Somalia Britannica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Somalia Britannica
Somalia Britannica – Bandiera Somalia Britannica - Stemma
(dettagli) (dettagli)
Somalia Britannica - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Protectorate of British Somaliland
Lingue ufficiali Inglese, Somalo
Lingue parlate
Capitale Hargheisa
Dipendente da Regno Unito Regno Unito
Politica
Forma di Stato Protettorato
Forma di governo
Nascita 1884
Fine 1960
Causa Indipendenza
Territorio e popolazione
Massima estensione 137.600 km² nel
Economia
Valuta Scellino dell'Africa Orientale
Religione e società
Religioni preminenti Islam
Somalia Britannica - Mappa
Evoluzione storica
Preceduto da Sultanato Warsangali
Succeduto da Flag of Somalia.svg Stato del Somaliland

La Somalia Britannica, nota anche con il nome di British Somaliland, fu un protettorato britannico della parte settentrionale del Corno d'Africa, confluita nel 1960 assieme alla Somalia Italiana nella Repubblica Democratica Somala. È l'attuale Somaliland, Stato non riconosciuto dalla comunità internazionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Antica parte del vasto Regno di Axum fece poi parte dell'Impero Ottomano ma quando questi iniziò a decadere le subentrò l'Egitto di Isma'il Pascià che dominò l'area per tutta la decade del 1870, evacuando la zona solo nel 1884, quando i britannici vi stabilirono un protettorato con una guarnigione basata ad Aden per la sua difesa.

Tale protettorato dipese amministrativamente fino al 1898 dall'India Britannica, successivamente dal "Foreign Office" per passare dal 1905 alle dirette dipendenze della Segreteria di Stato per le Colonie, meglio nota con il nome di "Colonial Office".

Nella seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Durante la campagna dell'Africa Orientale la Somalia britannica fu, nell'agosto del 1940, invasa ed occupata dagli italiani che entrarono in Berbera, la città principale. Ma venne riconquistata dai britannici nel marzo 1941.

Cartina dell'attacco italiano alla Somalia britannica 3 agosto 1940

La decolonizzazione e l'indipendenza[modifica | modifica wikitesto]

Ottenuta l'indipendenza dalla Gran Bretagna il 26 giugno 1960 come "Stato del Somaliland", con un referendum popolare venne stabilita l'unificazione alla Somalia Italiana (indipendente dal 1º luglio dello stesso anno) e la creazione della Repubblica Somala.

Il Primo Ministro dello Stato del Somaliland, Mohammed Haji Ibrahim Egal, divenne Ministro della Somalia unificata.

Nel 1991 dopo il collasso del Governo centrale, l'ex-Somalia britannica si autoproclamò Repubblica del Somaliland, Stato tuttora non riconosciuto dalla comunità internazionale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]