The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai
manga
Titolo orig. 七つの大罪
(Nanatsu no taizai)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Nakaba Suzuki
Editore Kōdansha
1ª edizione 10 ottobre 2012 – in corso
Collanaed. Weekly Shōnen Magazine
Periodicità settimanale (capitoli); bimestrale/trimestrale (tankōbon)
Tankōbon 9 (in corso)
Formato 12 × 17 cm
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. 2 aprile 2014 – in corso
Collanaed. it. Stardust
Periodicità it. bimestrale
Volumi it. 3 / 9 Completa al 33%.
Formato it. 11,5 × 17,5 cm
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Target shōnen
Generi avventura, azione, fantasy
Nanatsu no taizai gakuen
manga
Titolo orig. 七つの大罪学園
Editore Kōdansha
1ª edizione 9 agosto 2014 – in corso
Collanaed. Bessatsu Shōnen Magazine
Nanatsu no taizai
serie TV anime
Titolo orig. 七つの大罪
Regia Tensai Okamura
Sceneggiatura Shotaro Suga
Studio A-1 Pictures
Musiche Hiroyuki Sawano
Reti MBS, TBS
1ª TV 5 ottobre 2014 – in corso
Generi avventura, azione, fantasy

The Seven Deadly Sins - Nanatsu no taizai (七つの大罪 Nanatsu no taizai?, lett. "I sette peccati capitali") è un manga giapponese shōnen scritto e illustrato da Nakaba Suzuki e pubblicato su Weekly Shōnen Magazine dal #45 del 2012 ed attualmente in corso. In Italia il manga è stato annunciato da Star Comics[1] e pubblicato a partire da aprile 2014[2]. Il manga è stato anche licenziato in America da Kodansha Comics USA[3] e pubblicati a partire dalla primavera 2014. È stata anche annunciata una trasposizione animata per la serie nel #20 di Shōnen Magazine[4].

Trama[modifica | modifica sorgente]

I "Sette Peccati Capitali" sono sette cavalieri banditi dal regno di Lionesse, nella regione di Britannia, dopo aver ordito una cospirazione allo scopo di rovesciare il regno ma vengono sconfitti dai "Cavalieri Sacri". Dieci anni dopo, i Cavalieri Sacri organizzano un colpo di stato assassinando il re e dando l'inizio ad una dittatura. Elizabeth, figlia del vecchio re, fugge dal castello in cerca dei sette cavalieri con la speranza che possano salvare il regno.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Meliodas (メリオダス Meriodasu?): proprietario della taverna Boar Hat e capo dei sette peccati capitali, rappresenta il peccato d'ira col simbolo del drago. Possiede una forza sovrumana e non utilizza armi in maniera tale da non uccidere nessuno. Approfitta in ogni momento dell'ingenuità e permessivismo di Elizabeth per palparla.
  • Elizabeth Lionesse (エリザベス・リオネス Erizabesu Rionesu?): è la terza ed ultima figlia del re di Lionesse, fugge dal castello in cerca dei sette peccati capitali in seguito al colpo di stato effettuato dai cavalieri sacri.
  • Hawk (ホーク Hōku?): un maiale parlante che viaggia insieme a Meliodas, ha il ruolo di spazzino divorando ogni avanzo di cibo all'interno della taverna.
  • Diane (ディアンヌ Diannu?): una dei pochi superstiti dei clan di giganti, è una gigantessa innamorata di Meliodas, rappresenta il peccato d'invidia col simbolo del serpente.
  • Ban (バン Ban?): un tempo noto come Ban il bandito, è il peccato d'avarizia col simbolo della volpe. Dopo aver bevuto dalla Fonte della Giovinezza diventa immortale ed ottiene capacità rigenerative eccezionali.
  • King (キング Kingu?): il peccato d'accidia col simbolo dell'orso. È il re delle fate e fratello di Elaine, la guardiana della Fonte della Giovinezza. Si dimostra ostile a Ban, convinto che quest'ultimo sia stato colui che ha ucciso la sorella. Dopo aver scoperto la verità sull'accaduto si unisce al gruppo di Meliodas.
  • Gowther (ゴウセル Gouseru?): il peccato di lussuria col simbolo dell'ariete.

