Rhea americana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Nandù comune
Common rhea.jpg
Rhea americana
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Paleognathae
Ordine Rheiformes
Famiglia Rheidae
Genere Rhea
Specie R. americana
Nomenclatura binomiale
Rhea americana
(Linnaeus, 1758)
Sottospecie
  • Rhea americana americana
  • Rhea americana albescens
  • Rhea americana araneipes
  • Rhea americana intermedia
  • Rhea americana nobilis

Rhea americana Distribuzione.jpg

Il nandù comune (Rhea americana (Linnaeus, 1758)), anche conosciuto come ñandú (pronunciato [ɲanˈdu]) in spagnolo, o ema in portoghese, è un uccello della famiglia dei Reidi nativo del Sud America.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il nandù è il più grande uccello americano: è alto sino a 1,5 m e pesa 25 kg circa; è incapace di volare ma è in compenso un forte corridore. Di aspetto è simile allo struzzo, possiede le penne delle ali più lunghe e le zampe, forti e robuste, terminano con 3 dita, rispetto alle 2 dello struzzo. Le penne del dorso sono grigio-marrone, quelle del ventre sono biancastre.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Vivono in prossimità dei fiumi, dei laghi o delle paludi e formano dei gruppi di 20-30 animali, e talvolta sino ad un centinaio.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

È una specie onnivora che continuamente si muove alla ricerca di cibo. Si nutre di foglie, erba, semi, radici, frutti, insetti e piccoli vertebrati (come piccoli uccelli, lucertole, rane e serpenti).

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La stagione degli accoppiamenti va da agosto e gennaio. Il maschio diviene solitario e molto aggressivo per conquistare un gruppo di 2-15 femmine (harem). Avvenuto l'accoppiamento, il maschio si impegna nella costruzione di un nido rudimentale, scavando una buca nel terreno. Ogni femmina depone 1-2 uova di colore dal bianco al giallo dorato. Completata la deposizione il maschio inizia a covare per circa 35-40 giorni. Esso si allontana dal nido una volta al giorno per alimentarsi ed abbeverarsi. Tutte le uova deposte tendono a schiudersi nello stesso giorno. Solitamente i pulcini lasciano il nido subito dopo la schiusa. Il padre continua a prendersi cura della nidiata soprattutto scaldandola nelle notti più fredde.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Ha un ampio areale che si estende dal nord-est del Brasile alla Bolivia orientale, Paraguay, Uruguay e Argentina nord-orientale, sino al 40°S.[1]

Predilige le pampas e le foreste aperte, non ama le distese eccessivamente aperte prive di luoghi di rifugio o di qualche grande albero.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

  • Rhea americana americana (Linnaeus, 1758) - diffusa nel Brasile settentrionale e orientale
  • Rhea americana albescens Lynch & Holmberg, 1878 - diffusa in Argentina
  • Rhea americana araneipes Brodkorb, 1938 - presente in Brasile sud-orientale, Bolivia e Paraguay
  • Rhea americana intermedia Rothschild & Chubb, 1914 - presente in Brasile meridionale e Uruguay
  • Rhea americana nobilis Brodkorb, 1939- endemica del Paraguay

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Rhea americana in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Rheidae in IOC World Bird Names (ver 4.1), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 26 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli