Lingua somala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Somalo (Soomaali)
Parlato in Somalia, Etiopia, Gibuti, Kenia, Yemen
Persone 15 milioni (2007)
Classifica 65
Filogenesi Lingue afro-asiatiche
 Lingue cuscitiche
  orientali
   Somalo
Statuto ufficiale
Nazioni Gibuti Gibuti
Somalia Somalia
Flag of the Somali Region.svg Regione dei Somali (Etiopia)
Regolato da Regional Somali Language Academy
Codici di classificazione
ISO 639-1 so
ISO 639-2 som
ISO 639-3 som  (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, art. 1
Aadanaha dhammaantiis wuxuu dhashaa isagoo xor ah kana siman xagga sharafta iyo xuquuqada Waxaa Alle / Ilaah siiyay aqoon iyo wacyi, waana in qof la arkaa qofka kale ula dhaqmaa si walaaltinimo ah.

Il somalo (nativo: Af Soomaali) è una lingua cuscitica parlata in Somalia e nelle aree di confine di Gibuti, Etiopia, Yemen e Kenya. Non si sa con esattezza il numero dei parlanti, ma le stime oscillano tra i 15 e i 25 milioni.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Il somalo è una lingua afroasiatica del gruppo cuscitico. Gli idiomi più simili ad essa sono la lingua degli Afar e quella degli Oromo. Vi è inoltre una lontana parentela con l'arabo e con le altre lingue semitiche. Con l'arrivo dell'Islam il somalo subì una forte influenza araba, a cui si aggiunsero quella italiana e quella inglese durante il periodo coloniale.

Status[modifica | modifica sorgente]

Il somalo è la lingua ufficiale della Somalia. Il somalo è inoltre diffuso in Etiopia, Gibuti, Yemen e Kenya.

Con la codificazione della lingua somala e la sua introduzione (a sostituzione dell'italiano) negli uffici pubblici, nell'università ecc., si è posto il problema di elaborare neologismi per tutte quelle parole non previste dal somalo, lingua precedentemente legata alla cosiddetta cultura bassa. Per la creazione dei neologismi si è istruita una apposita commissione.

Parte dei significati per cui non esisteva una parola son stati "coperti" estendendo il significato di altre parole già presenti.

Per un certo numero di parole si è invece dovuto ricorrere all'invenzione ex novo o alla mutuazione da altre lingue.

Dialetti[modifica | modifica sorgente]

Grammatica[modifica | modifica sorgente]

Nel somalo si possono trovare le seguenti categorie grammaticali:

  • Nome
  • Pronome
  • Verbo
  • Aggettivo
  • Preposizione
  • Determinante
  • Focalizzazione
  • Classificatore
  • Congiunzione

Come si nota, il somalo possiede alcune categorie grammaticali non rintracciabili nella maggior parte delle lingue, fra cui gli indicatori di focus (o di focalizzazione), in base al quale alcuni elementi della frase vengono indicati con maggiore enfasi. Per esempio, le parole baa, ayaa e waxaa focalizzano l'attenzione sui nomi.:

  1. John baa baxay - John Focus (baa) è uscito
  2. John ayaa baxay - John Focus (ayaa) è uscito
  3. Waxaa baxay John - Focus (waxaa) è uscito John

La parola waa serve invece a focalizzare l'attenzione sui verbi. Esempio: John waa baxay John Focus (waa) è uscito

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

Il somalo non ebbe un alfabeto ufficiale (a parte alcuni tentativi, come l'alfabeto Osmanya) fino al 1972, anno in cui il governo somalo, in occasione di una campagna di alfabetizzazione, decise di adottare l'alfabeto latino. Ciò contraddistingue il somalo dalle lingue confinanti, le quali usano l'alfabeto amharico o quello arabo.

Prima del periodo coloniale, i religiosi e i somali più colti utilizzavano l'alfabeto arabo (come si nota da antiche lettere e iscrizioni tombali scoperte nel 1940). Tuttavia, per quanto poco si sappia, si è certi del fatto che l'uso di tale alfabeto non fosse "codificato" (cioè adattato alla lingua).

L'alfabeto somalo-latino attuale si compone delle seguenti lettere:

B, T, J, X, KH, D, R, S, SH, DH, C, G, F, Q, K, L, M, N, W, H, Y. (Da notare l'assenza di tre consonanti: P, V e Z).

Inoltre, esistono vocali brevi (A, E, I, O, U) e lunghe (AA, EE, II, OO, UU).

Le consonanti C, DH, KH, Q e X riproducono suoni perlopiù estranei all'alfabeto latino tradizionale.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Saeed, John Ibrahim. Somali Reference Grammar. Springfield, VA: Dunwoody Press, 1993. (ISBN 0-931745-97-7)
  • Saeed, John Ibrahim. Somali. Amsterdam: John Benjamins, B.V., 1999.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]