Sergipe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sergipe
stato federato
Sergipe – Stemma Sergipe – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Brasile Brasile
Capoluogo Aracaju
Governatore Marcelo Déda (PT) dal 2011
Territorio
Coordinate
del capoluogo
10°54′36″S 37°04′12″W / 10.91°S 37.07°W-10.91; -37.07 (Sergipe)Coordinate: 10°54′36″S 37°04′12″W / 10.91°S 37.07°W-10.91; -37.07 (Sergipe)
Superficie 21 910,348 km²
Abitanti 2 068 031 (2010)
Densità 94,39 ab./km²
Mesoregioni 3
Microregioni 13
Comuni 75
Altre informazioni
Fuso orario UTC-3
ISO 3166-2 BR-SE
Nome abitanti sergipano
PIL (nominale) 19.767.000 R$
PIL procapite (nominale) 9.787 R$
Rappresentanza parlamentare Camera: 8
Senato: 3
Regione Nord-Est
Inno Hino do estado de Sergipe
Localizzazione

Sergipe – Localizzazione

Sito istituzionale

Il Sergipe è il più piccolo stato del Brasile ed è situato nella parte nordorientale del paese, sulla costa atlantica. Confina con gli Stati di Bahia e Alagoas.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Come gli altri stati nordorientali del Brasile, anche il Sergipe al suo interno è quasi completamente coperto dalla savana (caatinga), mentre sulla costa si trovano mangrovie, paludi e spiagge sabbiose. Una piccola striscia di foresta tropicale corre lungo la costa.

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'economia del Sergipe si basa essenzialmente sulla coltivazione della canna da zucchero (1,4 milioni di tonnellate di zucchero prodotte annualmente), resa possibile da un terreno umido e fertile. Al contrario di molti altri stati brasiliani, nel Sergipe l'allevamento non rappresenta un'attività economica importante, ciò anche a causa delle ridotte dimensioni del territorio. Altre coltivazioni importanti sono quelle di cassava (617.000 tonnellate annue) e arance (14,4 milioni di arance ogni anno). Vi sono inoltre piccole industrie tessili e concerie.

Il governo federale sta infine incoraggiando lo sviluppo dell'attività estrattiva (petrolio e gas naturale).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo insediamento europeo nel Sergipe (nome che deriva dal termine tupi per designare il granchio) fu São Cristóvão.

Come gli altri stati del nordest, il Sergipe fu più volte invaso dagli olandesi e razziato dai bucanieri francesi. Durante il XVII secolo, lo Stato divenne famoso nelle Americhe per la qualità pregiata del suo legno, che fu forse la ragione principale delle numerose invasioni e razzie di cui fu oggetto. Tuttavia, nel corso del XVIII secolo le forze portoghesi riuscirono a sconfiggere definitivamente i pirati.

Negli anni trenta del Novecento il Sergipe divenne noto per i suoi fuorilegge, fra cui Virgolino Ferreira da Silva, il "re dei banditi", che terrorizzò per circa un decennio la popolazione locale fino alla sua esecuzione (1938). La sua testa fu poi appesa su di un palo nella piazza di un villaggio.

Bandiera[modifica | modifica sorgente]

Bandiera del Sergipe

Le stelle sulla bandiera sono tante quanti gli estuari presenti sulla costa dello Stato, mentre il giallo e il verde rappresentano l'unione del Sergipe con il resto del Brasile. La bandiera fu disegnata da José Rodrigues Bastos Coelho, un uomo d'affari che sostenne la necessità per le navi brasiliane di mostrare la bandiera dello Stato federato di origine, e venne adottata il 19 ottobre 1920.

Nel 1937, il dittatore Getúlio Vargas abolì tutti i simboli e le bandiere degli stati brasiliani, per poi riammetterle nel 1946. Nel 1951, quando le autorità del Sergipe decisero di rintrodurre la vecchia bandiera, si scelse di cambiare il numero delle stelle, al fine di averne una per ogni municipalità dello Stato. Nel 1952 la nuova versione fu però sostituita da quella precedente con 5 stelle.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]