^ (EN) New York Times Manga Best Seller List, May 11-17, Anime News Network, 23 maggio 2014. URL consultato il 23 maggio 2014.
  67. ^ (EN) New York Times Manga Best Seller List, September 14-20, Anime News Network, 26 settembre 2014. URL consultato il 26 settembre 2014.
  68. ^ (EN) The Seven Deadly Sins GN 1 - Review, Anime News Network, 15 maggio 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  69. ^ (EN) The Seven Deadly Sins Manga #1, Otaku USA, 14 aprile 2014. URL consultato il 29 giugno 2014.
  70. ^ (EN) House of 1000 Manga - Crunchyroll Manga, Anime News Network, 14 novembre 2013. URL consultato il 14 novembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]