Sudan francese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sudan Francese
Sudan Francese – Bandiera
Dati amministrativi
Nome ufficiale Soudan français
Lingue ufficiali francese
Lingue parlate
Capitale Bamako dal 1899
Kayes dal 1892 al 1899
Dipendente da Francia Francia
Politica
Forma di Stato Colonia dal 1890 al 1902 e dal 1920 al 1946;
Territorio d'oltremare dal 1946 al 1958
.
Forma di governo
Nascita 19 agosto 1890
Fine 4 aprile 1959
Causa unione con il Senegal
Territorio e popolazione
Bacino geografico Mali
Massima estensione 1 241 238 km² (1959) nel
Economia
Valuta Franco dell'Africa Occidentale
Produzioni Riso, arachidi, cotone
Sudan Francese - Mappa
Evoluzione storica
Succeduto da Flag of Mali 1959-1961.svg Federazione del Mali

Sudan francese (Soudan français in francese) è il nome attribuito dai colonizzatori francesi a un territorio dell'Africa occidentale francese, corrispondente all'odierno Mali. Esistette in un primo momento tra il 1890 e il 1902. Nel 1920 venne ricostituito e ottenne l'indipendenza nel 1958.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La colonizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il corso del fiume Senegal sovrapposto agli attuali confini degli Stati africani

Nella seconda metà del XIX secolo la colonizzazione francese, guidata del colonnello Faidherbe iniziò a risalire il corso del Senegal e, vincendo la resistenza delle popolazioni indigene, come i toucouleur di Oumar Tall e i mandingo di Samory Touré, si spinse nei territori dell'odierno Mali e costruì importanti avamposti, come il forte di Médine.

Il primo periodo[modifica | modifica wikitesto]

Carta del Sudan francese in un quotidiano del 1890

Nel 1880 nella parte occidentale del Mali venne creata la Colonia francese dell'Alto Senegal, che diventò parte del territorio del Sudan francese, creato il 18 agosto 1890 con capitale Kayes. Negli anni successivi la colonia viene parzialmente disgregata a favore di Guinea, Costa d'Avorio e Dahomey.

Nel 1902 il Sudan francese lascia il posto a una nuova colonia denominata Senegambia e Niger e nel 1904 la capitale viene trasferita a Bamako. Dal territorio del Senegambia e Niger nel 1911 e nel 1919 vengono creati rispettivamente le colonie del Niger e dell'Alto Volta[1].

Il secondo periodo[modifica | modifica wikitesto]

Il sudan francese in una mappa del 1936

Il nome Sudan francese venne ripristinato nel 1920.

Dopo la seconda guerra mondiale gli abitanti del Sudan francese vennero invitati a partecipare alle elezioni per l'Assemblea Costituente della Quarta Repubblica francese e, contestualmente, cominciarono a organizzarsi i primi partiti e crebbero le rivendicazioni di indipendenza. Con la nuova Costituzione la colonia venne trasformata in territorio d'oltremare.

Con il referendum costituzionale del 4 ottobre 1958 i cittadini del Sudan francese votarono in massa per la creazione della "Repubblica sudanese"[2] che nacque all'interno della Comunità francese il 25 novembre 1958. Il nuovo Stato si unì poi con il Senegal il 20 giugno 1960 per creare la Federazione del Mali.


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ross Velton, Mali: The Bradt Travel Guide, Bradt Travel Guides, 2009, pag.19
  2. ^ Da non confondere con la Repubblica del Sudan