Berbera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Berbera
città
Barbara
Localizzazione
Stato Somalia Somalia
Regione Saaxil
Distretto Non presente
Territorio
Coordinate 10°26′N 45°01′E / 10.433333°N 45.016667°E10.433333; 45.016667 (Berbera)Coordinate: 10°26′N 45°01′E / 10.433333°N 45.016667°E10.433333; 45.016667 (Berbera)
Altitudine m s.l.m.
Abitanti 242 000 (2005)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Somalia
Berbera

Berbera è una città della regione (gobolka) del Sahel della Somalia, parte della Repubblica del Somaliland (stato non riconosciuto a livello internazionale). Berbera è anche un importante scalo marittimo, dato che è il solo porto riparato che si trova nella parte meridionale del Golfo di Aden; nel 2005 contava approssimativamente su una popolazione di 240.000 abitanti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città fu descritta per la prima volta, con il nome di Malao, nel Periplus maris erythraei, un documento risalente al I secolo[1], e successivamente, con il nome di Bobali, da mercanti cinesi e arabi, che parlano di un fiorente mercato di schiavi, avorio e ambra grigia. Nel 1518 fu saccheggiata dal capitano portoghese Antonio de Saldanha, e poco dopo (1546) cadde sotto il dominio dell'Impero Ottomano, che le preferì però la vicina Zeila come capitale della Somalia nordoccidentale[2].

In epoca coloniale Berbera fu capitale della Somalia britannica fino al 1940, quando venne temporaneamente occupata dalle vicine forze italiane presenti nell'Africa Orientale Italiana. Nel 1941 venne riconquistata dai britannici.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Situata su una strategica rotta petrolifera, Berbera ha inoltre delle strutture portuali in alto mare, che sono state completate nel 1969. Punto terminale delle strade da e per Hargheisa e Burao; i principali prodotti che vengono esportati dal suo scalo sono pecore, gomma arabica, franchincenso e mirra.

Dopo la guerra tra Eritrea ed Etiopia, la città è inoltre diventata il maggiore porto per le esportazioni provenienti dall'Etiopia, e tutt'oggi queste esportazioni costituiscono la principale risorsa economica del Somaliland.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Prima della guerra civile, Berbera contava anche di un piccolo arsenale militare, costruito dai sovietici e utilizzato anche dagli americani, che oggi comunque è inglobato nel porto commerciale.

Nelle vicinanze della città, è presente inoltre una pista per gli atterraggi di emergenza degli Space Shuttle americani.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Periplus of the Erythraean Sea, ch. 8
  2. ^ I.M. Lewis, A Modern History of the Somali, fourth edition (Oxford: James Currey, 2002), p.21

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]