Cavalieri Sacri[modifica | modifica sorgente]

  • Gilthunder (ギルサンダー Girusandā?): figlio dell'ex Gran Cavaliere Sacro Zaratras, ucciso durante la finta rivolta dei sette peccati capitali, è un cavaliere sacro in grado di manipolare l'elettricità.
  • Hauser (ハウザー Hausā?): subordinato di Dreyfus e partner di Gilthunder, con la sua magia è capace di manipolare il vento per creare tornadi.
  • Guila (ギーラ Gīra?): fa parte della nuova generazione dei cavalieri sacri, si imbatte nei sette peccati capitali mentre questi cercano di entrare nella Capitale dei Morti. Ha un grande abilità come spadaccina che unisce alla sua magia capace di creare esplosioni.
  • Dreyfus (ドレファス Dorefasu?): è uno dei Gran Cavalieri Sacri ed è, insieme ad Hendricksen, colui che governa il regno dopo il colpo di stato.
  • Hendricksen (ヘンドリクセン Hendorikusen?): è uno dei Gran Cavalieri Sacri ed è, insieme a Dreyfus, colui che governa il regno dopo il colpo di stato. È lui il creatore della nuova generazione di cavalieri sacri.

Media[modifica | modifica sorgente]

Il manga, inizialmente pubblicato sotto forma di oneshot nel #52 del 2011 di Weekly Shōnen Magazine[5], è serializzato sulla stessa rivista da ottobre 2012, mentre il primo volume, rilasciato sotto etichetta Kodansha Comics, è stato rilasciato il 17 febbraio 2013 al prezzo di 440 Yen. Sono stati rilasciati anche diversi capitoli extra, di cui molti in collaborazione con Fairy Tail[6][7]. I capitoli del manga sono distribuiti anche digitalmente in lingua inglese da Crunchyroll in 170 paesi[8], i volumi invece sono editi in America da Kodansha Comics USA dalla primavera 2014 e in Italia da Star Comics da aprile 2014.

A partire dal 9 agosto è stato pubblicato uno spin-off sulla rivista Bessatsu Shōnen Magazine intitolato Maoye! Nanatsu no Taizai Gakuen!, scritto e disegnato da Juichi Kugi ed a cui collaborerà anche l'autore Nakaba Suzuki[9].

Nel #20 del 2014 di Shōnen Magazine è stato annunciato un adattamento anime[10], che andrà in onda dal 5 ottobre 2014[11]. L'anime sarà diretto da Tensai Okamura e vedrà la partecipazione di Yūki Kaji come doppiatore di Meliodas, Sora Amamiya per Elizabeth e Misaki Kuno per Hawk[12]. La sigla d'apertura sarà composta dal trio Ikimonogakari mentre quella di chiusura sarà una collaborazione tra FLOW e GRANRODEO[11].

È stato annunciato anche la realizzazione di un videogame pubblicato da Bandai Namco per Nintendo 3DS intitolato Nanatsu no Taizai Shinjitsu no Enzai[11].

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Il titolo si è subito distinto positivamente, arrivando quinto nel concorso Comic Natalie[13], classificandosi quinto nel Kono Manga ga Sugoi 2014[14] e venendo nominato alla settima edizione del Manga Taisho Award[15] tra i 10 manga finalisti. La serie ha ottenuto riscontri positivi anche nelle vendite, con ben 3 milioni di copie stampate per i primi 8 volumi[4]. Al 12 agosto 2014 le vendite sono salite a 5 milioni di copie con i primi 9 volumi[11].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lucca 2013: Annunci Star Comics.
  2. ^ THE SEVEN DEADLY SINS - NANATSU NO TAIZAI 1.
  3. ^ Kodansha Comics Adds UQ Holder, Seven Deadly Sins Manga.
  4. ^ a b The Seven Deadly Sins Fantasy Manga Gets TV Anime. URL consultato l'11 aprile 2014.
  5. ^ "No.52 2011年11月22日(火)発売.
  6. ^ Fairy Tail si incontra con Nanatsu no Taizai in un nuovo crossover.
  7. ^ 鈴木央が「FAIRY TAIL」、真島ヒロが「七つの大罪」を執筆.
  8. ^ Crunchyroll: dagli anime in streaming ai manga online.
  9. ^ The Seven Deadly Sins Gets School Comedy Manga Spinoff, Anime News Network, 29 giugno 2014. URL consultato il 3 settembre 2014.
  10. ^ The Seven Deadly Sins Fantasy Manga Gets TV Anime, Anime News Network, 11 aprile 2014. URL consultato il 3 settembre 2014.
  11. ^ a b c d The Seven Deadly Sins Anime's Theme Songs, Game Detailed, Anime News Network, 12 agosto 2014. URL consultato il 3 settembre 2014.
  12. ^ The Seven Deadly Sins Anime's Game, Cast, Staff Announced, Anime News Network, 1° agosto 2014. URL consultato il 3 settembre 2014.
  13. ^ Nami Sano's Sakamoto desu ga? Manga Wins Comic Natalie Grand Prize.
  14. ^ Top Manga Ranked by Kono Manga ga Sugoi 2014 Voters.
  15. ^ 10 Titles Nominated for 7th Manga Taisho Awards.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]