Africa Occidentale Francese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Africa Occidentale Francese
Africa Occidentale Francese – Bandiera Africa Occidentale Francese - Stemma
Motto: Liberté, Egalité, Fraternité
Africa Occidentale Francese - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome completo Africa Occidentale Francese (AOF)
Nome ufficiale Afrique-Occidentale française
Lingue ufficiali francese
Lingue parlate francese
Inno La Marseillaise
Capitale Saint Louis (1895-1902)
Dakar (1902-1960)
Dipendente da Francia Francia
Politica
Forma di governo Federazione coloniale francese
Presidenti della Repubblica Elenco di Presidenti della Repubblica francese
Presidenti del Consiglio Elenco di Primi ministri della Repubblica francese
Organi deliberativi Governatorato generale dell'Africa occidentale francese
Nascita 1895 con Félix Faure
Causa Unione delle precedenti colonie francesi
Fine 1958 con Charles de Gaulle
Causa creazione della Comunità francese
Territorio e popolazione
Bacino geografico Mauritania
Senegal
Mali
Guinea
Niger
Alto Volta
Dahomey
Costa d'Avorio
Territorio originale Francia Senegambia
Massima estensione 4.746.539 Km² nel 1895 - 1958
Popolazione 25.000.000 nel 1958
Economia
Valuta Franco dell'Africa Occidentale
Risorse arachidi, cotone, cacao, datteri, pietre preziose
Produzioni olio di palma, caffè, arachidi, cacao
Commerci con Francia Francia
Esportazioni olio di palma, datteri, caffè, cotone, cacao, pietre preziose
Importazioni derrate alimentari, prodotti siderurgici, prodotti chimici
Varie
Sigla autom. F
Religione e società
Religioni preminenti islamismo sunnita
Religioni minoritarie cattolicesimo, animismo
Classi sociali contadini, commercianti, funzionari, soldati
Evoluzione storica
Preceduto da Impero Wassoulou
Impero Toucouleur
Succeduto da Comunità francese
Guinea
Ora parte di Mauritania
Senegal
Mali
Guinea
Niger
Burkina Faso
Benin
Costa d'Avorio

L'Africa Occidentale Francese (AOF) fu parte dell'Impero coloniale francese e venne creata il 16 giugno del 1895 a seguito del completamento della conquista francese delle zone dell'Africa occidentale. Comprendeva inizialmente le colonie francesi di Costa d'Avorio, Senegal, Guinea francese (attuale Guinea) e Sudan francese (attuale Mali), mentre Niger, Mauritania e Alto Volta (l'attuale Burkina Faso) si aggiunsero in seguito. Il territorio era sì interamente un possedimento francese ma all'interno rimanevano vastissime zone ancora inesplorate, solo alla fine degli anni '30 si poté avere una precisa mappatura anche delle regioni (per lo più desertiche) dell'entroterra. La colonia (o federazione) aveva una superficie di 4.746.539 Km² era tuttavia per quasi l'80% interamente ricoperta dal Deserto del Sahara, se unita ai territori francesi del Marocco, Algeria, Camerun Francese, Tunisia e Africa Equatoriale Francese con una superficie totale di 10.462.168 Km² costituiva il più vasto assembramento di colonie contigue di una singola potenza coloniale.

Si trattava di un'evidente costruzione artificiosa, volta a soddisfare gli interessi economici della Francia. Venne posta sotto l'autorità di un governatore francese di stanza a Dakar, in Senegal, che divenne capitale della federazione.

Queste colonie divennero "Territori d'oltremare" con la nuova costituzione del 1946. La federazione cessò di esistere dopo il referendum del 28 settembre 1958, nel quale i paesi membri votarono la loro trasformazione in repubbliche autonome, fatta eccezione per la Guinea, che votò per l'indipendenza. La Federazione si sciolse nel 1960 quando tutti i territori dell'Africa Occidentale Francese divennero stati indipendenti.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]